distruzione Israele islamizazzione Gerusalemme

premier Benyamin Netanyahu ] io non ho mai detto una sola bugia, in tutta la vita mia (ed io, inoltre, io ho una pessima memoria, e poi, il proverbio dice: “il bugiardo deve avere una buona memoria”), oppure, è perché, io sono il METAFISICO, io sono la verità ontologica incarnata Unius REI! IN QUESTO MODO, OGNI FORMA DI IPOCRISIA, O di BUGIA, sono INCOMPATIBILi CON IL MIO ESSERE, QUINDI, PER POTER MENTIRE, IO MI DOVREI PRIMA DISINTEGRARE! [ quando, tu fai l’esercizio di astrazione da te stesso, (tu esci da te, per osservare te, per pensare a te), e magari tu pensi di essere già morto ed in questo modo, tu puoi proiettare, il tuo pensiero nella meta-storia, ecco che, in questo modo, può nascere la filosofia, per la metafisica umanistica personalistica e trascendente questa soltanto, può coltivare il valore e la virtù, cioé, un pensiero conseguente, logico, razionale, per poter analizzare i principi universali dell’ESSERE! .. in questa fase, tu comprendi, come, tutti coloro, che, sono sfociati nel nichilismo, materialismo, evoluzionismo ideologico, sono anche sfociati, in qualche ideologia della esclusione di: goym, dhimmi, dlit, in qualche ideologia della esclusione, come: cristianofobia, antisemitismo, omofobia, ecc.. Tutta questa malvagità nel mondo, è stata ottenuta, perché, sono stati incoraggiati e finanziati, dalle banche rothschild: sistema massonico, tutti i filosofi relativisti, naturalisti, scientisti, materialisti, questi, sono stati finanziati dalla finanza dei farisei: del talmud satanico NWO FMI SPA, come anche, sono stati creati da loro i maomettani, gli islamici e tutti i clericali maniaci religiosi testa di cazzo, presenti in ogni religione, tutti come loro, e tutto questo è stato fatto: per poter disintegrare, il sogno di amore tra Dio e l’uomo che è nella Bibbia ) poi, tutte queste persone: Eghel, Marx, Nietzshe, che, loro sono, anche, i teoretici della shariah  (il volto maligno dello Islam) perché oggi, la più nobile tradizione dello Islam è stata occultata! Quindi, anche la sharia è il peggiore nazismo, e poiché, anche, loro sono i teoretici di ogni imperialismo, essi, metafisicamente si trovano di fronte: l’infinito del nulla, nella loro anima trionfa l’egoismo, la predazione, la usurocrazia bancaria, cinismo e la crudeltà, quindi, è logico che, loro debbano essere abbandonati alla disperazione del non senso, al rimorso, invidia, senso di colpa: “questo è l’inferno!”.. ma, coloro che, loro vedono la metafisica che nasce dalla GENESI BIBLICA, dove Dio fa di ogni uomo, un RE nel Paradiso terrestre, loro comprendono la sacralità, di ogni vita, e, anche, come l’unico significato dell’univeso, è soltanto l’amore! Quindi tutti i filosofi del personalismo umanita e matafico come Maritain, Pascal, Romano Guardini, Gandhi, Confucio, Buddha, ecc.. sono stati archiviati rimossi dal sistema mondialismo bancario massonico usurocratico bildenberg.. ECCO PERCHé, ADESSO, TUTTO IL GENERE UMANO DEVE ESSERE DIVORATO DALLA DISPERAZIONE, POICHé, LA DISpERAZIONE è GIà PRESENTE NELLE ANIME DI TUTTI NOI! ma, quelli che sono paglia, diventeranno cenere quando dovranno affrontare la prova del fuoco! .. e purtroppo, se, Unius REI non verrà intronizzato sul mondo, la guerra mondiale, che è funzionale al sistema bancario spa rothschild porterà avanti la sua agenda talmud, per i luciferini, per la inevitabile guerra mondiale, quindi europa e israele spariranno, perché verranno assorbiti nel califfato turco-saudita!<

br />
@187AudioHostem] cosa c’é, mondialisti: Spa, Fmi, 666 LaVey Antony, culto, Baal, ti hanno ridotto alla fame, che, tu non hai un poco di denaro per scommettere su di me?
potresti fare uno studio circa, la natura divina del cristiano? in cosa consiste nello specifico, oggi per noi? GRAZIE! ti passo una polemica, che, io ho avuto con altre persone! non accetto moralismi di nessuno! perché: tutti i cristiani, che, vivevano nella LEGA ARABA, di 50 nazioni di shariah nazisti Onu, sono stati tutti sterminati.. quando gli islamici, avranno sterminato, anche voi, come hanno sterminato: 2milioni di armeni in turchia, 2 milioni di cristiani in Siria, 1,2 milioni di cristiani in Iraq, poi, poi, ne riparliamo… 1. voi siete qui, perché, mi avete dato l’amicizia; 2. siete qui, unicamente, per approfondire il tema: cosa significa, oggi, politicamente e spiritualmente: la natura divina del cristiano, per noi?
grazie, diffondi questo concorso sulla natura divina del cristiano… BUONO STUDIO
è CHIARO: rivestito da Cristo, tu sei anche rivestito della sua stessa natura divina! «…affinché diventiate partecipi della natura divina» (2 Pt 1,4). se, tu credi all’articolo che segue, tu sei soltanto una persona religiosa: tu non sei nato di nuovo: e tu non ti sei assiso, sul Trono di Dio JHWH, sedendo nel cuore squarciato di Gesù, quindi tu lascerai i paradisi ai servi, glorificati, ma, nulla di meno, tu potrai pretendere del trono di Dio, dove risiedono i Figli di Dio!
could you do a study about the divine nature of the Christian? What is specifically for us today? Thank you! you step a controversy, that I’ve had with other people!
I do not accept moralizing about anyone! why: all Christians, that lived in the Arab League, of 50 Nations of Nazi Un shariah, were all exterminated.. When the Islamists will HAVE exterminated YOU, you too, as they exterminated: 2 million Armenians in Turkey, 2 million Christians in Syria, 1.2 million Christians in Iraq, then, then, so again and YOU CAN SPEAK. .. 1. you are here because you gave me friendship; 2. you are here only to deepen the theme: what does it mean today, politically and spiritually: the Christian Godhead, for us?
Thanks, spread this contest: on the divine nature DIVINE: of the Christian … GOOD STUDY
http://www.puntoacroce.altervista.org/_Dot/A1-Natura-divina_nato-da-Dio_EdF.htm
Natura divina e nascita da Dio
キリスト教の神の性質についての研究ですか?今日の私たちのために特別にですかありがとう!他の人々 がした論争のステップ !
だれでもについて教訓は受け付けておりません !なぜ: アラブ連盟の 50 のナチ国連国連 shariah に住んでいたすべてのキリスト教徒すべて根絶された.イスラム教徒は、あなたが絶滅したときあなたも、彼らの根絶: トルコ、シリア、200 万キリスト教徒で 200 万人のアルメニア人、それから、これもまた、イラクで 120 万キリスト教徒が話すことができます。..1. あなたがここにいるあなたがくれた友情;2. ここにのみテーマを深める: 今日、政治的、精神的に、それは意味: キリスト教の神性は、私たちのためですか?
おかげで、このコンテストの広がり: 神の神聖な性質に: キリスト教の.良い研究
¿Podrías hacer un estudio acerca de la naturaleza divina del cristiano? ¿Qué es específicamente para nosotros hoy? ¡Gracias! paso una polémica, que he tenido con otras personas.
No acepto moralizar por nadie! ¿por qué: todos los cristianos, que vivió en la Liga Árabe, de 50 naciones de Nazi shariah, todos fueron exterminados. Cuando los islamistas habrán exterminado, también exterminaron: 2 millones de armenios en Turquía, 2 millones de cristianos en Siria, 1,2 millones de cristianos en Irak, luego, luego, de nuevo y te pueden hablar. .. 1. tú estás aquí porque me diste amistad; 2. usted está aquí sólo para profundizar el tema: ¿Qué significa hoy, política y espiritualmente: el Christian Godhead, para nosotros?
Gracias, difundir este concurso: la naturaleza divina divina: del cristiano… BUEN ESTUDIO
pourriez-vous faire une étude sur la nature divine du chrétien ? Ce qui est spécifiquement pour nous aujourd’hui ? Merci! vous montez une controverse, que j’ai eu avec d’autres personnes !
Je n’accepte pas moralisateur sur n’importe qui ! Pourquoi : tous les chrétiens, qui ont vécu dans la Ligue arabe, de 50 Nations de l’ONU Nazi shariah, tous ont été exterminés… Quand les islamistes seront exterminé vous, vous aussi, comme ils exterminés: 2 millions d’Arméniens en Turquie, 2 millions de chrétiens en Syrie, 1,2 millions de chrétiens en Irak, puis, puis, encore une fois et vous peuvent parler. .. 1. vous êtes ici parce que tu m’as donné l’amitié ; 2. vous êtes ici seulement pour approfondir le thème : que signifie aujourd’hui, politiquement et spirituellement : la Christian Godhead, pour nous ?

Merci, la propagation de ce concours : sur la nature divine DIVINE : du chrétien… BONNE ÉTUDE

 1. PROBLEMI DI LESSICO (Fiorina Pistone): Mi pare di riscontrare un evidente errore lessicale nel dibattito «Le ondate dello Spirito tra differenze e affinità? Parliamone 2». Mi riferisco all’intervento di Tonino Mele, che nel penultimo capoverso cita 1 Giovanni 5,4 («Tutto quello che è nato da Dio vince il mondo») e poi dice: «…il cristiano ha, sin dall’inizio, nella sua natura divina, quanto gli serve per vincere in questo mondo». La natura divina ce l’ha soltanto Dio: l’uomo può avere avuto la nuova nascita, cioè la nascita dallo Spirito.

 La natura non è la nascita, ma «l’insieme delle qualità, tendenze, inclinazioni, considerate innate e permanenti, che fanno d’un essere quello che è; es. la natura dell’uomo, la natura di Dio ecc.» (citazione dal dizionario Garzanti). 12 febbraio 2010

2. RELATIVO E ASSOLUTO (Nicola Martella): Quanto a ciò che afferma Tonino Mele, potrà egli stesso spiegare meglio le cose. Faccio notare che l’espressione «natura divina» non intende l’essere uguali a Dio o essere divini, ma essa parla della rigenerazione da parte di Dio, chiamata in greco «nascita dall’alto» (ossia da Dio) o «nascita dallo Spirito». Giovanni la spiegò così in contrapposizione al rifiuto giudaico: «A tutti quelli che l’hanno ricevuto egli ha dato l’autorità di diventare figli di Dio, a quelli, cioè, che credono nel suo nome; i quali non sono nati da sangue, né da volontà di carne, né da volontà d’uomo, ma sono nati da Dio» (Gv 1,12s). Riguardo alla nascita dallo Spirito si veda: Gv 3,5s.8; Gal 4,29; riguardo alla nascita da Dio si veda: 1 Gv 3,9; 4,7; 5,1.5.18.

 Ora, sebbene i credenti rigenerati siano «uomini della stessa natura» dei non-credenti e debbano rifiutare ogni adorazione o venerazione cultuale (At 14,14ss), Dio per mezzo delle sue promesse ha fatto sì che diventassimo «partecipi della natura divina» (2 Pt 1,4); ciò è avvenuto come caparra alla conversione (aspetto umano) e alla rigenerazione (opera divina), allorquando i credenti sono «fuggiti dalla corruzione che è nel mondo per via della concupiscenza» (v. 4b; cfr. vv. 1ss; vv. 5ss ciò che è nato, può svilupparsi), e avverrà come piena realizzazione alla risurrezione.

 Chiaramente tale «natura divina» non è un obiettivo da raggiungere alla fine di un lungo cammino, come nella spiritualità gnostica, ma rappresenta la rigenerazione spirituale all’inizio del cammino cristiano. Inoltre Pietro parla del fatto di essere stati «fatti partecipi» d’essa, non di essere diventati divini in sé, come suggerisce la spiritualità esoterica. Paolo espresse tale concetto anche diversamente, quando affermò di essere morto con Cristo e che Egli viveva in lui (Gal 2,20). In tale simbiosi poté dire: «Portiamo sempre nel nostro corpo la morte di Gesù, perché anche la vita di Gesù si manifesti nel nostro corpo; poiché noi che viviamo, siamo sempre esposti alla morte a causa di Gesù, affinché anche la vita di Gesù sia manifestata nella nostra carne mortale» (2 Cor 4,10s).

 Per tali motivi, si può ben dire che la «natura divina», di cui Dio fa partecipi i credenti, si manifesta in loro con la rigenerazione o «nuova nascita». Chiaramente la creatura rimane tale, essendo Dio l’unico immortale (1 Tm 1,17), ma il credente ha parte a tale natura in Cristo, essendo diventati immagine di Dio o di Cristo (Rm 8,29; 2 Cor 3,18; Col 3,10). Essendo essi «rinnovati nello spirito della… mente», possono «rivestire l’uomo nuovo che è creato all’immagine di Dio nella giustizia e nella santità che procedono dalla verità» (Ef 4,23s).

 Nella risposta che segue, l’autore non era a conoscenza del contenuto di queste mie osservazioni.

3. NUOVA CREAZIONE (Tonino Mele): Indubbiamente non volevo fare un’affermazione di tipo ontologico. Dio rimane Dio e l’uomo rimane uomo anche dopo la nuova nascita. Infatti ho anche virgolettato la frase «natura divina». Probabilmente, mentre scrivevo, avevo in mente le parole dell’apostolo Pietro: «…affinché diventiate partecipi della natura divina» (2 Pt 1,4). Anche queste parole, ben più «canoniche» delle mie, sono state criticate da molti critici, vedendoci l’influsso del tardo platonismo o di qualche religione misterica. Tuttavia, a differenza di ciò che avveniva nel mondo ellenistico, Pietro non sta certamente parlando d’una «divinizzazione» dell’uomo, e neppure io, ma di quello status nuovo e permanente, che il cristiano riceve con la nuova nascita. Questo divenir «partecipi» mi pare più della semplice «possibilità» di partecipare alla «natura divina», cioè un semplice «usufrutto» nel tempo. Mi pare che Pietro parli di qualcosa di nuovo, che il credente diventa (che da l’idea d’un momento più preciso). [N.d.R. Sebbene teologicamente parlando tale momento, in cui si diventa «figli di Dio» (quindi participi della sua natura; Gv 1,11ss), sia nel momento della rigenerazione, è possibile che in 2 Pt 1,4 l’apostolo pensasse alla realizzazione escatologica, quindi alla risurrezione.]

 L’apostolo Paolo lo esprime con queste parole: «Se dunque uno è in Cristo, egli è una nuova creatura; le cose vecchie sono passate: ecco, sono diventate nuove» (2 Cor 5,17 [gr. «nuova creazione», N.d.R.]). Ed ancora: «Infatti, tanto la circoncisione che l’incirconcisione non sono nulla; quello che importa è l’essere una nuova creatura» (Gal 6,15).

 Quindi, distinguere tra «natura» e «nascita» mi pare poco pertinente con i dati neotestamentari. Perlomeno si deve parlare di «nuova natura» che ci viene data con la «nuova nascita». Se poi si debba usare l’espressione «natura divina» per identificare questa «nuova natura», se ne può discutere. Credo si possa farlo, se tra virgolette e con opportuni distingui, come qui abbiamo fatto; ma non voglio difendere questo punto a spada tratta, perché, più che alla dottrina, attiene al linguaggio che usiamo, la cui legittimità deriva dall’essere portatore d’un messaggio chiaro e senza fraintendimenti. {15 febbraio 2010}

 http://www.puntoacroce.altervista.org/_Dot/A1-Natura-divina_nato-da-Dio_EdF.htm

► URL di origine: http://puntoacroce.altervista.org/_Dot/A1-Natura-divina_nato-da-Dio_EdF.htm

21-02-2010; Aggiornamento: 22-02-2010

=====================================

Вы могли бы сделать исследование о божественной природе Кристиан? Что такое специально для нас сегодня? Спасибо! Вы шаг спор, что я имел с другими людьми!

Я не принимаю морализаторства о ком! Почему: все христиане, которые жили в Лиги арабских государств, 50 Наций нацистской ООН шариата, были все истреблены… Когда исламисты будут уничтожены, вы тоже, как они истреблены: 2 миллиона армян в Турции, 2 миллиона христиан в Сирии, 1,2 миллиона христиан в Ираке, затем, затем, так снова и вы можете говорить. .. 1. Вы здесь, потому что вы дали мне дружбы; 2. ты здесь только для того, чтобы углубить тему: что это значит сегодня, политически и духовно: христианский Бог, для нас?

Спасибо, распространение этого конкурса: на божественной природе БОЖЕСТВЕННОГО: Кристиан… ХОРОШЕЕ ИССЛЕДОВАНИЕ

could you do a study about the divine nature of the Christian? What is specifically for us today? Thank you! you step a controversy, that I’ve had with other people!

I do not accept moralizing about anyone! why: all Christians, that lived in the Arab League, of 50 Nations of Nazi Un shariah, were all exterminated.. When the Islamists will HAVE exterminated YOU, you too, as they exterminated: 2 million Armenians in Turkey, 2 million Christians in Syria, 1.2 million Christians in Iraq, then, then, so again and YOU CAN SPEAK. .. 1. you are here because you gave me friendship; 2. you are here only to deepen the theme: what does it mean today, politically and spiritually: the Christian Godhead, for us?

Thanks, spread this contest: on the divine nature DIVINE: of the Christian … GOOD STUDY

=======================

SIGNORAGGIO BANCARIO: della BANCA MONDIALE: è OCCULTISMO! ]

grazie, difondi questo concorso sulla natura divina del cristiano… BUONO STUDIO!

[ l’Islam non è nato dall’amore, come ebraismo e cristianesimo, l’Islam è una struttura demonica: di assassini autorizzati, ipocriti bugiardi autorizzati, e luridi maniaci sessuali autorizzati: sempre dal loro Dio ONU! tutta la LEGA ARABA shariah, sorge sul genocidio, ed ogni 5 minuti uccidono un cristiano martire innocenTe nel mondo! non sterminarli, significa ricevere il loro steRminio… in 1400 anni da Maometto ad oggi? loro sono rimasti gli stessi salafiti wahhabiti! tutto il genere umano è minacciato! ] CONCORSO [ poiché, non ti mancano le risorse spirituali e culturali… io ti auguro: “buona ricerca”, non avere fretta.. ed in futuro ci confrontiamo! Dio ti benedice grandemente! PACE E GIOIA [ [ CONCORSO PER TUTTI I CRISTIANI DI FACEBOOK ] molte Chiese cristiane, non hanno un insegnamento chiaro: circa: la natura divina del cristiano.. ed io stesso: io non sono un “piccolo chimico” che, ha inventato qualcosa, ma, io ho seguito gli insegnamenti di Pastori evangelici accreditati a livello mondiale… cosa è, in cosa consiste, quali sono le prerogative, le potenze, i privilegi, la posizione, della natura divina del cristiano: oggi sulla terra, di conseguenza, quali sono gli strumenti divini e soprannaturali: del cristiano per vincere le fortezze del nemico? lasciate le vostre risposte, link utili allo studio, nella posta interna di: /lorenzo.scarola, e certo, tra, un mese avrete le mie risposte! certo. io posso pubblicare le vostre riflessioni, ma, non posso rivelare la vostra identità: senza il vostro consenso! ============================

Islam is not born of love, like Judaism and Christianity, Islam is a demonic structure: of murderers authorized, Liars hypocrites authorized, and lurid sex maniacs are allowed: and, authorized: from their God: shariah UN Rothschild 322 Bush Nwo Bildenberg! all the Arab League shariah, it stands on genocide, and every 5 minutes: muslims kills an innocent Christian martyr: in the world! do not exterminate: them? it means receiving their extermination … in 1400 years from Muhammad to date? they have stayed the same Salafi Wahhabis: are same! all mankind is threatened! [COMPETITION] because you lack the spiritual and cultural resources … I wish you: “good looking”, don’t be in a hurry … and in the future we face! God bless you greatly! Peace and joy [[competition for all Christians to FACEBOOK] many Christian churches do not have a clear teaching about the divine nature of the Christian … and myself: I’m not a “little chemist” that he invented something, but, I followed the teachings of Evangelical pastors globally accredited … What is, what is, what are the prerogatives, powersthe privileges, position, of the divine nature of the Christian: today on Earth, therefore, what are the divine and supernatural: tools of the Christian to win the enemy’s fortresses? leave your answers, useful links to study, in my internal mail box:/lorenzo.scarola, and of course, between, one month you will have my answers! of course. I can publish your thoughts, but I cannot reveal your identity, without, your consent! ======================

El Islam no nace del amor, como el judaísmo y el cristianismo, el Islam es una estructura demoníaca: asesinos autorizados, hipócritas mentirosos autorizados y espeluznante sexo maniacos se permiten: y, autorizado: de su Dios: shariah UN Rothschild 322 Bush Nwo Bildenberg! todas la Sharia de la Liga Árabe, está parado sobre el genocidio y cada 5 minutos: los musulmanes mata a un inocente mártir cristiano: en el mundo! ¿No exterminar: ellos? ¿que significa recibir su exterminio en 1400 años de Muhammad hasta la fecha? se han quedado el mismo wahabitas Salafi: son los mismos. toda la humanidad está en peligro! [Concurso] porque le falta los recursos espirituales y culturales… Te deseo: “guapo”, no tener prisa… y en el futuro que nos enfrentamos. Dios te bendiga grandemente! Paz y alegría [[competencia: para todos los cristianos a FACEBOOK] muchas iglesias cristianas no tienen una enseñanza clara sobre la naturaleza divina de los cristianos… y a mí: Yo no soy un “pequeño químico” que inventó algo, pero he seguido las enseñanzas de los pastores evangélicos en todo el mundo acreditados… Lo que es, lo que es, ¿cuáles son las prerrogativas, privilegios SeriesLas, posición, de la naturaleza divina: del cristiano: hoy en día en la tierra, por lo tanto, ¿qué divino y sobrenatural: herramientas del cristiano para ganar las fortalezas del enemigo? Deja tus respuestas, enlaces útiles para estudiar, en mi box:/lorenzo.scarola correo interno, y por supuesto, entre un mes tendrás mis respuestas! Claro. ¿Puedo publicar tus pensamientos, pero no puedo revelar su identidad, sin su consentimiento. ========================

Gruppo al Qaida si allea con Isis

E’ Uqba bin Nafi, branca tunisina dell’Aqmi.

Iraq, Arabia Saudita finanzia terrorismo, Tv, Baghdad accusa Riad di sostenere gruppi di insorti armati

===================

amico: Bravo beato te che possiedi la verità!

Unius REI: “dobbiamo lasciarci possedere dalla VERITà, perché non siamo stati noi che abbiamo creato dal nulla l’Universo, Gesù è: il senso, e la VERITà di tutte le cose

amico: Bravo concordo

Unius REI: “aiutami a diffondere questo concorso!

===========================

L’esistenza di fanatici fondamentalisti non giustifica la condanna di tutto l’Islam, quattro imam hanno firmato la dichiarazione contro lo schiavismo proposta da Papa Francesco, la regina di Giordania e il premio nobel per la pace Malala sono persone straordinarie e bisogna credere che la misericordia di Dio può’ arrivare ovunque [[ ANSWER ]]

Antonio Gaspari tu sei un RINTRONATO! In Giordania, se ti converti: dall’Islam al Cristianesimo, ti licenziano, espellono e ti tolgono moglie e figli! in Egitto finisci, in prigione, in 12 nazioni almeno c’è la pena di morte diretta, per il crimine di apostasia… e a tutti gli islamici non gliene frega una mazza, che ogni 5 minuti la LEGA ARABA shariah, mette a morte un cristiano! INFORMATI!

==================

Mattia Di Blasio ammetto di non essere in grado di capire quel che scrivi. Non nei contenuti, lo ribadisco, nella forma sua forma sintattica, intendo.

https://www.facebook.com/mattia.blasio NON TI FARE SENSI DI COLPA, DI QUELLO CHE IO DICO, MANCA LA SEMANTICA E LE CATEGORIE CULTURALI, INFATTI, IL SIGNORAGGIO BANCARIO: DELLA BANCA MONDIALE: è OCCULTISMO!

=======================

Grazie Lorenzo. condivido con te, il primo commandamento: NON C’E’NESSUN DIO ALL’INFUORI DI ME!!! I mussulmani sono della stirpe di Caino(secondo il mio punto di vista)

==============

GIACOMO DICE: ” Leggendo la questione sulla divinità del cristiano, nel cristiano, sollevata dal “concorso 2”, mi sono venute in mente le parole di Sant’Agostino, che ci invita a “non uscire fuori di noi stessi” perché la Verità è “nell’intimo” della natura umana. La differenza tra un cristiano e un uomo che professa un’altra religione è che il primo, a differenza del secondo, non è consapevole di essere il respiro vivente di un Essere infinitamente più grande, immanente e trascendente alla nostra “materia”. Cicerone diceva che siamo solo polvere ed ombra, ma se guardiamo alla natura umana come incarnazione di Dio, e Cristo ce lo ha dimostrato, ritroviamo una dignità, una grandezza, un’immensità rispetto alla quale varremmo davvero niente. ogni azione umana è ispirata a qualcosa di più grande o di meglio, noi cristiani vi riconosciamo la “sete di Infinito” o “la voce di Dio”, senza la quale veramente ci sentiremmo “morti” o “spenti”. Così Dio progetta per noi un cammino, e non scegliamo noi di seguirlo: più o meno consapevolmente lo percorriamo e siamo invitati a “farne un capolavoro”, come diceva Giovanni Paolo II. Dio ha fatto per noi il 90%, l’altro, 10% lo ha affidato a noi, che siamo sempre “liberi di scegliere” quale valore attribuire alla nostra esistenza, come madre Teresa ci fa comprendere nella meravigliosa poesia: “Puoi sempre scegliere”. Dio è il senso dei nostri giorni, è dentro di noi, mentre ci parla e la coscienza è la Sua voce; è fuori di noi, nell’altro che talvolta disprezziamo, ignoriamo, mentre magari cerca soltanto amore e ascolto. E questo è la migliore accoglienza o regalo che noi possiamo fare e sentiamo di fare perché dentro di noi c’è un Dio che ce lo consiglia, come Padre, come Fratello, o come Spirito.

=====================

TEL AVIV, 11 DIC – La morte del ministro palestinese Ziad Abu Ein è stata provocata da un blocco dell’arteria coronarica, forse per lo stress. Così il ministero della Sanità israeliano al termine del rapporto preliminare sull’autopsia del ministro, condotto da esperti israeliani, palestinesi e giordani. Una “lieve emorragia e una pressione locale” sono stati trovati sul collo di Abu Ein.

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/12/11/israelemin.-palestinesee-stato-infarto_944dd626-468b-423f-96ef-8fcd3ba6cfdc.html

Fabio Dell’Acqua · Top Commentator

Purtroppo in questi casi,non ci crederà nessuno,perchè le immagini dei tafferugli non lasciano molto al ragionamento razionale. In ogni caso, come ormai da anni Israele fa’ sempre la parte del capò contro i prigionieri .

 Lorenzo Scarola · Teologico dell’Italia Meridionale

CHE FIGURA DI MERDA, L’ODIO CONSUMA IL CUORE, POI, FINISCI ALL’INFERNO!

============================

Giuseppe dice: “Io che ho la “Voce” che mi insegna non trovo la soluzione. …

Unius REI dice: “lo spirito guida è un demone, che tu devi espellere! soltanto la fede arida nella Parola di Dio, è il sentiero del cristiano!

Giuseppe dice: “Caro amico sei malato e indottrinato, tu non meriti di seguire Gesù Cristo

Unius REI dice: “infatti tu segui uno spirito guida, mentre Gesù ti ha lasciato lo Spirito Santo

Giuseppe dice: “Tu sei stolto, tu ignori chi sono e di che cosa sono capace.

Unius REI dice: “vai a cacare che ti esce il colore in faccia!

Giuseppe dice: “Questo è l’amore che ti ha insegnato Gesù Cristo. Bellino sei.

Unius REI dice: “non dobbiamo divagare sull’argomento! o vi mettete a studiare cosa significa oggi per noi la natura divina del cristiano oppure andatevene!

Giuseppe dice: “Mi ha scritto che la voce che mi insegna è del demonio.

Unius REI dice: “NON PUOI PENSARE DI ESSERE UN CRISTIANO ORTODOSSO SEGUENDO SPIRITI GUIDA.. PERCHé LA FEDE NASCE DALLA PAROLA DI DIO… TUTTAVIA, NON MI INTERESSA LA TUA CREDENZA, NOI QUI DOBBIAMO DISCUTERE DELLA NATURA DIVINA DEL CRISTIANO

ecc.. ecc… ecc…

Giuseppe era un troll ed è stato bloccato!

=====================

amica: La natura umana non ha la capacità di comprenderla, possiamo solo ipotizzare, ma per arrivare alla comprensione totale, bisogna essere ricolmi di Spirito Santo e se abbiamo anche un solo granello di peccato lo Spirito Santo non può entrare in noi. Ciao ora devo andare. Buona giornata Dio ti benedica. [[ answer ]]

UNIUS REI: “Dio ti benedica.. il peccato è stato espiato da Gesù sulla croce.. rimangono gli effetti, MA, IL PECCATO non ha più potere su di noi! NOI non abbiamo oggi, un problema di comprensione, circa, la totalità della nostra natura divina, perché, la nostra natura umana, oggi, è troppo limitata, per tutto questo… VOGLIAMO SAPERE SOLTANTO, COSA SPIRITUALMENTE E POLITICAMENTE, DI QUESTA NATURA DIVINA, NOI POSSIAMO UTILIZZARE OGGI?

SE, LA NATURA DIVINA NON POTEVA ESSERE COMPRENSIBILE PER NOI? POI, DIO NON CE LA AVREBBE DATA! … buono studio

=============

Gesù Cristo è Dio, come lo è lo Spirito Santo, Dio uno e trino, noi siamo coeredi in quanto figli di Dio certo, ma non potremmo mai essere come Cristo perché Lui è la seconda persona della Santissima Trinità, altra cosa, un ateo potrà avere la salvezza non perché eroe, ma perché convertito e pentito dei propri peccati.

[[ ANSWER ]] ================

amica: “quello che tu hai scritto adesso è perfetto, ma, tu non hai focalizzato cosa è, in cosa consiste: la natura divina del cristiano! la Ma il cristiano non ha natura Divina di per sé, la natura divina è solo di Dio, noi come esseri umani siamo creature di Dio, solo dopo la morte

potemmo avere la possibilità di contemplare Dio nella Sua natura, Divina…..ma noi di divino non abbiamo abbiamo nulla.

UNIUS REI [[ ANSWER ]] ALLORA, NON è VERO CHE, TU SEI FIGLIO DI DIO! LE CARATTERISTICHE CHE, TU HAI DESCRITTO SONO SERVILI, NON SONO CARATTERISTICHE FILIALI! … LO SAPEVO, TROPPE RELIGIONI CRISTIANE, NON INSEGNANO A VIVERE COME FIGLI DI DIO!

Lorenzo Scarola Ma cosa stai dicendo? Ogni essere umano è figlio di Dio, in quanto è stato riscattato col Sangue di Gesù Cristo nella sua volontaria Crocifissione, noi siamo stati riscattati dalla morte sicura, siamo stati ammessi ad essere partecipi della Divinità di…Altro…

Lorenzo Scarola Gesù Cristo è Dio, come lo è lo Spirito Santo, Dio uno e trino, noi siamo coeredi in quanto figli di Dio certo, ma non potremmo mai essere come Cristo perché Lui è la seconda persona della Santissima Trinità, altra cosa, un ateo potrà avere la salvezza…Altro…

Lorenzo Scarola CONCORSO PER TUTTI I CRISTIANI DI FACEBOOK ] molte Chiese cristiane, non hanno un insegnamento chiaro: circa: la natura divina del cristiano.. ed io stesso: io non sono un “piccolo chimico” che, ha inventato qualcosa, ma, io ho seguito gli insegnamenti di Pastori evangelici accreditati a livello mondiale… cosa è, in cosa consiste, quali sono le prerogative, le potenze, i privilegi, la posizione, della natura divina del cristiano: oggi sulla terra, di conseguenza, quali sono gli strumenti divini e soprannaturali: del cristiano per vincere le fortezze del nemico? lasciate le vostre risposte, link utili allo studio, nella posta interna di: /lorenzo.scarola, e certo, tra, un mese avrete le mie risposte! certo. io posso pubblicare le vostre riflessioni, ma, non posso rivelare la vostra identità: senza il vostro consenso!

========================

Giacomo dice: “Oggi è triste constatare come per ignoranza del Vangelo da parte di molte persone, che peraltro si dicono cristiane, i valori insegnati da Cristo si stiano dissolvendo di fronte a visioni della realtà che oscillano tra agnosticismo e ateismo. La Chiesa ci dà la possibilità di riconoscere quel “seme” divino che è in noi, che è immanente e trascendente consapevolmente e attivamente alla realtà: i nostri genitori lo fanno per noi al Battesimo, noi confermiamo la nostra scelta con la cresima, ma non basta: bisogna credere in Dio! e bisogna farlo non con la mente, che è un prodotto dell’educazione, ma con il cuore (incontaminato), perché ai cuori Dio ha parlato duemila anni fa e attraverso il cuore e la preghiera oggi ci parla e ci ascolta.

===============================

Per Kiev “è inopportuno” continuare le trattative di Minsk [[ DOVE ABITANO GLI SQUALI: DEL SISTEMA USUROCRATICO ROTHSCHILD MERKEL BILDENBERRG !! ] DI Leonid Kuchma

Kiev sta silurando il superamento della tensione nell’Est dell’Ucraina. La prospettiva dell’incontro con i rappresentanti del Donbass, che doveva tenersi a Minsk, sembra essere sfumata, non c’è stata nessuna videoconferenza.

Gli esperti ne desumono che Kiev abbia deciso di chiudere il dialogo in quanto intende recedere dagli accordi di Minsk.

Riunire il gruppo di contatto è inopportuno, ha dichiarato l’ex presidente ucraino Leonid Kuchma che ultimamente rappresentava il governo di Kiev alle trattative con i leader delle Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk. Il gruppo non si riunisce da parecchio tempo, neanche in videoconferenza. Si pensava che il 10 ottobre Kiev e Donbass avrebbero comunicato su Skype, ma l’Ucraina ha deciso diversamente: non ha semplicemente risposto alla chiamata. L’ha comunicato l’inviato speciale del Donbass alle trattive di Minsk Denis Pushilin.

Alla luce di quanto detto da Leonid Kuchma il motivo diventa chiaro. Se persino la persona incaricata di promuovere il dialogo si rifiuta di trattare, significa che ha ricevuto delle istruzioni precise. Questo atteggiamento è deplorevole, sottolinea il parlamentare russo Vasily Likhachyov, membro della Commissione della Duma per gli affari della CSI e l’integrazione eurasiatica.

Sono convinto che il lavoro, iniziato sulla base degli accordi di Minsk, dei principi universali del diritto internazionale e degli standard umanitari che questo diritto prevede, debba essere continuato. Dal punto di vista politico e giuridico, ciò è l’unica possibilità per assicurare un dialogo tra Kiev e Donbass. L’impressione però è che Leonid Kuchma, che a Minsk rappresenta le autorità di Kiev, stia cercando di evitare la discussione dei problemi concreti. Ciò viene fatto per dare a Kiev la possibilità di concentrare le truppe e continuare la rappresaglia nell’Est dell’Ucraina. Ne sono profondamente amareggiato.

Il primo incontro a Minsk tra i rappresentanti delle milizie del Donbass, Leonid Kuchma in qualità di rappresentante del governo di Kiev, l’ambasciatore della Russia in Ucraina, Mikhail Zurabov, e l’inviato speciale dell’OSCE Heidi Tagliavini, si era tenuto il 5 settembre, dopo la clamorosa sconfitta delle truppe ucraine inflitta dai difensori del Donbass. Per salvare la faccia Kiev ha dovuto accettare il negoziato. Dopo una serie di riunioni svolte a Minsk, il gruppo di contatto ha concordato un memorandum che prevedeva la cessazione del fuoco, il ritiro degli armamenti pesanti dalla linea del fronte, lo scambio di prigionieri e la concessione di uno status particolare alle regioni di Lugansk e Donetsk. Tuttavia c’è stato soltanto uno scambio di prigionieri. Le forze ucraine hanno continuato a bombardare i quartieri residenziali. La legge sullo status speciale della regione è stato approvato dalla Rada Suprema, ma poi annullata dal presidente ucraino. Kiev ha varato il blocco economico contro Donbass. Tutto ciò va chiaramente contro gli accordi di Minsk e non favorisce la risoluzione della crisi.

Donbass e Mosca si esprimono in favore degli accordi che sono stati raggiunti e auspicano la ripresa del dialogo con Kiev, ma per questo ci vuole la volontà politica da parte dell’Ucraina. Il 9 dicembre il presidente Poroshenko ha proclamato un “giorno di silenzio”. Grazie a ciò, per la prima volta dopo tanto tempo, nessuno è morto. È un fatto rassicurante. Dimostra che è possibile mettersi d’accordo su tutto, basta volerlo.

http://italian.ruvr.ru/2014_12_11/Per-Kiev-e-inopportuno-continuare-le-trattative-di-Minsk-3061/

Gli USA insistono sulla conservazione del Trattato sui missili di media e corta gittata

Washington dichiara che metterà a punto un complesso di misure militari capaci di costringere Mosca a rispettare il Trattato sulla liquidazione dei missili di media e corta gittata. Ed intanto gli USA non dispongono di conferme del fatto che la Russia abbia deviato dal Trattato, mentre la Russia respinge tutte le accuse.

“Patrioti europei” contro l’islamizzazione

Gli europei di oggi sono abituati a sentire parole come “Kobane” (città siriana) e “Peshmerga” (combatenti curdi). Ciò è logico, perché in Medio Oriente è in corso una guerra contro gli estremisti del cosiddetto “Stato islamico”

====================================

“Patrioti europei” contro l’islamizzazione. [ IL PROGETTO, DEI FARISEI MASSONI MERKEL 322 BUSH, LA USUROCRAZIA BANCA MONDIALE, PER DISINTEGRARE LA CIVILTà EBRAICO CRISTIANA ] Gli europei di oggi sono abituati a sentire parole come “Kobane” (città siriana) e “Peshmerga” (combatenti curdi). Ciò è logico, perché in Medio Oriente è in corso una guerra contro gli estremisti del cosiddetto “Stato islamico”

Ultimamente però in Germania è comparsa un’altra parola – “Pegida”. Non ha nulla a che vedere con l’arabo o la lingua curda. È l’acronimo con il quale viene definito un nuovo movimento sorto da poco – “Patrioti europei contro l’islamizzazione dell’Occidente”.

Giorni fa il portale europeo “EurActiv” ha informato che a Dresda si è tenuta una manifestazione promossa dal movimento “Pegida”, alla quale hanno partecipano almeno 10 000 persone. I manifestanti hanno protestato contro gli abusi da parte degli immigrati, provenienti soprattutto dai paesi islamici dell’Africa e del Medio Oriente, contro il radicalismo islamico e contro l’erosione della cultura tedesca che risente fortemene del proliferare di usanze e tradizioni islamiche. Si comunica che manifestazioni analoghe hanno avuto luogo anche in altre città della Germania. In tal modo, le proteste stanno diventando regolari.

Occorre dire però che a Dresda, in parallelo con la marcia organizzata da “Pegida”, si è tenuta anche una contromanifestazione. Per quanto riguarda la manifestazione di “Pegida”, il ministro dell’Interno tedesco, Thomas De Maizière, l’ha definita “provocatoria”. “Non ci servono lezioni di patriottismo”, – egli ha detto in un’intervista alla televisione. Inoltre, sempre secondo De Maizière, gli attivisti “Pegida” sono conosciuti non tanto per il loro patriottismo, quanto per la libertà con cui trattano la legge. Il problema degli immigrati è assolutamente trasparente, ha osservato il ministro. Occorre aiutare coloro che se lo meritano e deportare chi non rispetta le regole.

Secondo il ministro della Giustizia, Heiko Maas, le recenti manifestazioni hanno dimostrato che i sostenitori di “Pegida” sono in minoranza. Certo, dalla poltrona ministeriale il problema degli abusi da parte degli immigrati e dell’integrazione dei nuovi arrivati forse non si presenta poi così drammatico. Eppure, da alcuni ultimi anni, questo tema viene regolarmente inserito nell’agenda politica dell’Europa unita. In questo senso, per le persone che lasciano casa in cerca di una vita migliore, la Germania benestante è una specie cartina di tornasole. Tuttavia i primi a subire le conseguenze dell’immigrazione sono i paesi del Mediterraneo. Per gli immigrati che vengono dall’Africa e dal Medio Oriente proprio questi paesi sono la porta dell’Europa. La maggioranza di queste persone sono naturalmente di fede islamica.

Citando i dati dell’ONU, l’austriaco “Die Presse” informa che quest’anno il flusso di migrazione verso l’Europa ha raggiunto numeri record. 207 000 persone hanno cercato di raggiungere l’Europa a bordo di navi e barconi. 3 419 sono morte durante il viaggio. Nel 2012 erano annegati 500 profughi, nel 2013 – 600. Ritornando alla Germania, c’è da dire che dal punto di vista del numero di immigrati è seconda soltanto agli USA. L’anno scorso hanno chiesto asilo in Germania ben 127 000 persone. Secondo le proiezioni, quest’anno il numero di profughi potrebbe crescere di altre 30 000 persone.

Gli umori dei tedeschi si possono facilmente capire, se pensiamo che per motivi di correttezza politica al posto di “fiera Natale” oggi si usa dire “fiera invernale”. Lo stesso sta succedendo anche in Francia e in altri paesi d’Europa. Ma come si può arginare il flusso dei profughi se le guerre, dalle quali la gente sta cercando di ripararsi, non finiscono mai? Il vice presidente dell’Accademia geopolitica Vladimir Anokhin mette in guardia contro i tentativi di sottovalutare il problema.

L’Europa è sempre stata una delle mete dei flussi migratori. Adesso però in Europa non si tratta più soltanto di tensione nazionale, ma anche di tensione etnica. Ciò crea premesse per la proliferazione del nazionalismo radicale. Da qui la strada al nazismo è breve. In tal modo, l’Europa rischia di diventare un focolaio di neonazismo o, in altre parole, di nazionalismi alimentati dall’ideologia della razza bianca.

In Germania i moderni standard della democrazia europea sono finiti nel mirino del movimento “Pegida”. Ma per i tedeschi questo nome non è l’unico neologismo degli ultimi tempi. Girano già parole come “Kagida”, “Dügida“, “Mügida“, dove le prime lettere stanno per il nome della rispettiva città – Kassel, Düsseldorf, München, e le ultime tre significano appunto “contro l’isamizzazione dell’Occidente”. Ce ne saranno delle altre dello stesso tipo?

http://italian.ruvr.ru/2014_12_11/Patrioti-europei-contro-l-islamizzazione-9744/

10 novembre 2013, Van Rompuy: IL TRADITORE: NEL SISTEMA MASSONICO USUROCRATICO MERKEL FMI SPA BCE, è intervenuto a favore “della libertà di spostamento”

Il Presidente del Consiglio Europeo Herman Van Rompuy è intervenuto contro gli stati d’animo anti migranti sabato nella Capitale della Germania in occasione del 24° anniversario della caduta del muro di Berlino. Ha sottolineato che molti in Europa Occidentale non accettano la migrazione legale dei cittadini della Romania e della Bulgaria.

Il Presidente del Consiglio Europeo Herman Van Rompuy è intervenuto contro gli stati d’animo anti migranti sabato nella Capitale della Germania in occasione del 24° anniversario della caduta del muro di Berlino. Ha sottolineato che molti in Europa Occidentale non accettano la migrazione legale dei cittadini della Romania e della Bulgaria. Van Rompuy ha sottolineato che la libertà di spostamento è “segno di civiltà” e non è sviluppata in Unione Europea.

Secondo Van Rompuy, nonostante l’alto livello di disoccupazione ci sono molti posti di lavoro disponibili, inoltre ha esortato ad approfondire la cooperazione nell’ambito della politica estera e di sicurezza.

http://italian.ruvr.ru/2013_11_10/Van-Rompuy-e-intervenuto-a-favore-della-liberta-di-spostamento/

Il conflitto siriano provoca un boom di immigrati in Europa

12 settembre 2013, 14:44

 Salvato un gruppo di profughi siriani a largo delle coste della Sicilia

8 ottobre 2013,

Gli islamisti tedeschi si spostano in Siria

8 aprile 2013,

Allarme immigrati clandestini in Gran Bretagna

23 luglio 2012, 17:10

 L’opposizione siriana tratta la formazione di un governo di transizione

26 luglio 2013,

Siria: leader islamista invita l’opposizione alla riconciliazione

10 novembre 2013, 07:33

“Il conflitto in Siria sta acquisendo un carattere internazionale”

======================

COME I SATANISTI MASSONI FARISEI, COMUNISTI RADICALI GENDER BILDENBERG, COME PORTERANNO ALLA AGONIA ISRAELE E LA CIVILTà EBRAICO CRISTIANA!

L’ISIS vorrebbe vendere la salma del giornalista giustiziato per un milione di dollari

I guerriglieri del gruppo estremista lo “Stato islamico” (ISIS), che hanno giustiziato ad agosto il giornalista americano James Foley, sono pronti a vendere i suoi resti ai genitori o al governo per un milione di dollari, riferiscono i media.

I militanti dell’organizzazione terroristica ISIS il 19 agosto hanno pubblicato su Internet il video dell’esecuzione in Iraq del giornalista Foley, catturato nel 2012 in Siria.

L’ISIS ha proclamato il “califfato” nei territori occupati in Siria e in Iraq questa estate.

http://italian.ruvr.ru/news/2014_12_11/L-ISIS-vorrebbe-vendere-la-salma-del-giornalista-giustiziato-per-un-milione-di-dollari-9344/

ISIS, le autorità USA impedirono ai genitori di Foley di raccogliere fondi per pagare riscatto

15 settembre,

USA: confermate le informazioni sull’esecuzione del cittadino americano

17 novembre,

L’ISIS ha giustiziato un altro ostaggio americano

16 novembre,

Gli USA perdono punti nell’indice sulla libertà di stampa

13 febbraio,

L’ISIS ha pubblicato le regole per i giornalisti

8 ottobre,

John Kerry

Gli USA vogliono coinvolgere la Russia nella risoluzione della crisi siriana

31 ottobre,

La Russia sostiene la risoluzione degli USA sulla lotta contro l’ISIS

25 settembre,

I fondamentalisti di ISIS uccidono un altro giornalista USA

============================

Yatsenyuk ha definito il compito principale dell’Ucraina SOPRAVVIVERE DI STENTI: PER POTER REALIZZARE IL GENOCIDIO DEI RUSSOFONI DEL DONBASS: GLI SCHIAVI: SENZA SOVRANITà! TUTTE LE RISORSE SONO PER LO SFORZO BELLICO: DELLA RICONQUISTA:

L’ISIS vorrebbe vendere la salma del giornalista giustiziato per un milione di dollari 20:42

Gli aiuti umanitari russi potrebbero raggiungere il Donbass venerdì 20:07

La Russia crea i propri laser da combattimento 19:44

Il caso “Mistral” minaccia il contratto di Parigi e New Delhi 19:07

La Russia assegnerà all’Ucraina fino a 5 milioni di dollari 18:42

Pausa nei colloqui a Minsk 18:09

Russia, Nalchik, uccisi quattro guerriglieri 17:40

Gazprom avverte sui rischi di transito del gas attraverso l’Ucraina 17:06

La Bulgaria ha trovato un sostituto al “South Stream” 16:36

===================

FARISEI 666 SATANISTI MASSONI BILDENBERG 322 USA NATO UE: HANNO UN SOLO OBIETTIVO: REALIZZARE IL GENOCIDIO: DEL SOVRANO POPOLO DEI RUSSOFONI: NEL DONBASS: PERCHé è QUESTO CHE DICE LA DEMOCRAZIA DI HITLER MERKEL ONU SHARIAH!

Ucraina:Iatseniuk, incontrerà leader Nato

Ma premier Kiev non specifica dove

Il caso “Mistral” minaccia il contratto di Parigi e New Delhi

Il problema con la consegna delle portaelicotteri di classe “Mistral” alla Russia mina la fiducia dei clienti verso la Francia e consente ad altri esportatori di armi nel mondo, come gli Stati Uniti e la Gran Bretagna di utilizzare la situazione a loro favore, riferiscono i media francesi.

In particolare, secondo i giornalisti, i partner mondiali fanno capire all’India, che la Francia è inaffidabile nelle sue promesse. L’India, a sua volta, vuole chiarezza su cosa si può aspettare dagli accordi con Parigi.

In precedenza, l’India ha firmato un contratto con la Francia per la fornitura di 126 caccia media multiruolo “Rafale”, il contratto è stimato in più di 10 miliardi di dollari.

 http://italian.ruvr.ru/news/2014_12_11/Il-caso-Mistral-minaccia-il-contratto-di-Parigi-e-New-Delhi-0820/

La Russia nel 2014 assegnerà fino a 5 milioni di dollari per aiuti umanitari alla popolazione dell’Ucraina nel quadro del Programma Alimentare Mondiale dell’ONU, riferisce l’ufficio stampa del Consiglio dei ministri della Federazione Russa.

Inoltre, per il Capodanno i senatori russi intendono inviare ai bambini del sud-est dell’Ucraina 5.000 regali, ha detto giovedì il vice speaker del Consiglio della Federazione Yury Vorobiev. Ha anche detto che ora viene creato il fondo, in cui i senatori donano il loro stipendio di un giorno per aiutare i bambini ucraini colpiti dai bombardamenti.

Vorobiev ha evidenziato che la Duma di Stato della Russia sta raccogliendo regali per i bambini.

La Russia crea i propri laser da combattimento

 http://italian.ruvr.ru/news/2014_12_11/La-Russia-crea-i-propri-laser-da-combattimento-7285/

Anna la rossa tentò di sedurre Edward Snowden? abbiamo scoperto perché, su dieci matrimoni: in USA, sette commettono il divorzio, lol. è tutta colpa del KGB! lol. Bush 322 Kerry, non so, che, cosa ha tubato il vostro cervello, nella massonica “teschio con le ossa” ma, adesso state scocciando! SE, IO VI HO DETTO, CHE, LA TERZA GUERRA MONDIALE NUCLEARE CONTRO LA RUSSIA NON VE LA FACCIO FARE: POI, PERCHé VOI INSISTETE, ANCORA, CON QUESTE STRONZATE? PERò POTETE SEMPRE DISINTEGRARE LA LEGA ARABA NAZI ONU GENDER: SHARIAH SENZA DIRITTI UMANI.. COSì, GIUSTO: PER CONSOLARVI!

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2014/12/08/anna-la-rossa-tento-sedurre-snowden_852c6126-d738-40fd-9894-dd8d95248c42.html

Bush 322 Kerry LaVey, Obama 666 GENDER, DATAGATE, CIA: USUROCRAZIA ROTHSCHILD, SPA FMI, SATANA BAAL TALMUS SISTEMA MASSONICO BILDENBERG REGIME NATO IMPERILISMO NWO ] tutto il vostro bullismo, contro, tutte le Nazioni del mondo: non può essere nascosto dalle vostre chiacchiere! Anna la rossa tentò di sedurre Edward Snowden

=======================

Open letter to Papa Francesco ] durante la ENNESIMA: “insolita, più che frequente” visita pastorale: del mio Arcivescovo Mons. FRANCESCO Cacucci, e stante l’insediamento: da pochissimi giorni del nuovo Parroco Padre Sabino.. io sono stato insistentemente invitato dai Ministranti più anziani: ad esercitare il mio Ministero di Accolito, perché, normalmente, la mia posizione: è quella di essere umile, defilato, per lasciare spazio agli altri! MA, QUESTA è LA VERITà: è GRANDE LA STIMA, CHE: GLI ALTRI MINISTRI ANZIANI HANNO DI ME IN PARROCCHIIA! QUINDI, io ho ceduto alle loro insistenze, ed alle insistenze del nuovo Parroco: che la domenica precedente, mi aveva invitato durante la Messa Domenicale ad essere presente, alla Celebrazione Solenne, della visita Pastorale dell’Arcivescovo CACUCCI! Con la presenza: di tre sacerdoti, non c’era bisogno, che, anche io, contribuissi, alla distribuzione della S.S. Eucaristia ai fedeli… purtroppo però, nella pisside dell’Arcivescovo, le particole sono venute a mancare, così, io sono salito, all’altare per aiutarLo, porgendo a lui, particole da un altra pisside! .. ed è stato a questo punto, che, l’Arcivescovo mi ha cacciato, dall’altare, dicendo: “lei scenda dall’altare” … noi sull’altare ad iniziare dal Parroco Padre SABINO, noi siamo stati tutti presi dal panico! Il Padre Sabino ha raccolto tutte le particole avanzate, nelle Pisside principale, e poiché, io avevo in mano il coperchio, io ho chiuso la Pisside: nel Tabernacolo… dopo la celebrazione, l’Arcivescovo ha detto a Padre Sabino: che, chi esce dal Seminario, perché, LUI doveva diventare prete, poi, decadono, automaticamente, tutti i ministeri, che, lui ha ricevuto in seminario, anche! INTERROMPENDO COSì, IL MIO MIISTERO DI ACCOLITO, di: 32 ANNI, CHE, NON SOLTANTO, L’ARCIVESCOVO MAGRASSI, MI AVEVA CONCESSO DI ESERCITARE: che l’Ufficio Diocesano Mons. Don Vito Bitetto: mi aveva certificato: avendo io frequentato gli incontri di aggiornamento, MA, CHE ANCHE LUI: MI HA CONSENTITO DI ESERCITARE A TUTT’OGGI, IN SUA PRESENZA: più e più volte! Anzi, quando lui stabilì, che, la processione: del CORPUS DOMINI, non si doveva fare nei Paesi, ma soltanto, in Città, a Bari, proprio io mantenevo il Baldacchino, come dimostrano le fotografie, e proprio io, in Più occasioni ho distribuito la Eucaristia, insieme a lui, in questi anni!

Ma, quando lui era mio Parroco, a detta dell’Arcivescovo Magrassi fu proprio lui: Cacucci, ad assumersi la responsabilità: che, io non dovessi più accedere agli ordini sacri: del Diaconato, ecc… ED ANCHE, SE, LA CIRCOSTANZA PER ME, e per la mia comunità parrocchiale, FU UNA CIRCOSTANZA STRAZIANTE, TUTTAVIA, IO NON RITENEVO, CHE, CI FOSSE QUALCUNO CHE, POTESSE AVERE IL DIRITTO DI DIVENTARE PRESBITERO! ed è questa la verità: dopo QUESTO PUBBLICO SCANDALO: IO HO PAURA DI ANDARGLI A PARLARE, E SONO A CHIEDERLE LA PREGHIERA, DI POTER USUFRUIRE DI UNA SUA MEDIAZIONE!

Lorenzo Scarola · Teologico dell’Italia Meridionale

TUTTI I NAZISTI SHARIAH ONU, SENZA RECIPROCITà, IN TUTTA LA LEGA ARABA SHARIAH.. SONO MOLTO PIù PERICOLOSI DELLE LUMACHE GIGANTI: “SOPPRIMETELI!” http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/oceania/2014/12/11/n.zelanda-allarme-dogana-lumaca-gigante_f429f249-ef58-4183-930a-0e8476f8f4c9.html

{rtf1ansiansicpg1252deff0deflang1040deflangfe1040{fonttbl{f0fnilfcharset0 Arial;}}
{colortbl ;red0green0blue255;red0green0blue0;red255green255blue255;}
https://www.facebook.com/egidio.cavallini perché la tua testa di sopra è diventata così simile alla tua testa di sotto?
perché tu non vuoi parlare con me?
quindi se tu non vuoi parlare con me? tutto quello che tu puoi dire è falso
AUGURI GIACINTO PER QUESTO FELICE GIORNO DEL TUO FELICE ONOMASTICO TRA LO SPLENDORE DELLA GLORIOSA SANTITà DEI SANTI TUTTI I FIGLI DI DIO! [] Oggi ricorre la data di nascita del Prof. Giacinto Auriti nacque il 10 ottobre del 1923 a Guardiagrele in provincia di Chieti. Grande maestro di vita ci ha insegnato la verità sulla moneta. In occasione del 91 b0 anno dalla sua nascita vi riproponiamo un’articolo dell’avv. A.Pimpini. ] [ CHI ERA GIACINTO AURITI ] Nel ricordo di un amico di Antonio Pimpini.
Li Auriti giurista è noto negli ambienti universitari per gli studi le ricerche e le pubblicazioni accademiche ma la sua notorietà si diffuse anche a chi non ne era partecipe di tale mondo poiché a seguito delli esperimento scientifico in Guardiagrele dei SIMEC (SIMboli EConometrici di costo nullo di VALORE INDOTTO) la sua teoria sulla PROPRIETà POPOLARE DELLA MONETA si diffuse in tutto il mondo. Egli non fu mai né conformista né omologato con severo spirito critico innanzi tutto con se stesso poneva sempre a verifica le sue affermazioni discutendo con tutti in modo sereno e pronto a recepire novità anche se il suo dialogo si interrompeva bruscamente al cospetto di un interlocutore animato da compromesso o mala fede. Questo grande merito lo rese atipico anche negli ambienti universitari in quanto non scriveva per il gusto di aumentare la sua bibliografia a soli fini statistici ma per affermare principi nuovi o evoluzioni di precedenti idee. Il suo insegnamento fu una vera e propria missione si divertiva e godeva nel poter formare giovani studenti allo spirito critico (la sua frase alli inizio di ogni corso di lezioni era Voi avete il dovere di conoscere quanto i professori vi insegnano ma non dovete necessariamente crederci . Anche se le cronache giornalistiche lo conobbero diffusamente solo con li esperimento dei SIMEC di Guardiagrele il suo percorso professionale risale agli anni 50 allorché divenne assistente presso la Cattedra di Diritto della Navigazione delli Università La Sapienza di Roma e percorse tutti i successivi gradi sino a divenire professore associato e quindi ordinario di diritto della navigazione. Fu inoltre uno dei fondatori della Di Annunzio e in particolare della Facoltà di Giurisprudenza di Teramo. Qui il suo pensiero grazie alla reggenza endash prima endash della cattedra di diritto internazionale e poi alli ordinariato in quella di teoria generale del diritto potette finalmente svolgersi nella più assoluta libertà ed iniziò il periodo della più bella e fantastica utopia.
La sua Fede Cattolica e la sua formazione culturale lo spinsero sempre a cercare di attuare il diritto sociale della Chiesa e in ciò li incontro con li allora Cardinale Ratzinger (ora Papa Benedetto XVI) fu folgorante. Si conobbero nella prolusione alli anno accademico nel 1987 a Chieti e nel 1989 a Teramo in occasione del 100 b0 anniversario della Rerum Novarum quando il prof. Auriti organizzò una conferenza sulla PROPRIETà POPOLARE della MONETA come attuazione del principio del tutti proprietari espresso dalli Enciclica. Infine si rivedero a Rieti in occasione di un convegno al quale furono entrambi invitati. La reciproca simpatia e affetto ebbero la loro massima dimostrazione proprio nella partecipazione alli incontro di Teramo sicuramente coraggioso per li allora Porporato destinato a divenire Sommo Pontefice in quanto non vennero mai nascoste le diffidenze verso i grandi centri finanziari e in particolare verso il sistema della banche centrali. In ogni convegno li unico modo per contrastare le argomentazioni del prof. Auriti era quello di ritenere la sua idea uni utopia senza sapere che in campo scientifico uni affermazione di tal fatta è ben lungi delli essere negativa. E il tempo gli ha dato e continuerà a dargli ragione. Il prof. Auriti ha vinto la sua guerra contro il demone delli usura nel momento in cui ha esternato li idea della proprietà popolare della moneta! Il tempo e il modo in cui tale principio verrà attuato appartiene al Sovrannaturale né può divenire motivo di preoccupazione di altro canto il recente dibattito sulle prerogative e poteri della banca centrale ne è la dimostrazione piena. Ma il mio ricordo vuole essere rivolto oggi ai giorni di estrema goliardia e di sana convivialità che mi hanno arricchito in un modo così grande da farmi ritenere a giusta ragione molto più facoltoso di tanti che lo sono solo dal punto di vista meramente materiale. E ciò anche perché lui avrebbe voluto vedere coloro i quali nutrirono sentimento di affetto nei suoi confronti sempre sorridenti e sereni mai tristi perché la sua non è una scomparsa ma un semplice trapasso da una vita ad uni altra nella certezza che nel Paradiso non potrà certamente incontrare i suoi detrattori né coloro che per il bene comune ha sempre combattuto. . . .
 http://www.simec.org/sim/giacinto-auriti.html
P.S.- PER CONDIVIDERE FARE COPIA E INCOLLA A TUTTO IL TESTO DI QUESTO POST
 http://www.youtube.com/user/ScuolaAuritianaSimec/

io sono risentito di come Gender Obama 322 JaBullOn gli architetti del mondo i massoni Farisei e tutto il loro sistema massonico bildenberg Spa usurocrazia Banca Mondiale la apostasia talmudica della religione ebraica possano fare del terrorismo mediatico contro Israele! Di traditori che sputano nel piatto in cui hanno mangiato e di chi critica israeliani senza capire che loro hanno dovuto sopravvivere ad un manicomio di terrorismo che è durato 66 anni.. condizioni psichiche in cui nessun equilibrio mentale potrebbe essere mantenuto! Sembra che i goym israeliani una razza di bastardi senza genealogia paterna debbano sacrificare sull’altare di Molok 100 cittadini israeliani ogni anno e poi tutto questo è qualcosa di normale! Di contraltare non una sola critica si ode nei detratori di Israele dell’assoluto nazismo shariah dei suoi orrori che portano 3000 musulmani laici pacifici e 300 cristiani dhimmi a morire nel martirio ogni giorno per realizzare il Califfato mondiale del mio il King ABDullah Allah Saudi Arabia Salafita wahhabita! Confessioni di uni ex soldatessa IDF Israele sempre più simile alla Germania nazista Sarit Jacobsohn è una di quelle donne che a quarantanni ne dimostra ancora venti che ha un passato doloroso alle spalle ma che continua a dipingere quadri pieni di colori perché come dice lei stessa viviamo nel posto più bello ed è bello ricordarsene anche attraverso li arte. endash Pubblicato da su 23 luglio 2014
 {field{*fldinst{HYPERLINK “http://www.venceremos.it/2014/07/23/confessioni-unex-soldatessa-idf-israele-sempre-simile-germania-nazista
Nonostante la tregua che KIEV NON HA MAI RISPETTATO! si continua a morire a Donetsk roccaforte dei ribelli separatisti nell’est ucraino nelle ultime 24 ore hanno perso la vita nei bombardamenti contro varie zone 3 civili e altri 5 sono rimasti feriti. Il focolaio di tensioni in Ucraina riguarda tutti i Paesi ex URSS . Alexander Lukashenko. L’Ucraina non si è trasformata solo in un focolaio isolati di tensione ma la crisi in atto colpisce l’intero spazio post-sovietico minando le fondamenta dell’integrazione. Lo ha dichiarato il presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko in apertura del vertice CSI a Minsk. Ha osservato che i Paesi in conflitto devono rispettare l’accordo di Minsk affinchè nel sud-est dell’Ucraina venga raggiunta la pace. Ritiene che la normalizzazione del conflitto debba essere raggiunta tra le parti in guerra.
{field{*fldinst{HYPERLINK “http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_10/Il-focolaio-di-tensioni-in-Ucraina-riguarda-tutti-i-Paesi-ex-URSS-7405
Gaffe del capo dei servizi segreti ucraini sulle indagini del Boeing malese. Il capo dei servizi segreti dell’Ucraina (SBU) Valentyn Nalyvaychenko ha dichiarato che per completare le indagini sullo schianto del Boeing malese nella regione di Donetsk non sono sufficienti i detriti del missile “Buk-M.”
Questi sistemi anti-missile non rientrano negli armamenti della difesa antiaerea dell’esercito russo pertanto secondo una fonte nel comando delle forze armate russe il capo dell’SBU si è inavvertitamente lasciato sfuggire che i moderni “Buk” sono a disposizione dell’esercito ucraino.
La fonte ha ricordato che una settimana dopo il disastro aereo nelle strutture di potere dell’Ucraina avevano riferito che il giorno della tragedia il 156 b0 reggimento delle forze armate ucraine aveva effettuato un lancio non autorizzato durante delle esercitazioni.
{field{*fldinst{HYPERLINK “http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_10/Autogol-del-capo-dei-servizi-segreti-ucraini-sulle-indagini-del-Boeing-malese-8350
=============
CHI è IL FARISEO CHE ODIA ISRAELE! “che ci posso fare io” ha detto il mio amico king SAUDI ARABIA “se gli Illuminati JaBullOn Talmud agenda loro vogliono vedere Israele morto?” ] C’è UNA IMPRESSIONANTE PUBBLICAZIONE PUBBLICISTICA ANTI ISRAELIANA A LIVELLO MONDIALE! SI PARLA MALE DI ISRAELE OVUNQUE ANCHE DENTRO ISRAELE! OK! CHI PUò DIRE GLI EBREI SONO STATI MALEDETTI DA DIO E QUINDI LORO NON AVRANNO MAI DIRITTO AD AVERE UNA LORO PATRIA? ok! POI ALCUNI FARISEI ILLUMINATI DA LUCIFERO MARDUK IL GUFO BAAL LA APOSTASIA TALMUDICA CI HANNO RUBATO LA SOVRANITà MONETARIA HANNO REALIZZATO LA SINAGOGA MASSONICA DI SATANA HANNO FATTO FMI SPA BANCA MONDIALE. SONO COSTRETTI A FARE I SATANISTI PER COLPA NOSTRA. E FARANNO BENE A FARCI MORIRE TUTTI NELLA IMMINENTE GUERRA MONDIALE
 come si può fare giornalismo in questo modo? Come può esserre negato che una ragazza di 20 anni è stata soffocata per strada e che tre seminaristi sono stati rapiti e giustiziati da HAmas come ignorare tu la reazione israelina è stata costretta dal lancio di migliaia di razzi e millisi balistici? CERTO UN RAGAZZO PALESTINESE INNOCENTE è STATO BRUCIATO E QUESTO NON HA ATTENUANTI se consideriamo che gli uomini sono pefetti e che dentro un popolo qualcuno non può perdere l’equilibrio mentale continamente ossessionato dal terrore di non vedere i suoi bambini ritornare a casa! NON SI PUò CONTINUARE A VIVERE IN QUESTA SITUAZIONE E LA COMUNITà INTERNAZIONALE NON PUò CONTINUARE AD IGNORARE COME LA SHARIAH ESSENDO UNA LEGGE SACRA PER LO STERMINIO NAZISTA DEL GENERE UMANO è UNA MINACCIA 1000 VOLTE PEGGIORE DI HITLER! PressTv. Li esercito israeliano ha emesso un avviso di evacuazione per il principale ospedale della Striscia di Gaza mentre le forze aeree e di terra del regime di Tel Aviv incrementano i loro attacchi ai siti civili nella striscia costiera assediata. Gli ultimi attacchi israeliani hanno causato la morte di decine di Palestinesi la metà dei quali uccisi dal fuoco dei carri armati israeliani nella città di Khan Yunis. Tra le vittime un giornalista morto nella propria casa durante un attacco nel quartiere di Shujai iya a Gaza. I jet israeliani hanno bombardato anche una moschea e la centrale elettrica di Gaza.
Un professore delli università islamica di Gaza sostiene che gli attacchi in corso contro i Palestinesi nella già povera Striscia di Gaza costituiscono una pulizia etnica. Hani al-Basoos afferma anche che Gaza si trova in piena crisi umanitaria nella grande scarsità di risorse primarie.
Traduzione di Irene Capiferri.
Diciassettesimo giorno delli aggressione israeliana 41 i morti sin dalle prime ore del mattino
Infopal – Thu 24/07/2014 – 13:09 {field{*fldinst{HYPERLINK “http://www.palestinarossa.it/
==================
CHI è IL FARISEO CHE ODIA ISRAELE! “che ci posso fare io” ha detto il mio amico king SAUDI ARABIA “se gli Illuminati JaBullOn Talmud agenda loro vogliono vedere Israele morto?” ] UN ALTRO CASO INQUIETANTE DI INFORMAZIONI TOTALMENTE SBILANCIATE SUL PIANO DELLA LOGICA SUL PIANO DEL DIRITTO INTERNAZIONALE lascia intendere che c’é CHI CREDE CHE LA LEGA ARABA SIA LA PATRIA DEI DIRITTI UMANI OIC ONU POI è NORMALE CHE ISRAELE DEBBA DIVENTARE IL NUOVO NAZISMO! ANCHE IL PRESIDENTE Giorgio NAPOLITANO giustamente NON ha DEPOSTO ALLA PRESENZA dei delinquenti il PADRONE DI “COSA NOSTRA” Stato-mafia no ai boss al Quirinale [ Riina e Bagarella non saranno all’udienza ].. ED ALLORA PERCHé ISRAELE DEVE RELAZIONARE ALLA PRESENZA DEI CRIMINALI DELLA LEGA ARABA? PERCHé ONU HA ABIURATO SPERGIURATO CONTRO I SUOI stessi DIRITTI UMANI UNIVERSALI PER ESSERE DIVENTATO UN CONSESSO DI 50 NAZIONI SHARIAH totalmente assassini criminali in tutta la LEGA ARABA GIà PERCHé il 51 b0 Stato la ARABIA SAUDITA è STATO INVITATO in ONU MA ARABIA SAUDITA HA DETTO ” voi SIETE UNA ASSEMBLEA INUTILE!” E QUINDI HA DECLINATO RIFIUTATO L’INVITO! ]] [[ 8 lug 2014. Sayed Kashua scrittore e giornalista arabo israeliano è nato nel 1975 a Tira in Israele. E’ finito di Sayed Kashua Ha’Aretz*. Roma 8 luglio 2014 … Aspetterò che i miei figli tornino dal campo estivo e forse solo allora mi … … Me ne starò a Tira [città palestinese nel centro d’Israele ndr] – In questo modo io sto leggendo l’articolo di oggi Venerd^ 10 ottobre 2014 “Ho lasciato Israele e ora ho solo paura” “mi sentivo perseguitato il razzismo è in crescita dal 2000 è esploso con furia”.. MA IO VOGLIO CHIEDERE A Sayed Kashua “COME SI SONO SENTITI PERSEGUITATI OGGI PIù DI TE 300 MARTIRI CRISTIANI E 7000 MUSULMANI LAICI CHE ,SONO MORTI NELLA LEGA ARABA?” Come le persone per vile denaro o per progetti imperialistici raccapricianti la ideologia salafita di fare il califfato mondialee di sterminare il Genere umano come così tanti uomini abietti come possono essere così corrotti e ciechi come il sig. Sayed Kashua?
Chi non vede tutti gli omicidi che la LEGA ARABA commette ogni giorno soltanto perché i suoi crimini sono apporvati da ONU e Amnesty Internetional lui merita di essere condannato a morte
=================
Ustica ministeri condannati oltre 5 mln. Sentenza giudice Palermo a favore 14 familiari di sei vittime

ma cosa si dice in giro? perché un caccia francese partito da una portaerei ha abbattuto intenzionalmente un aereo civile e poi lo ha colpito nuovamente quando era sul pelo dell’acqua affinché nessuno potesse sopravvivere? Forse perché l’equipaggio aveva visto i dischi volanti fare eserciazioni militari insieme ai francesi? questo non possiamo saperlo! Quello che sappiamo di sicuro certamente è che servizi segreti e settori dell’esercito appartengo alla 322 Bush e certo non rispondono agli ordini dei loro Governi se non soltanto in modo apparente! Hanno giurato sull’altare di satana? MOLTO PROBABILMENTE!Dopotutto il depistaggio di questo disastro DC9 tragedia aerea di Ustica? Dimostra efficacemente che è il sistema massonico il padrone dello Stato
Russo Rosario Top Commentator Lavora presso Baja Sardinia
Praticamente paga il popolo Italiano .
 Pierre Minesso Top Commentator Lavora presso Milano
 Dovevano pignorare tutti gli stipendi di tutti i vertici e i generali dell’aeronautica militare per manifesta e documentata ignoranza pressapochismo incompetenza e arroganza.
=================
PALERMO 9 OTT – ”E’ dimostrata l’attività di ostacolo e di depistaggio posta in essere nel corso degli anni allo scopo di impedire una rapida e veritiera individuazione delle effettive cause del disastro con occultamento di prove significative e di indizi essenziali alla scoperta della verità”’. Lo scrive il giudice di Palermo Sebastiana Ciardo nella sentenza con cui ha condannato i ministeri della Difesa e dei Trasporti a risarcirei i familiari di sei vittime della tragedia aerea di Ustica.
{field{*fldinst{HYPERLINK “http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2014/10/09/ustica-giudice-attivita-depistaggio_99c04dbf-07cc-4a3a-90a0-9fe60b814bd9.html

Michele San Pietro Top Commentator Lavora presso Sono il datore di lavoro di me stesso
Come al solito si rimane sul generico e non si scende in dettagli.. purtroppo la verità su Ustica vicenda nella quale ci fu sicuramente chi giocò sporco a differenza di quelle costruite come Punta Raisi o la Moby Prince non la sapremo mai.
==================
nessun argomento può dare ad ANSA e a chicchessia di mostrare l’immagine di “Renzi incendiato” questo è vilipendio alla unità nazionale rimuovetela subito
cosa siamo noi Palestinesi terroristi shariah hamas assassini senza libertà di religione in tutta la LEGA ARABA dei nazisti ONU?
 Draghi via i governi che non agiscono contro disoccupazione! Nell’area euro c’è bisogno di riforme strutturali. E QUESTA è UNA PARTE DELLA VERITà! L’ALTRA PARTE è CHE IL VAMPIRO FMI SPA CHE FA PAGARE IL DENARO IL 270% DEL SUO VALORE (Dimostrazione scienziato Giacinto AURITI) NON PUò DIRE ALLA SUA VITTIMA “VIVI!”
{field{*fldinst{HYPERLINK “http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2014/10/10/scuola-mobilitazione-degli-studenti-in-tutta-italia_d977fd86-2dd3-4447-b288-3403fe3b351d.html
========
sappiamo tutti che è stato il Pakistan ad iniziare a sparare all’impazzata su tutta la linea del confine! Ormai la NATO ha fatto della menzogna la sua arma di informazione.. E QUESTO è PIù CHE GIUSTO SENZA GUERRA MONDIALE? IL FONDO MONETARIO CROLLERà! LE BOLLE FINANZIARIE SONO DI TALE PORTATA CHE I TITOLI NON SONO TUTTI ESIGIBILI! ] E SE IO FOSSI UN VENDICATIVO? IO POTREI DIRE “ENTRAMBI AMMAZZATE CRISTIANI INNOCENTI MOLTO VOLENTIERI! QUINDI UCCIDETEVI pure TRA DI VOI! NO non voglio questa guerra! NON è che io SONO MISERICORDIOSO “no!” IO NON VOGLIO LASCIARE A NESSUNO IL MIO DIRITTO DI UCCIDERVI e di spingervi all’inferno! ” [ ISLAMABAD 10 OTTobre – Il premier pachistano Nawaz Sharif ha chiesto oggi all’India di sospendere immediatamente gli attacchi lungo il confine in Kashmir “in rispetto alla santità della Linea di Controllo (LoC frontiera provvisoria). Presiedendo una riunione del Comitato nazionale per la sicurezza oggi ad Islamabad dice DawnNews Tv il premier ha detto ai partecipanti che “il desiderio di pace del Pakistan non deve essere confuso per debolezza”. ISLAMABAD 10 OTT – Il premier pachistano Nawaz Sharif ha chiesto oggi all’India di sospendere immediatamente gli attacchi lungo il confine in Kashmir “in rispetto alla santità della Linea di Controllo (LoC frontiera provvisoria). Presiedendo una riunione del Comitato nazionale per la sicurezza oggi ad Islamabad dice DawnNews Tv il premier ha detto ai partecipanti che “il desiderio di pace del Pakistan non deve essere confuso per debolezza”. {field{*fldinst{HYPERLINK “http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/asia/2014/10/10/kashmirpakistan-stop-violazione-tregua_08c47bc2-7aef-4fd1-b2b9-4028fb991ae0.html
=============
Errore chiama errore e orrore chiama orrore. Kristal Kelley(di Tommaso Scandroglio) Errore chiama errore e orrore chiama orrore. La storia che stiamo per raccontarvi che ha fatto il giro del mondo ne è una prova. Kristal Kelley una giovane donna del Connecticut aveva firmato un contratto con una coppia per affittare il proprio utero. 22mila dollari per essere usata come una incubatrice di carne. Né più né meno di quando si affitta un appartamento.
Al quinto mese una ecografia di routine ha mostrato che il feto aveva una palatoschisi una cisti cerebrale e difetti cardiaci. I medici le dissero che la piccola avrebbe avuto solo il 25% delle possibilità di condurre una vita normale. La coppia allora le ha chiesto di abortire si tratta di una scelta più umana le scrissero. Kelley madre single di due bambini si rifiutò facendo sapere che non era in loro potere giocare a fare Dio .
La coppia però tornò alli attacco e si offrì di pagare 10.000 dollari per li incomodo cioè per sopprimere la bambina. La giovane donna in un momento di debolezza come lei stessa ammise successivamente rilanciò chiedendone 15.000. A quel punto gli aspiranti genitori si rifiutarono di sborsare una simile cifra. Infine Kelley fuggì in Michigan dove i contratti di maternità surrogata non sono validi e colei che mette al mondo il bambino viene riconosciuta come madre legittima. Nel giugno del 2012 nacque la bambina e Kelley dunque figurò come madre ma poi diede la figlia in adozione per problemi economici gli stessi problemi economici che la spinsero a vendere parte del proprio corpo a fini riproduttivi.
La storia di Kelley trova il suo habitat naturale negli Usa che potremmo definire come la patria delli utero in affitto. Infatti negli States solo nelli ultimo anno sono nati più di 2.000 bambini da madri surrogate. Non crquoteè una legge federale valida per tutta la nazione ma ogni Stato si regola in autonomia.
Diciassette Stati hanno leggi che consentono la maternità surrogata (la California è la più liberal) mentre in 21 la pratica non è né disciplinata né sanzionata. Infine in cinque stati i contratti di maternità surrogata sono nulli e in Washington DC sono previste delle sanzioni. Anche in Kansas si discusse a gennaio di una proposta di legge poi bocciata per sanzionare la pratica con 10.000 dollari di multa o un anno di carcere. In altri stati invece la maternità surrogata è permessa ma sono stati posti dei vincoli per li accesso. Ad esempio in Illinois crquoteè li obbligo di una visita medica e psicologica sia per la coppia che per la donna gestante questa poi deve aver già avuto figli suoi e non deve fornire li ovocita. Almeno un gamete deve infine venire dalla coppia richiedente. Da ultimo in sette Stati giudici locali hanno dato comunque parere positivo alla pratica nonostante la normativa statale non la legittimasse né la vietasse.
La maternità surrogata è figlia legittima della fecondazione artificiale. In questi ultima pratica troviamo quei principi disumanizzanti endash una vera e propria antropologia rovesciata endash poi espressi al massimo grado nella tecnica delli utero in affitto. In entrambi i casi infatti si reifica il nascituro che diventa una prodotto da ordinare non tramite Amazon (ma forse un giorno non troppo lontano ci arriveremo) ma grazie a medici e tecnici di laboratorio compiacenti. Non solo il figlio si reifica ma anche i genitori o presunti tali quando uno o entrambi i gameti provengono da soggetti esterni alla coppia.
La donna nella fecondazione artificiale viene iperstimolata per aver più ovociti possibili come se fosse una gallina dalle uova di oro. Sfruttata nel suo corpo come avviene per le donna che vende il proprio utero per la gestazione. Un meretricio riproduttivo una prostituzione generativa dunque. La fecondazione extracorporea che sia omologa eterologa o surrogata alla fine non tratta più il figlio come figlio la madre e il padre come genitori ma squalifica tutti alterandone i ruoli naturali. E così avremo che il bambino prenderà il nome di prodotto del concepimento la coppia diviene i soggetti richiedenti e quando questi cercano a suon di quattrini gameti ed uteri non propri si trasformano non in una coppia di genitori bensì in una coppia di mercanti di vita. (Tommaso Scandroglio http://www.corrispondenzaromana.it/errore-chiama-errore-e-orrore-chiama-orrore
=================
08 ottobre 2014. La Svezia in prima fila nella promozione del gender diktat. giochi(di Lupo Glori) In Svezia li ideologico pronome neutro hen introdotto in alcuni asili di Stoccolma nel 2012 sta iniziando a dare i frutti sperati. In tal senso Sofia Bergman una madre svedese di due bambini ha raccontato entusiasta al noto settimanale americano Newsweek Non abbiamo ancora iniziato ad utilizzarlo in casa ma è solo una questione di abitudine. ( ) è una buona cosa se gli asili e scuole lo utilizzano . Nelle politiche per la parità di genere nel mondo dei bambini nessun paese ha osato tanto quanto la Svezia. Gli asili che per primi hanno introdotto il pronome neutro continuano ad utilizzarlo ed altri hanno seguito il loro esempio. Sono inoltre sempre più diffusi i libri per li infanzia che hanno come protagonisti personaggi di genere neutro. Anche se non esistono ancora statistiche ufficiali riguardo il numero degli asili nido svedesi che utilizzano il pronome hen Maria Hulth della società di consulenza sulla parità di genere sottolinea come oggi vi sono numerosi insegnanti che spesso scelgono autonomamente di utilizzare il termine hen anche quando non adottato come politica interna della struttura scolastica.
Li impegno degli asili e delle scuole primarie svedesi nella promozione della parità dei sessi non si limita al pronome neutro Stanno facendo di tutto anche per evitare parole come boys e girls utilizzando invece il vocabolo neutro children . E la norma critica si sta diffondendo sempre più velocemente . La Hulth racconta compiaciuta come gli stessi suoi due figli usano abitualmente il termine hen per chiamarsi li uno con li altro.
La cosiddetta norma critica è una teoria molto diffusa in Svezia secondo la quale tutte le norme tradizionali come la distinzione tra uomini e donne eterosessuali ed omosessuali normodotati e disabili devono essere smantellate al fine di realizzare una società veramente equa. Ad esempio continua a tale proposito la Hulth tutti i bambini dovrebbero essere in grado di indossare ciò che vogliono. I vestitini non sono solo per le ragazze. Il rosa è un bel colore che dovrebbe essere a disposizione di tutti .
Li indottrinamento di genere delle giovani generazioni viene attuato in tutti i campi da quello scolastico a quello ludico. Tricia Lowther membro di Let Toys Be Toys (Lasciate i giocattoli essere giocattoli) una iniziativa lanciata nel dicembre 2012 per combattere la tradizionale distinzione tra giocattoli maschili e femminili attraverso la promozione di reparti di genere neutri alli interno degli spazi commerciali nota soddisfatta come Ben quattordici tra i principali rivenditori hanno apportato modifiche da quando abbiamo iniziato la nostra campagna quasi due anni fa. ( ) Hanno rimosso le insegne dedicate ai ragazzi e alle ragazze. I reparti blu e rosa ancora resistono ma le cose stanno cambiando .
Tra le imprese gender-friendly vi sono marchi importanti come Tesco Sainsbury Morrisons Boots ed altri. Marks & Spencer si è spinto anche oltre cambiando direttamente le etichette dei propri giocattoli in perfetto stile gender neutral mentre i creatori della popolare pistola Nerf hanno lanciato un modello speciale in versione rosa dedicata alle ragazze. Diverse agenzie governative utilizzano ordinariamente il termine hen tanto che questi anno il vocabolo è stata aggiunto al dizionario ufficiale svedese. Studi specifici hanno inoltre riscontrato che in un giorno medio la parola hen si trova pubblicata sulle pagine di almeno 15 giornali.
Non tutti sono tuttavia di accordo con la promozione di tali politiche di genere. Tra questi il dottor David Eberhard uno dei più autorevoli psichiatri svedesi mette in evidenza li importanza delli incontestabile dato biologico affermando che li introduzione di un nuovo pronome non cambierà il fatto che la stragrande maggioranza delle persone si identifica come uomini o donne Qualunque sia il modo con cui si sceglie di chiamare le persone le differenze biologiche tra uomini e donne restano. ( ) Dovremmo trattare gli altri con rispetto reciproco ma ignorare le differenze di genere biologiche è da pazzi. Renderci identici non creerà più uguaglianza. ( ) chiamare i bambini con il termine neutro hen invece di lui o di lei? Questa è crudeltà infantile
La politica di genere svedese nei confronti delli infanzia è considerata la punta di lancia e il modello esemplare a cui al più presto anche tutti gli altri paesi europei si dovranno adeguare per il superamento dei vecchi stereotipi di genere e la promozione di qualsivoglia tendenza sessuale. Il gender diktat come tutte le dittature si propone di rieducare le incolpevoli future generazioni individuando nelle strutture dedicate alli infanzia il luogo privilegiato per imporre il proprio folle programma contro natura. Un progetto distruttivo contro la ragione e contro la realtà destinato a fallire inesorabilmente. (Lupo Glori)
 Articoli correlati “http://www.corrispondenzaromana.it/la-svezia-in-prima-fila-nella-promozione-del-gender-diktat
 conchita-wrust-gender Conchita Wurst la donna barbuta proclamata voce europea

 (di Lupo Glori) La drag queen Conchita Wurst meglio conosciuta come la donna barbuta vincitrice delli ultimo Eurovisione Song Contest il prossimo 8 ottobre canterà davanti al Parlamento Europeo in occasione della sessione plenaria. La a dir poco bizzarra decisione è
 arcigay-bambina Il governo Renzi promuove li ideologia gender nella scuola
 (di Lupo Glori) Il governo Renzi si piega ai dettami degli ideologi del gender e mette a punto un deciso programma anti-omofobia 2014/2015 di concerto con le principali associazioni LGBT italiane. Venerdì 11 luglio il Ministro delli Istruzione Stefania Giannini si
 Facebook New Gender Options Dalla scala di Kinsey ai 70 generi di Facebook
 (di Lupo Glori) Dopo gli utenti Facebook degli Stati Uniti anche quelli del Regno Unito possono ora scegliere tra una delle 70 opzioni di genere possibili al momento della registrazione del proprio profilo. Via quindi le inadatte e superate categorie
 Ellinor-Grimmark_Svezia_obiezione-di-coscienza Chi difende la vita è un malato mentale
 (di Tommaso Scandroglio) Difendere la vita è cosa da pazzi. Questo devono aver pensato i dirigenti delli ospedale cittadino di in Svezia che di recente hanno reintegrato nel suo posto di lavoro la 37enne Ellinor Grimmark ostetrica che si rifiuta
 UNISEX. La creazione delli uomo senza identità UNISEX. La creazione delli uomo senza identità
 (di Fabrizio Cannone) Il saggio del duo Marletta-Perucchietti (cf. G. Marletta endash E. Perucchietti UNISEX. La creazione delli uomo senza identità Arianna Editrice Bologna 2014 pp. 120 80 9,80) dal titolo emblematico mostra al meglio un aspetto generalmente sottaciuto della problematica
 convegno cremona La gendercrazia come tentativo di abolizione delli uomo
 (di Mauro Faverzani) Uni occasione per ribadire con forza ed argomenti concreti di fronte ad un pubblico di oltre 350 persone le contraddizioni ed i guasti intrinseci di uni ideologia quella del gender non solo eticamente e spiritualmente immorale bensì anche contro
 bruce-brenda-e-david-il-ragazzo-che-fu-cresciuto-come-una-ragazza Il ragazzo che fu cresciuto come una ragazza
 (di Fabrizio Cannone) Il giornalista canadese John Colapinto ci descrive nel modo più documentato e nello stile più vivace e spigliato la storia di una tragedia (Bruce Brenda e David. Il ragazzo che fu cresciuto come una ragazza San Paolo
 moral-issues GENDER un sondaggio del Pew Research Center mostra la doppia morale mondiale
 (di Lupo Glori) Il 15 aprile 2014 il Pew Research Center di Washington uno dei più autorevoli e stimati istituti americani di indagine demoscopica ha pubblicato i risultati di un sondaggio intitolato Global Views on Morality nel quale sono state intervistate
 Della Wolf Wiley Richards Kangro Dal Canada la tragica storia di Della bambina con tre genitori
 (di Lupo Glori) Da Vancouver in Canada arriva la storia di Della Wolf Wiley Richards Kangro la prima bambina della provincia canadese della Columbia Britannica registrata con tre genitori sul proprio certificato di nascita. Il lungo cognome della bambina è
 ideologia-gender-roma-ferraironi Continua li imposizione delli ideologia del gender nelle scuole romane
 (di Lupo Glori) Continua li imposizione ideologica delle perverse teorie del gender alli interno delle scuole romane. Lo scorso venerdi 21 marzo si è tenuto infatti presso li Istituto Comprensivo Ferraironildblquote nel plesso della scuola primaria Iqbal Masih il primo di un ciclo
=======================
09 ottobre 2014 Francia sul fine vita il governo interpella la massoneria. Leonetti(su Nocristianofobia.org) Li appuntamento era per mercoledì 8 ottobre presso li Assemblea Nazionale a Parigi qui i deputati Alain Clayes e Jean Leonetti hanno ricevuto in veste ufficiale ovvero su incarico del primo ministro francese Manuel Valls niente meno che Daniel Keller Gran Maestro del Grandi Oriente di Francia Dominique Mantion in rappresentanza della Grande Loggia di Francia e Catherine Jea Nnin-Naltet presidente della Gran Loggia Femminile di Francia.
Tre vertici della massoneria di Oltralpe in poche parole. Per parlare di cosa? Di accompagnamento delle persone in fin di vita . Argomento evidentemente strategico poiché nelli antilingua dominante sinonimo di eutanasia.
In prima istanza ciò prova ancora una volta endash caso mai ve ne fosse bisogno endash la notevole considerazione goduta ed anche li estrema influenza esercitata dai grembiulini sulle politiche del governo ciò che già si era ampiamente capito dopo la nomina di uno di loro Patrick Kanner a capo del ministero per le Città la Gioventù e gli Sport e dopo la partecipazione del ministro Taubira alla convention della Gran Loggia di Francia. Ma non si tratta solo di questo.
Uno dei due delegati di Valls in particolare ovvero Leonetti cardiologo ha un pedigree politico tutto particolare che val la pena analizzare è membro del Partito Radicale francese la cui strategia politica è stata da sempre endash e fortemente endash influenzata dalla massoneria. Non a caso tra i capisaldi del programma trovan da sempre posto anche umanismo laicismo ed il rispetto giacobino dei diritti umani.
In Francia il Partito Radicale ha aderito come persona morale alli Ump ciò gli ha permesso di conservare una propria fisionomia giuridica distinta il legame diretto con i propri iscritti li accesso al potere condizionando però al contempo la linea politica delli Ump di cui non a caso Leonetti è Vicepresidente dal febbraio delli anno scorso.
Leonetti di temi bioetici endash e di fine vita in modo specifico endash si è sempre occupato porta il suo nome la legge emanata in proposito il 22 aprile 2005. Il 20 agosto 2012 ha depositato con altre personalità del gotha di Oltralpe anche la dichiarazione dei principii del movimento Francia moderna ed umanista di fatto una corrente interna alli Ump. Ma quel termine umanismo non è posto lì a caso né rappresenta una corrente filosofica tra tante ha anzi precisi connotati ideologici anche in tema di fine vita come viene ben chiarito sul sito ufficiale delli European Humanist Federation che individua proprio su tali questioni bioetiche le più evidenti differenze rispetto ad un approccio confessionale approccio chi essa vorrebbe rinchiuso nelle sagrestie bollando come interferenza qualsiasi escursione religiosa in merito.
Li umanismo invoca li eutanasia fatta rientrare nei diritti individuali ciascuno sarebbe cioè libero di decidere per conto proprio ed in modo totalmente indipendente senza pressioni né da familiari né dalla Chiesa; lasciandolo fare qualora si risolvesse per il gesto estremo per una questione di rispetto. Zitti ed inermi a guardare un proprio caro togliersi la vita.
Ma non è li unico aspetto critico delli umanismo esso invoca anche una netta separazione tra Chiesa e Stato si scaglia contro i crocifissi esposti nelle aule scolastiche contro la manifestazione pubblica della propria fede contro la tutela del diritto alla vita dei bambini non nati contro qualsiasi sostegno economico a scuole ed ospedali se cattolici. Ecco Leonetti si forma e cresce politicamente in questo brodo di coltura. Non stupisce più di tanto quindi il fatto che per parlare di fine vita si sia incontrato con le principali logge massoniche francesi. Il fatto che non stupisca non rende però tutto questo meno inquietante e sinistro {field{*fldinst{HYPERLINK “http://www.corrispondenzaromana.it/notizie-dalla-rete/francia-sul-fine-vita-il-governo-interpella-la-massoneria/”}}{fldrslt{ulcf1 http://www.corrispondenzaromana.it/notizie-dalla-rete/francia-sul-fine-vita-il-governo-interpella-la-massoneria/}}}f0fs24
=====================
08 ottobre 2014. La Madonna del Rosario e la battaglia di Lepanto. battaglia di Lepanto(di Cristina Siccardi) Nel 1212 san Domenico di Guzman durante la sua permanenza a Tolosa vide la Vergine Maria che gli consegnò il Rosario come risposta ad una sua preghiera a Lei rivolta per sapere come combattere li eresia albigese. Fu così che il Santo Rosario divenne li orazione più diffusa per contrastare le eresie e fu li arma determinante per vincere i musulmani a Lepanto. Come già per Poitiers (ottobre 732) e poi sarà per Vienna (settembre 1683) la battaglia di Lepanto fu fondamentale per arrestare li avanzata dei musulmani in Europa. E tutte e tre le vittorie vennero imputate oltre al valore dei combattenti anche e soprattutto alli intervento divino.
La battaglia navale di Lepanto si svolse nel corso della guerra di Cipro. Era il 7 ottobre 1571 quando le flotte musulmane delli Impero ottomano si scontrarono con quelle cristiane della Lega Santa che riuniva le forze navali della Repubblica di Venezia delli Impero spagnolo (con il Regno di Napoli e di Sicilia) dello Stato Pontificio della Repubblica di Genova dei Cavalieri di Malta del Ducato di Savoia del Granducato di Toscana e del Ducato di Urbino federate sotto le insegne pontificie. Delli alleanza cristiana faceva parte anche la Repubblica di Lucca che pur non avendo navi coinvolte nello scontro concorse con denaro e materiali alli armamento della flotta genovese.
Prima della partenza della Lega Santa per gli scenari di guerra san Pio V benedisse lo stendardo raffigurante su fondo rosso il Crocifisso posto fra gli apostoli Pietro e Paolo e sormontato dal motto costantiniano In hoc signo vinces. Tale simbolo insieme con li immagine della Madonna e la scritta S. Maria succurre miseris issato sulla nave ammiraglia Real sarà li unico a sventolare in tutto lo schieramento cristiano quando alle grida di guerra e ai primi attacchi turchi i militi si uniranno in una preghiera accorata. Mentre si moriva per Cristo per la Chiesa e per la Patria si recitava il Santo Rosario e i prigionieri remavano ritmando il tempo con le decine dei misteri. Li annuncio della vittoria giungerà a Roma 23 giorni dopo portato da messaggeri del Principe Colonna. Il trionfo fu attribuito alli intercessione della Vergine Maria tanto che san Pio V nel 1572 istituì la festa di Santa Maria della Vittoria trasformata da Gregorio XIII in Madonna del Rosario .
Comandante generale della flotta cristiana era Don Giovanni di Austria di 24 anni figlio illegittimo del defunto Imperatore Carlo V e fratellastro del regnante Filippo II. Al fianco della sua nave Real erano schierate la Capitana di Sebastiano Venier capitano generale veneziano; la Capitana di Sua Santità di Marcantonio Colonna ammiraglio pontificio; la Capitana di Ettore Spinola capitano generale genovese; la Capitana di Andrea Provana di Leinì capitano generale piemontese; li ammiraglia Vittoria del priore Piero Giustiniani capitano generale dei Cavalieri di Malta. In totale la Lega schierò una flotta di 6 galeazze e circa 204 galere. A bordo erano imbarcati non meno di 36.000 combattenti tra soldati venturieri e marinai.
A questi si aggiungevano circa 30.000 galeotti rematori. Comandante supremo dello schieramento ottomano era M fcezzinzade Alì Pascià. La flotta turca munita di minore artiglieria rispetto a quella cristiana possedeva 170-180 galere e 20 o 30 galeotte cui si aggiungeva un imprecisato numero di fuste e brigantini corsari. La forza combattente comprensiva di giannizzeri ammontava a circa 20-25.000 uomini. Li ammiraglio considerato il migliore comandante ottomano Uluu269? Alì era un apostata di origini calabresi convertitosi alli Islam. Alì Pascià si trovava a bordo delli ammiraglia Sultana sulla quale sventolava un vessillo verde dove era stato scritto a caratteri di oro 28.900 volte il nome di Allah.
I musulmani di allora tagliavano le teste così come le tagliano oggi quelli delli Isis essi non hanno mutato i loro sistemi mentre i cristiani hanno declinato i loro doveri davanti a Dio e alle loro nazioni asservendosi non più al Re del Cielo e della terra ma al padrone degli Inferi. Spiegava san Louis-Marie Grignon de Montfort Nel Cielo Maria comanda agli angeli e ai beati. Come ricompensa della sua profonda umiltà Dio le ha dato il potere e li incarico di riempire di santi i troni lasciati vuoti dalla superbia degli angeli ribelli . Tutte le grazie passano per Maria come ci insegnano i grande teologi mariani ed ecco perché san Pio V Papa mariano e domenicano affidò a Maria Santissima le armate ed i destini delli Occidente e della Cristianità minacciati dai musulmani.
Da allora in poi si utilizzò ufficialmente il titolo di Auxilium Christianorum titolo che non sembra doversi attribuire direttamente al Pontefice ma ai reduci vittoriosi che ritornando dalla guerra passarono per Loreto a ringraziare la Madonna.
I forzati che erano stati messi ai banchi dei remi furono liberati sbarcarono a Porto Recanati e salirono in processione alla Santa Casa dove offrirono le loro catene alla Madonna; con esse furono costruite le cancellate poi poste agli altari delle cappelle. Lo stendardo della flotta fu donato alla chiesa di Maria Vergine a Gaeta dove è tuttora conservato e che attende di essere ancora issato nei cuori di coloro che si professano cristiani e vogliono difendere le proprie radici di fronte al proselitismo sanguinario delli Isis. (Cristina Siccardi) {field{*fldinst{HYPERLINK “http://www.corrispondenzaromana.it/la-madonna-del-rosario-e-la-battaglia-di-lepanto/”}}{fldrslt{ulcf1 http://www.corrispondenzaromana.it/la-madonna-del-rosario-e-la-battaglia-di-lepanto/}}}f0fs24
======================
 Manif fantastica. Ma che choc assistere alli arresto di due miei amici a Parigi per una maglietta
manif-pour-tous (su Tempi) La manifestazione è stata pacifica piena di gioia e di felicità da parte della gente ci erano tantissimi giovani e famiglie con bambini. Purtroppo il governo continua a reprimere con ogni mezzo il dissenso come ho visto con i miei occhi sabato sera e davvero non pensavo di assistere a certe cose in un paese che dice di abbracciare i diritti umani. Luca Volontè presidente del gruppo PPE delli Assemblea parlamentare del Consiglio di Europa ieri ha partecipato a Parigi alla manifestazione della Manif Pour Tous contro la legge su matrimonio e adozione gay e a tempi.it rivela di essere rimasto scioccato sabato quando nel centro di Parigi due suoi amici sono stati arrestati solo perché hanno fotografato dei ragazzi che sventolavano bandiere della Manif accerchiati dalla polizia in assetto anti-sommossa.
Partiamo dalla manifestazione. Per gli organizzatori ci erano un milione di persone sulla spianata degli Invalides.
Sì siamo partiti intorno alle 13 da tre punti diversi della capitale abbiamo attraversato la città in una atmosfera pacifica e festosa con tante famiglie che alle finestre delle loro case esponevano le bandiere della Manif e salutavano la folla.
Ormai la legge Taubira è stata promulgata. Mercoledì ci sarà il primo matrimonio gay in Francia. Molti si chiedono che senso ha manifestare ancora?
Innanzitutto la Manif ha il compito di far sapere ai cittadini francesi quello che è accaduto perché tanti non sanno quali implicazioni avrà questa legge. Soprattutto nel settore educativo.
Cio e8?
 c8 proprio di stamattina una circolare a tutte le scuole del ministero della Cultura francese che invita fortemente per non dire obbliga gli insegnanti a lottare contro li omofobia e utilizzare nuovi testi in cui si presentano ai bambini modelli di famiglia alternativi a quello eterosessuale. Il primo compito della Manif dunque è far sapere tutte queste cose.
E gli altri?
Il secondo annunciato anche ieri dal palco è continuare a fare pressione su Hollande perché indica un referendum. Infine fare resistenza civile verso un modello del gender che è già diventato la vera dottrina di Stato. Ma chi ritiene che lo Stato debba essere laico e fondarsi sulla natura umana e la famiglia ha il dovere di opporsi.
Oggi in Francia sui giornali si affronta un nuovo problema è possibile in futuro cambiare di nuovo la legge?
Perché no? Si può abrogare questa legge chi pensa il contrario o è convinto della bontà della nuova norma o vive in una sudditanza psicologica verso la cultura di sinistra e del gender. Per approvare i matrimoni gay è stato modificato il codice civile. Se li hanno già fatto una volta vuol dire che si può fare. Ricordo tra li altro che la maggior parte degli omosessuali francesi non vuole il matrimonio. Chi pensa come me e come gli amici della Manif Pour Tous che li introduzione del matrimonio gay sia un passo indietro e non in avanti della società deve provare a cambiare le cose. Questa legge porta a una democrazia in cui la cellula fondamentale della società invece che valorizzata sarà distrutta.
Ieri sul palco non si è vista il leader del movimento Frigide Barjot.
 c8 molto preoccupante. Lei ha ricevuto diverse minacce di morte e ha deciso di non partecipare. è impressionante la situazione di insicurezza anche psicologica che vivono i leader della Manif. Inoltre nei confronti dei giovani manifestanti crquoteè un clima che chiamare intimidatorio è eufemistico. Io stesso ne sono stato testimone.
Che cosa è successo?
Sabato sera mi trovavo con due amici sugli Champs- c9lys e9es dovevano accompagnarmi alla veglia dei Veilleurs. Bene i miei amici sono stati arrestati davanti ai miei occhi perché come centinaia di altre persone hanno fotografato alcuni giovani teenager o universitari che sventolavano le bandiere della Manif Pour Tous con su il logo della famiglia tradizionale circondati da centinaia di poliziotti in tenuta antisommossa. I miei due amici sono stati rilasciati solo alla mezzanotte di ieri. Sono rimasti al commissariato 24 ore e non mi risulta che questi fermi siano completamente legali.
Qual è la motivazione ufficiale del loro arresto?
Nessuna la prefettura alli una di notte mi ha chiamato e mi ha chiesto se li conoscevo io ho spiegato che li conoscevo e che cosa era accaduto. A quel punto mi hanno detto buonanotte e hanno riattaccato. Crquoteè una presenza di polizia antisommossa molto invasiva nei confronti dei giovani che indossano le magliette della Manif. Non pensavo davvero di vedere niente del genere in un paese che dice di abbracciare i diritti umani come la Francia.
Come si sta comportando il governo socialista nei confronti di queste proteste pacifiche?
Il presidente Hollande in questo momento dovrebbe rappresentare li unità della nazione ma sembra quasi che voglia fomentare la frattura della società. Il governo è determinato a reprimere con le buone e le cattive il dissenso ormai girano in rete filmati e foto delli uso della violenza nei confronti dei manifestanti tali da costituire un archivio memorabile. Hollande non vuole che si esprima il dissenso davanti alla legge che ha approvato. Questo sotto il piano della democrazia è grave. Una maggioranza di governo non può immaginare di introdurre modifiche radicali delli idea di società e nazione pensando di rappresentare tutti mentre gode solo del 51 per cento. Questo è la tirannia della maggioranza ben descritta da Tocqueville addirittura ministri del governo chiamano i giovani della Manif pubblicamente gruppuscoli estremisti e pericolosi di destra. La situazione è davvero drammatica.
Un movimento importante e numeroso come la Manif Pour Tous che riverbero può avere in Europa?
La Manif è la più bella sorpresa che crquoteè in Europa in questo momento perché sono riusciti spontaneamente a mantenere e rafforzare la loro unità partendo da posizioni in apparenza completamente diverse ci sono infatti musulmani cattolici ortodossi mamme giovani vecchi e anche tanti omosessuali personaggi della cultura e semplici operai. Non si può racchiudere queste movimenti in una sola categoria perché abbraccia davvero tutta la società ed è grave che il governo li veda come un pericolo invece che come una possibilità di confronto. Io poi spero che questo movimento questa reazione della società francese possa essere esportato anche in altri paesi compresa li Italia.
{field{*fldinst{HYPERLINK “http://www.corrispondenzaromana.it/manif-fantastica-ma-che-choc-assistere-allarresto-di-due-miei-amici-a-parigi-per-una-maglietta/”}}{fldrslt{ulcf1 http://www.corrispondenzaromana.it/manif-fantastica-ma-che-choc-assistere-allarresto-di-due-miei-amici-a-parigi-per-una-maglietta/}}}f0fs24
=====================
I cattolici e quel buchino nella diga
manifestazioni gay (di Mario Palmaro su La Bussola Quotidiana del 01-05-2013) Giustamente il direttore della Nuova Bussola Quotidiana ha espresso su queste pagine con molta chiarezza tutte le sue perplessità di fronte a una strana posizione che nel mondo cattolico italiano va facendosi s
Unioni gay hanno già tutti i diritti
Unioni gay_hanno già tutti i diritti (di Gianfranco Amato su La Nuova Bussola Quotidiana 30-04-2013) Il nostro ordinamento non contempla nessun riconoscimento giuridico pubblico alle unioni tra persone dello stesso sesso in quanto tale forma di convivenza non appare idonea a creare quella famiglia natur
Putin contro le nozze gay in Francia Rivedremo gli accordi di adozione
putin (Corriere.it) Niente più bambini russi in adozione alle famiglie francesi dopo li approvazione a Parigi della legge sulle nozze gay. è la minaccia del leader del Cremlino Putin secondo quanto riferiscono agenzie di stampa russe. (altro ) Putin contro le n
Li ex cerimoniere del Papa apre al riconoscimento delle coppie gay
Pietro_Marini (di Andrea Tornielli su Vatican Insider) è necessario riconoscere le unioni di persone dello stesso sesso ci sono molte coppie che soffrono perché non vengono riconosciuti i loro diritti civili. Quello che non si può riconoscere è che questa coppia sia un matrimo
Le manif pour tous alcune testimonianze
manif pour tous (di Franciscus Pentagrammuli e Andrea Virga su Campari e demaistre del 22-04-2013) Nonostante il silenzio pressoché totale della stampa e dei media italiani qualcosa sta succedendo in Francia da più di una settimana milioni di manifestanti pacifici (fra cui son
Dittatura gay arriva il modello Ecuador
francia arresti anti gay.jpg 420_0 (di Gianfranco Amato su La Nuova Bussola Quotidiana del 18-04-2013) Nelson Zavala già candidato Presidente della Repubblica ecuadoregna alle scorse elezioni politiche è stato bollato come omofobo dalla giustizia del suo Paese e conseguentemente condannato al
Coppia omosessuale umilia il figlio adottivo vestendolo da donna è polemica
Donne-omosessuali-300×183 (fonte www.losai.eu Due donne omosessuali australiane hanno umiliato il figlio adottivo di sei anni travestendolo da ragazza e pubblicando le sue foto su Facebook. Una delle due era in procinto di cambiare sesso per tentare di trasformare il suo corpo in quello
Un re in vitro nel futuro di Londra
william e kate (di Gianfranco Amato su La Nuova Bussola Quotidiana del 10-04-2013) La deriva demenziale del politically correct riesce a raggiungere vette ineguagliate di parossismo in Gran Bretagna. La ferma intenzione da parte del governo conservatore di legalizzare il matrimonio
Il tempo di reagire e lottare in difesa del bene e del vero
lottare per il bene e per il vero (di Roberto de Mattei su Radici Cristiane) Più o meno negli stessi giorni il governo socialista di Fran e7ois Hollande in Francia e quello conservatore di David Cameron in Inghilterra hanno portato avanti il progetto di legalizzazione del cosiddetto matrimonio omosess
Adozioni omosessuali? No. Mai
Adozioni omosessuali? No. Mai (di Giuliano Guzzo su Radici Cristiane) Crquoteè famiglia solo dove crquoteè matrimonio e matrimonio solo con marito e moglie. Ogni bambino ha diritto a un padre e una madre. (altro ) Adozioni omosessuali? No. Mai was last modified marzo 4th 2013 by redazione
 http://www.corrispondenzaromana.it/category/notizie-dalla-rete/omosessualismo-notizie-dalla-rete
========================= IO HO DECISO DI COLPERE OGNI PERVERSIONE SESSUALE ED OGNI ABUSO SESSUALE CON DIECI FLAGELLI DIVERSI!
25 settembre 2014 Scambisti gay e aumento della gonorrea a Bristol. Bristol(di Lupo Glori) Scambismo e omosessualità sono alli origine di una preoccupante e crescente diffusione di gonorrea nella città di Bristol nel Sud Ovest delli Inghilterra. Peter Greenhouse uno dei maggiori esperti di questo particolare tipo di malattia a trasmissione sessuale ha lanciato li allarme avvertendo che la città inglese ha al massimo cinque anni di tempo per cercare di mettere a punto un vaccino in grado di tenere sotto controllo la malattia prima che questa diventi immune ad ogni forma di trattamento.
Il quotidiano britannico on-line Western Daily Press ha riportato le preoccupate dichiarazioni del dott. Greenhouse specialista presso il Sexual Health Centre di Bristol che ha affermato di aver riscontrato un forte aumento di scambisti che arrivano a farsi curare nella sua clinica a Tower Hill nel centro della città.
Lo stesso ha reso noto come li ultimo focolaio di gonorrea proveniente da un club di scambisti ha coinvolto ben 20 persone colpite dopo che i suoi membri avevano condiviso i partner sessuali facendo sesso non protetto tra di loro. Secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute inglese nella città di Bristol il numero di persone contagiate dalla gonorrea è salito dai 167 del 2012 ai 225 dello scorso anno. Numeri che attestano un crescita del fenomeno pari a più di un terzo in un solo anno. Una delle principali modalità con cui li infezione batterica si sviluppa è attraverso il sesso orale e uno su dieci delle persone infette non sa di aver contratto la malattia.
Al momento è rimasto un solo antibiotico capace di curare li infezione ma la sua efficacia rischia di diminuire man mano che la malattia evolve divenendo sempre più resistente. Fino al 1970 per trattare la gonorrea è stata ampiamente utilizzata la penicillina. Col passare del tempo però la sua efficacia è diminuita ed essa è stata sostituita da altri antibiotici che hanno perso a loro volta ad uno ad uno la loro capacità di debellare il male.
Il dott. Greenhouse mette in guardia che ci sono cinque anni di tempo per trovare un farmaco efficace dopodiché saranno guai Siamo nei guai con la gonorrea nello spazio di cinque anni diventerà incurabile a meno che non venga sviluppata una nuova classe di farmaci saremo di fronte davvero ad un grosso problema . Lo specialista del Sexual Health Centre di Bristol ha inoltre sottolineato come accanto agli scambisti li ondata di malattie veneree in città sia alimentata dagli uomini gay che hanno rapporti sessuali con partner multipli.
A tale proposito il medico inglese ha aggiunto basta avere un uomo che ha molteplici partner (maschi) e subito si avrà un aumento del numero di infetti. Il numero di persone che visitiamo della popolazione degli scambisti varia di settimana in settimana. Se una persona del gruppo ha qualcosa di conseguenza tutti sono suscettibili di venirne contagiati . Steve Jones manager della charity britannica Terrence Higgins Trust impegnata nella lotta alle malattie sessuali ha dichiarato più partner avete più aumenta il potenziale per la diffusione di eventuali infezioni. Incoraggiamo le persone a fare i test frequentemente (..). Certamente gli uomini che hanno rapporti sessuali con altri uomini sembrano avere un maggiore riscontro di malattie sessualmente trasmissibili. Forse questo è dovuto al fatto che gli uomini che hanno rapporti sessuali con altri uomini tendono a cambiare i loro partner sessuali molto più frequentemente della comunità eterosessuale .
Li esplosione di gonorrea nella città di Bristol imputabile allo squallido e perverso fenomeno dello scambismo e soprattutto alla crescente diffusione dei rapporti omosessuali è la logica conseguenza del clima di promiscuità sessuale nella quali essi sono immersi. Lars Eighner uno scrittore omosessuale ha fatto un elogio del caos sessuale nel quale essi vivono dichiarando non vedo nulla di male nella promiscuità gay. Io penso che sia uno degli aspetti più positivi della vita gay che persone di diverse circostanze possano raggiungere una loro intimità molto rapidamente .
Parole significative quanto quelle di Noel Mosen un ex attivista gay che ha onestamente ammesso il bisogno di sesso nel mondo omosessuale è così impellente che può arrivare a soggiogare completamente gli uomini omosessuali che gli sacrificano tutto . Le conseguenze di questa ribellione delle pulsioni sessuali contro la ragione sono inevitabili. Il male produce male e gli atti che vanno contro la legge naturale feriscono irrimediabilmente li uomo e corrompono profondamente la società. (Lupo Glori) {field{*fldinst{HYPERLINK “http://www.corrispondenzaromana.it/scambisti-gay-e-aumento-della-gonorrea-a-bristol
===================
PIaCCIONO DA MORIRE! ] @Benjamin Netanyahu @PUTIN qualcuno vi ha mai detto che fran e7ois hollande ha dichiarato di essere un massone? POI IO HO DETTO “COME SI PUò GIURARE NELLA MASSONERIA PER SPERGIURARE POI CONTRO LA COSTITUZIONE?” qualcuno vi ha mai detto che satanisti CIA ed alieni Gmos sono parenti TRA DI LORO? SONO TUTTI i figli di Rothschild Bush 322? nooo? Allora voi non sapete CHE QUALCUNO DEI MIEI MINISTRI OGNI TANTO ABBATTE UN AEREO DEGLI USA-NATO?! Allora voi non sapete che a satanisti ed alieni le preghiere in latino? PIaCCIONO DA MORIRE! ] Exorcismus in satanam. et angelos apostaticos Jussu Leonis Pp. XIII editus (Acta Sancta Sedis vol. XXIII) In nomine Patris et Filii X et Spiritus Sancti. Amen.
Psalmus LXVII. Exsurgat Deus et dissipentur inimici ejus et fugiant qui oderunt eum a facie ejus. Sicut deficit fumus deficiant sicut fluit cera a facie ignis sic pereant peccatores a facie Dei. Psalmus XXXIV. Judica Domine nocentes me expugna impugnantes me. Confundantur et revereantur qu e6rentes animam meam. Avertantur retrorsum et confundantur cogitantes mihi mala. Fiat tamquam pulvis ante faciem venti et angelus Domini coarctans eos. Fiat via illorum tenebra et lubricum et angelus Domini persequens eos. Quoniam gratis absconderunt mihi interitum laquei sui supervacue exprobraverunt animam meam. Veniat illi laqueus quem ignorat; et captio quam anscondit apprehendat eum et in laqueum cadat in ipsum. Anima autem meam exsultabit in Domino et delectabitur super salutari suo. Gloria Patri et Filio et Spiritui Sancto. Sicut erat in principio et nunc et semper et in s e6cula s e6culorum. Amen. Salmo 67. (amen alleluia) Sorga Dio i suoi nemici si disperdano; e fuggano davanti a lui quelli che lo odiano. Come si disperde il fumo tu li disperdi come fonde la cera di fronte al fuoco periscano gli empi davanti a Dio.
Salmo 34. (amen alleluia ) Signore giudicate chi mi accusa combattete chi mi combatte. Siano confusi e coperti di ignominia quelli che attentano alla mia vita; Retrocedano e siano umiliati quelli che tramano la mia sventura. Siano come pula al vento e li angelo del Signore li incalzi; la loro strada sia buia e scivolosa quando li insegue li angelo del Signore. Poiché senza motivo mi hanno teso una rete senza motivo mi hanno scavato una fossa. Li colga la bufera improvvisa li catturi la rete che hanno tesa. Io invece esulterò nel Signore per la gioia della sua salvezza. Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Exorcizamus te omnis immundus spiritus omnis satanica potestas omnis incursio infernalis adversarii omnis legio omnis congregatio et secta diabolica in nomine et virtute Domini Nostri Jesu X Christi eradicare et effugare a Dei Ecclesia ab animabus ad imaginem Dei conditis ac pretioso divini Agni sanguine redemptis X. Non ultra audeas serpens callidissime decipere humanum genus Dei Ecclesiam persequi ac Dei electos excutere et cribrare sicut triticum X. Imperat tibi Deus altissimus X cui in magna tua superbia te similem haberi adhuc pr e6sumis; qui omnes homines vult salvos fieri et ad agnitionem veritaris venire.
=================
PIaCCIONO DA MORIRE! ] @Benjamin Netanyahu @PUTIN qualcuno vi ha mai detto che satanisti CIA ed alieni Gmos sono parenti TRA DI LORO? SONO TUTTI i figli di Rothschild Bush 322? nooo? Allora voi non sapete CHE Bush se può lui evita di prendere l’aereo! Allora voi non sapete che a satanisti ed alieni le preghiere in latino? PIaCCIONO DA MORIRE! ] Imperat tibi Deus Pater X; Imperat tibi Deus Filius X; Imperat tibi Deus Spiritus Sanctus X. Imperat tibi majestas Christi e6ternum Dei Verbum caro factum X qui pro salute generis nostri tua invidia perditi humiliavit semetipsum facfus hobediens usque ad mortem; qui Ecclesiam suam e6dificavit supra firmam petram et portas inferi adversus eam nunquam esse pr e6valituras edixit cum ea ipse permansurus omnibus diebus usque ad consummationem s e6culi. Imperat tibi sacramentum Crucis X omniumque christiana fidei Mysteriorum virtus X. Imperat tibi excelsa Dei Genitrix Virgo Maria X qua superbissimum caput tuum a primo instanti immaculata sua conceptionis in sua humilitate contrivit. Imperat tibi fides sanctorum Apostolorum Petri et Pauli et ceterorum Apostolorum X. Imperat tibi Martyrum sanguis ac pia Sanctorum et Sanctarum omnium intercessio X. Ergo draco maledicte et omnis legio diabolica adjuramus te per Deum X vivum per Deum X verum per Deum X sanctum per Deum qui sic dilexit mundum ut Filium suum unigenitum daret ut omnes qui credit in eum non pereat sed habeat vitam e6ternam.
Cessa decipere humanas creaturas eisque e6terna perdition ecs venenum propinare desine Ecclesia nocere et ejus libertati laqueos injicere. Vade satana inventor et magister omnis fallacia hostis humana salutis. Da locum Christo in quo nihil invenisti de operibus tuis; da locum Ecclesia uni sancta catholica et apostolica quam Christus ipse acquisivit sanguine suo. Humiliare sub potenti manu Dei; contremisce et effuge invocato a nobis sancto et terribili nomine Jesu quem inferi tremunt cui Virtutes c e6lorum et Potestates et Dominationes subjecta sunt; quem Cherubim et Seraphim indefessis vocibus laudant dicentes Sanctus Sanctus Sanctus Dominus Deus Sabaoth. V. Domine exaudi orationem meam. R. Et clamor meus ad te veniat. V. Dominus vobiscum ( af). R. Et cum spiritu tuo. Oremus. Deus c 9cli Deus terra Deus Angelorum Deus Archangelorum Deus Patriarcharum Deus Prophetarum Deus Apostolorum Deus Martyrum Deus Confessorum Deus Virginum Deus qui potestatem habes donare vitam post mortem requiem post laborem; quia non est Deus pr e6ter te nec esse posset esse nisi tu creator omnium visibilium et invisibilium cujus regni non erit finis humiliter majestati gloria tua supplicamus ut ab omni infernalium spirituum potestate laqueo deceptione et nequitia nos potenter liberare et incolumes custodire digneris. Per Christum Dominum nostrum. Amen. Sancte Micha ebl Archangele defende nos in pr e6lio contra nequitiam et insidias diaboli esto praesidium. Imperet illi Deus supplices deprecamur tuque Princeps militia c e6lestis Satanam aliosque spiritus malignos qui ad perditionem animarum pervagantur in mundo divina virtute in infernum detrude. Amen.
=================
fran e7ois hollande e massoneria. titolo in primo piano – centro culturale san giorgio. titolo rock satanico centro culturale san giorgio. litfiba I Litfiba dall’alto di una carriera ormai più che trentennale sono uno dei gruppi rock di maggior successo in Italia. Dopo l’uscita del loro brano El Diablo nel 1990 ci fu chi li accusò di fare propaganda per il demonio ma i fans hanno sempre considerato ridicole queste imputazioni ritenendo che certe canzoni o certi atteggiamenti fossero semplicemente delle provocazioni. Gli stessi membri del resto hanno avuto spesso un comportamento un po’ ambiguo da un lato hanno sempre negato le accuse di satanismo ma allo stesso tempo però hanno più volte lanciato pesanti invettive anticlericali. Ma dove sta la verità? è sufficiente una semplice canzone per etichettare come satanista un gruppo rock? è possibile che ci sia un fondo di verità in certe critiche o si tratta di forzature? (leggi).
Visita la sezione delle copertine blasfeme o anticristiane per scoprire uno degli aspetti più inquietanti del rock satanico onslaught – the force l’odio per Gesù Cristo e la Sua Chiesa. Molto interessante è anche la parte inerente il significato occulto di certe copertine o l’uso che si fà su di esse di alfabeti magici. Vi è poi una sezione riguardante la comparsa di simboli esoterici su cover fotografie o videoclip. Di un certo interesse è anche la pagina dedicata alle copertine che hanno per oggetto la violenza sui bambini. Chi desidera può anche scaricare alcune audio conferenze su questo scottante argomento. E per concludere per chi vuole approfondire queste tematiche vi è una sezione contenente diversi articoli sull’aspetto diabolico di un certo rock.
titolo occultismo centro culturale san giorgio {field{*fldinst{HYPERLINK “http://www.centrosangiorgio.com/”}}{fldrslt{ulcf1 http://www.centrosangiorgio.com/}}}f0fs24
riscaldamento globaleCon un’unanimità impressionante i mass media ripetono da alcuni anni e con una certa insistenza la notizia secondo cui sarebbe in atto un riscaldamento del clima della Terra. Questo fenomeno costituirebbe una sorta di spada di Damocle che pende sulla testa dell’umanità intera a causa delle terribili catastrofi naturali di cui sarebbe foriera. Una tale unanimità da parte dei mezzi di comunicazione stupisce perché non trova conferma nelle ricerche di numerosi scienziati che hanno pubblicato degli studi su questo fenomeno smentendo la tesi dominante. Perché il grande pubblico viene tenuto all’oscuro sulle conclusioni di questi scienziati? (leggi).
Oggi la nostra società è caratterizzata da un rinnovato interesse per l’occulto; è quindi più che mai necessariobaphomet conoscere almeno a grandi linee gli insidiosi pericoli che si celano dietro questo morboso interesse. Oltre ad articoli che spaziano dal satanismo all’esoterismo New Age vi è anche una sezione dedicata alla conoscenza della Massoneria la madre di tutte le s e8tte che muove le sue braccia tentacolari nel tentativo ormai plurisecolare di distruggere la civiltà cristiana ed erigere sulle sue rovine una repubblica universale in cui prenderà posto l’uomo nuovo l’iniziato autodeificato.
fabri fibraFin dalla sua comparsa sulla scena rap Fabri Fibra è stato al centro di polemiche e discussioni a causa del contenuto a volte blasfemo a volte violento di certi suoi testi. Pochi però si sono interessati alla simbologia utilizzata da questo rapper all’interno dei propr ee video. In particolare in questo articolo vengono analizzati i videoclip di due brani Pronti partenza via! (2012) e Zombie (2014). Entrambi risultano letteralmente saturi di fregi e raffigurazioni presi in prestito dalla simbologia massonica gnostica e satanica. La cosa è di un certo interesse vista la notorietà del personaggio in questione e le controversie di cui spesso è stato spesso oggetto (leggi).
titolo aborto centro culturale san giorgio
La piaga dell’aborto è un altro argomento su cui grava unafeto cappa di omertà e di silenzio che impedisce anche a chi lo vorrebbe conoscere la realtà dell’infanticidio legalizzato su larga scala (circa 170.000 aborti all’anno solo in Italia). Una sezione di articoli corredati da numerose immagini consente di sviscerare questo tabu mentre è stata approntata anche una pagina in cui è possibile visionare o scaricare numerosi documentari in diverse lingue su questo spinoso soggetto.
titolo subliminale centro culturale san giorgio tab titolo simboli dell’occulto centro culturale san giorgio
il silenzio degli innocenti. La manipolazione delle menti e la seduzione subliminale sono uno di quegli argomenti politicamente scorretti di cui si preferisce non parlare nonostante l’uso massiccio di cui se ne fà nel mondo dei mass-media. Visita la sezione dei messaggi verbali (o backmasking) molti dei quali di natura satanica inseriti in numerosi brani di successo. Per accedere direttamente alla lista di tutti i messaggi audio clicca qui. Oppure esplora quella dei messaggi visivi presenti nella pubblicità nei film nei cartoni animati ecc… Diversi articoli permettono di approfondire questo argomento. è stata aperta anche una sezione dedicata alle illusioni ottiche un argomento molto importante per chi vuole abbordare il tema delle tecniche subliminali visive.
Lo studio dell’occultismo in generale e delle sue manifestazioni all’interno di altreankh – crux ansata forme di espressione (come il rock satanico) comporta la conoscenza dei simboli esoterici i quali non sono altro che segni che racchiudono e allo stesso tempo esprimono anche se spesso in maniera misteriosa determinate filosofie o dottrine che il più delle volte sono chiare solo agli iniziati. Da qui la necessità di conoscere almeno a grandi linee il concetto che un dato emblema all’interno di un certo contesto vuol rappresentare.
Vista la grande quantità di idee errate che circolano a riguardo della simbologia esoterica consigliamo la lettura dell’articolo. Discernimento dei simboli dell’occulto
titolo armi soprannaturali centro culturale san giorgio tab titolo mondialismo centro culturale san giorgio
beata sempre vergine mariaLa consapevolezza del male che ci circonda è indispensabile per chi vuole conoscere le tattiche del nemico. Tuttavia la presa di coscienza di realtà preternaturali così negative deve essere necessariamente accompagnata da una conoscenza dei mezzi soprannaturali che ci permettono di contrastare l’azione incessante del maligno per allontanare le nostre anime dalla verità cattolica e dalla salvezza. Ecco dunque una raccolta di pratiche di preghiere di medaglie e di articoli sulle armi che il Cielo ha messo a nostra disposizione per combattere contro gli spiriti maligni.
Il crocifisso e la giustizia divina
La m e8ta principale cui la Massoneria mirano fin dalla loro costituzione è certamente la creazione di una Repubblica Universale in cui una ristretta e9lite di iniziati regneràmondailismo dispoticamente sul resto dell’umanità. Ma per raggiungere questo obiettivo la s e8tta sa che è necessario rimuovere un certo numero di ostacoli. Primo tra essi è certamente la Chiesa cattolica e via via tutti quegli elementi che legano ancora l’uomo all’idea tradizionale di società. A questo scopo gli iniziati si sono alleati con il mondo dell’Alta Finanza stabilendo con essi una tabella di marcia politica ed economica per condurre tutta l’umanità verso un Nuovo Ordine Mondiale una sorta di nuova Terra Promessa a rovescio il regno di Mammona e dell’Anticristo.
{field{*fldinst{HYPERLINK “http://www.centrosangiorgio.com/”}}{fldrslt{ulcf1 http://www.centrosangiorgio.com/}}}f0fs24
=====================
 COSA è LA APOSTASIA TALMUDICA! L’IDOLO DELLA GELOSIA! PERCHé JHWH HA ABBANDONATO ISRAELE! ] [ Sopra pendaglio massonico sormontato da una Stella di Davide appartenete ad un Gran Maestro. Tra la Squadra e il Compasso appare l’Efod o Pettorale del Giudizio un paramento che indossava il Sommo Sacerdote dell’antica religione mosaica su prescrizione divina (Es 28 15-30).
 Lo spirito della Massoneria è lo spirito del giudaismo nelle sue credenze più fondamentali; sono le sue idee è il suo linguaggio è quasi la sua organizzazione . – Elia Benamozegh rabbino di Livorno (La V e9rité Isra e9lite vol. V 1861 pag. 74).
Quando si iniziano a studiare le origini o il complicato simbolismo della Massoneria ci si imbatte inevitabilmente nel legame esistente tra la s e8tta dei grembiulini e la religione ebraica post-biblica. In effetti molte parole di Grado fregi e lo stesso mito di Hiram sono di chiara provenienza giudaica tanto che un grande esperto come Mons. Ernest Jouin (1844-1932) direttore della prestigiosa Revue internationale des soci e9t e9s secr e8tes (RISS) che nel 1919 ricevette l’encomio e l’approvazione della Santa Sede (nella persona del Segretario di Stato il Cardinale Pietro Gasparri) coniò il termine giudeo-Massoneria per sottolineare lo stretto legame esistente tra l’ebraismo talmudico e la Libera Muratoria. Del resto come confermano diversi articoli contenuti in questa sezione numerosi rabbini hanno apertamente ammesso la filiazione ebraica della Massoneria ed è noto che il cuore dell’insegnamento che si impartisce nelle Logge proviene dalla Kabbalah il misticismo ebraico. Detto questo qualcuno potrebbe obiettare che tale accusa potrebbe celare una forma più o meno larvata di antisemitismo o di incitamento all’odio razziale. A tale insinuazione rispondiamo affermando che il cattolicesimo è assolutamente estraneo all’antisemitismo e ad ogni forma di razzismo in quanto contrari per via di principio sia alla ragione che alla fede cristiana:
– Alla ragione sostenere che un individuo possa essere discriminato a causa della razza cui appartiene (qualunque essa sia) equivale ineluttabilmente a negare il libero arbitrio di cui è dotata ogni persona ossia di quella qualità che consente a chiunque di scegliere liberamente tra il bene e il male e di essere responsabile delle proprie azioni al di là della propria ascendenza religione cultura ecc… Inoltre chi conosce la genesi dell’ideologia razzista soprattutto di quella a sfondo biologico sa che essa è nata nel XIX secolo in ambienti massonici razionalisti e positivisti (soprattutto anglosassoni tedeschi e francesi) da sempre nemici giurati della Chiesa cattolica. La prima a blaterare nell’Ottocento di una supposta razza ariana ritenuta superiore (la stirpe dei giganti ariani vissuta secoli fa sull’isola di Atlantide) e dell’inferiorità della razza ebraica ritenuta semi-umana fu Helena Petrovna Blavatsky (1831-1891) fondatrice dell’esoterica Società Teosofica. Più tardi questa fesseria venne ripresa dai teorici nazisti della razza ariana.
– Alla fede Gesù Cristo secondo la carne era ebreo come lo erano la Sua Santa Madre i dodici Apostoli colonne della Chiesa e buona parte della Chiesa nascente. Come può dunque un cattolico disprezzare quel popolo che ha ricevuto la Rivelazione divina e da cui è nato il Salvatore? Impossibile! E difatti agli inizi del XX secolo di fronte al dilagare dell’antisemitismo la Chiesa cattolica è intervenuta ufficialmente con un pronunciamento della Sacra Congregazione del Sant’Uffizio firmato dal Sommo Pontefice Pio XI (1857-1939) in data 21 marzo 1928 che condannava esplicitamente tutti gli odii e le animosità tra i popoli e massimamente l’odio contro il popolo un tempo eletto da Dio quell’odio che oggi suole volgarmente designarsi con il nome di antisemitismo 1.
Va da sé che per i cattolici il coinvolgimento di un certo numero di ebrei nella creazione della Massoneria (così come del comunismo e di tante ideologie o filosofie violentemente anticristiane) è una questione puramente religiosa e non razziale un problema che ha spinto la Chiesa nel corso dei secoli a difendersi da tali attacchi praticando con carità l’antigiudaismo cristiano 2 che non ha nulla a che vedere con le violenze e l’avversione dell’antisemitismo nazi-fascista 3. Né si vuole sostenere che tutti gli ebrei presi nel loro insieme indistintamente possono essere ritenuti responsabili della creazione delle Società Segrete o dei vari movimenti anticristiani. Affermare il contrario equivarrebbe a cadere in un luogo comune come quello che vorrebbe che tutti gli italiani sono mafiosi 4. La Chiesa d’altronde ha sempre pregato per gli ebrei (e per la loro conversione) e i Pontefici fedeli al comando di Cristo di amare i nostri nemici e di pregare per nostri i persecutori (Mt 5 43-48) li hanno protetti e ospitati nelle loro terre quando sono stati cacciati nel passato da vari regni d’Europa
============================
Il Vaticano gli ebrei e il nazismo. centro culturale san giorgio ccsg [[ [ COSA è LA APOSTASIA TALMUDICA! L’IDOLO DELLA GELOSIA PER EDIFICARE LA SINAGOGA MASSONICA DI SATANA! PERCHé JHWH HA ABBANDONATO ISRAELE! ] ]]
1. Cfr. La Civiltà Cattolica 1928 vol. II pagg. 171-172. Le ragioni teologiche dell’odio anticristiano che anima un certo numero di israeliti (con diversi gradi di responsabilità ovviamente) va cercato proprio nella perdita dell’elezione di Dio a causa del rifiuto ostinato della messianicità e divinità di Nostro Signore Gesù Cristo e del conseguente accecamento? QUESTO PENSANO ALCUNI MA IO DICO CHE SI SBAGLIANO! NON C’è UNA INCOMPATIBILI DEL GIUDAISMO CON I POPOLI E LE ALTRE RELIGIONI COSì QUANDO GESù è STATO UCCISO? GIà LA APOSTASIA TALMUDICA MASSONICA ERA GIà STATA INSEDIATA LA COLPA DI TUTTI I DISASTRI DEL MONDO SONO DELLA MASSONERIA
2. Un esempio dell’antigiudaismo cristiano furono i Monti di Pietà istituiti dai francescani nel XV secolo per sottrarre i cristiani alla piaga dell’usura spesso praticata da israeliti. Un’altra istituzione per proteggere i cristiani fu l’istituzione dei ghetti. Nel 1555 Papa Paolo IV creò infatti il ghetto di Roma ed emise la bolla Cum nimis absurdum che forzava gli ebrei a vivere in un’area specifica e prevedeva una serie di restrizioni particolari che sarebbero poi state in vigore per secoli. Papa Pio V raccomandò che tutti gli Stati confinanti istituissero dei ghetti e nel corso del XVI e XVIII secolo tutte le città principali ne avevano uno (con le uniche eccezioni in Italia di Livorno e Pisa). Quello di Roma fu l’ultimo ghetto a venire abolito in Europa Occidentale nel 1870.
3. La Chiesa cattolica ha condannato solennemente il culto della razza e del sangue praticato dal regime nazionalsocialista con l’Enciclica Mit brennender Sorge del 10 marzo 1937.
4. Padre Massimiliano Maria Kolbe morto per mano dei nazisti ad Auschwitz il 14 agosto nel 1941 ed elevato agli onori degli altari nel 1982 scrive nel settembre 1926 in un articolo sul Rycerz Niepokalanej commentando il Congresso Internazionale Massonico svoltosi nel mese precedente a Bucarest Signori massoni voi che recentemente durante il Congresso di Bucarest vi siete rallegrati del fatto che la Massoneria si sviluppa riflettete e dite sinceramente se non è meglio servire il Creatore della pace interiore nell’amore gioioso piuttosto che obbedire agli ordini della crudele cricca ebraica misteriosa scaltra mal conosciuta e che vi odia? E a voi piccolo manipolo di ebrei “Sapienti di Sion” che […] avete provocato coscientemente già tante disgrazie e ancora di più ne state preparando a voi mi rivolgo con la domanda quale vantaggio ne ricaverete? . Occorre ribadire che San Massimiliano non era un’antisemita cioè uno di coloro che odiano la stirpe ebraica in quanto tale. Anzitutto egli distingue gli ebrei-popolo dal manipolo di ebrei che secondo diversi ambienti dell’epoca dirigeva la centrale massonica internazionale. Inoltre San Massimiliano in una lettera da Nagasaki del 1935 mette in guardia i confratelli di Niepokalanow a non suscitare o approfondire (attraverso il Rycerz) l’odio verso gli ebrei da parte dei lettori polacchi (già tanto prevenuti verso quelli) e sottolinea che il principalissimo scopo della Milizia dell’Immacolata è la conversione e la santificazione delle anime vale a dire la conquista di esse all’Immacolata l’amore verso qualsiasi anima compresi gli ebrei i massoni gli eretici e così via (cfr. P. M. Kolbe Scritti Roma 1997 pag. 1161). Ed egli manifestò concretamente tale amore dando rifugio a circa 1.500 ebrei in Niepokalanow i quali erano fuggiti all’avanzare delle truppe tedesche sul territorio polacco nel 1939. In tal modo li strappava dalle grinfie dei nazisti antisemiti per antonomasia pur sapendo che sarebbe incorso nelle loro ritorsioni (Cfr. F. S. Pancheri Massimiliano Kolbe. Un santo del secolo pagg. 105-106). E anche dopo la morte di Padre Kolbe molti ebrei ebbero ospitalità presso i frati di Niepokalanow i quali se fossero stati scoperti dai nazisti sarebbero stati puniti con la morte (cfr. J. Gierrtych P. Kolbe e il problema ebreo in Miles Immaculata fascicoli I-III Roma gennaio-ottobre 1982 pag. 180).
=========================
 Pregate per la pace di Gerusalemme! ] [ Perché la pace di Gerusalemme è centrale per i destini del genere umano?
Perché è indispensabile che tutti gli ebrei del mondo anche loro ritornino ad essere un solo popolo in una sola Patria?
Perché si dice che Israele come entità Nazionale è li orologio della storia?
Come introduzione bisogna precisare che la eresia talmudica ha portato alla apostasia la religione ebraica e che senza il satanismo del Talmud forse oggi non esisterebbe più un solo ebreo in tutto il pianeta
Pertanto quando il popolo degli ebrei sarà al sicuro come ogni altro popolo poi li arma di genocidio del genere umano che il Talmud rappresenta al pari della shariah potrà essere distrutto
==========
OGGI COME IERI IERI COME DOMANI 122:1 “Canto dei pellegrinaggi. Di Davide.” Io mi sono rallegrato quando mi dissero Andiamo alla casa dell’Eterno jhwh .
Salmi 122:6 – Pregate per la pace di Gerusalemme
SI VOI TUTTI INSIEME A ME voi pregate per la pace di Gerusalemme

==========
 Pregate per la pace di Gerusalemme! ] NON POSSIAMO DIMENTICARE COME TUTTA LA PREDICAZIONE DI GESù DI BETLEMME ERA FONDATA SULLA RICOSTITUZIONE DEL REGNO DI DIO CHE PER OGNI EBREO SENZA AMBIGUITà ERA INTESO COME IL REGNO TERRENO E POLITICO DI ISRAELE! E CHE ANZI proprio Gesù stesso lui DAVA LA PRESENZA DI QUESTO REGNO NON SOLO COME VENIENTE MA COME GIà ESISTENTE nella sua Persona! TUTTAVIA I DISCEPOLI DI EMMAUS E GLI APOSTOLI ERANO DELUSI per quello che Gesù non aveva fatto o non era riuscito a fare benché Lui lo avesse predicato e promesso questo Regno di Israele tutt’avia non c’era ancora! ANCHE NEL MOMENTO DELLA ASCENSIONE CIRCA LA ATTUAZIONE REALIZZAZIONE DI QUESTO REGNO GLI APOSTOLI ERANO DELUSI! MA GESù VEDEVA IL MIO GIORNO DI UNIUS REI e disse “non sta a voi di conoscere il Tempo in cui mio Padre ha deciso di riunire il Regno di Israele!”
Ebrei 12:26-29. 26. la cui voce scosse allora tutta la terra ma che adesso ha fatto questa promessa Ancora una volta io farò tremare non solo la terra ma anche il cielo. 27. Or questo “ancora una volta” indica la rimozione delle cose che verranno scosse come di cose fatte onde sussisteranno coloro che saranno stabili e ferme quelle che non sono più scosse. 28. Perciò ricevendo un regno che non può più essere scosso siamo riconoscenti e offriamo così a Dio un culto accettevole con riverenza e timore! 29. Perché il nostro Dio è anche un fuoco consumante. [[ Si è il fuoco dell’amore che JHWH vuole donare a tutti gli ebrei del mondo che ritornano da lui!cf2
=========
Pregate per la pace di Gerusalemme! ] FRA LE TANTE RICHIESTE NECESSITà E BISOGNI DI OGNI PERSONA CHE ama spera e SOFFRE IN QUESTO PIANETA NOI NON CI DIMENTICHIAMO MAI DI PREGARE PER GERUSALEMME E PER I NOSTRI FRATELLI MAGGIORI.
CRISTO è IL PRINCIPE DELLA PACE QUINDI GESù CRISTO MESSIA DI BETLEMME ASSICURERà LA PROSPERITà a GERUSALEMME ed a tutti i popoli del mondo un esperienza di ricchezza che questo pianeta non ha mai sperimentato
C’è per noi UN FUTURO COSì GLORIOSO DA ESSERE INIMMAGGINABILE PROPRIO PERCHé LUI JHWH LO HA PROMESSO e Gesù di Betlemme lo ha promesso anche NEL MOMENTO DELLA SUA ASCENSIONE AL CIELO
IN ATTESA CHE QUESTA PROFEZIA SI REALIZZI NOI IMPEGNAMOCI AD ESSERE FAUTORI DELLA PACE E A SPEGNERE TUTTI I DARDI INFUOCATI DELL’ODIO DEL RISENTIMENTO CHE POSSONO ESSERE UTILI SOLTANTO Ai CRIMINALI della usurocrazia bancaria a massonica e CHE VOGLIONO FARE DI TUTTO IL GENERE UMANO LA PROPRIA PREDA.
MA ANCHE NOI tutti ABBIAMO LE ARMI DELLA FEDE E DELLA PREGHIERA PERCHé SENZA FEDE LA PREGHIERA è INEFFICACE è COME COLPIRE LE MOSCHE
ECCO PERCHé E NOSTRO DOVERE PREGARE PER GERUSALEMME

Pregate per la pace di Gerusalemme! ] ” BENEDIRò tutti QUELLI CHE TI BENEDIRANNO E MALEDIRò tutti quelli che TI MALEDIRanno E IN TE SARANNO BENEDETTE TUTTE LE FAMIGLIE DELLA TERRA! ” DISSE DIO AD ABRAMO NOSTRO PADRE NELLA FEDE INFATTI è SCRITTO CHE SENZA FEDE NESSUNO PUò PIACERE A DIO! POI FU DETTO anche CHE ABRAMO è PADRE DEI CREDENTI QUINDI LA GENERAZIONE CARNALE HA PERSO LA SUA IMPORTANZA,
POI LA CARNE non giova a nulla perché è lo Spirito Santo che è amore
La carne inoltre FAREBBE DI DIO UN RAZZISTA E QUESTO è BLASFEMIA CONTRO LA SANTITà DI JHWH
Ecco perché il fatto che i Farisei hanno fatto perdere agli ebrei le genealogie paterne per trasformarli in schiavi goym per fare subire loro shoah cicliche POI QUESTA GENEALOGIA CARNALE NON è PIù IMPORTANTE
PERCHé QUELLO CHE DA A NOI LO SPIRITO SANTO è PIù IMPORTANTE DELLA LEGGE ED è PIù IMPORTANTE DELLA CARNE
 poi ILLUMINATI non riusciranno più a fare del male agli ebrei se la salvezza può avvenire soltanto dalla fede

================
Pregate per la pace di Gerusalemme! ] Se vogliamo capire quello che accade nel Medio Oriente ai tempi nostri?
Noi dobbiamo conoscere la Bibbia
Dato che ” i doni di Dio sono senza pentimento”,
Dato che Benedetto XVI ha detto “nessuno deve pensare che il modo ebraico di leggere la Bibbia non sia legittimo soltanto perché esiste la Chiesa!”
Come a dire Dio ha molto da dire ad Israele ancora e la Chiesa non può assorbire tutta la eredità politica e teologica di Israele
EPPURE QUESTO ERRORE TEOLOGICO di escludere Israele è STATO FATTO IN PASSATO e sarebbe un errore veramente inscusabile se l’ebraismo non fosse diventato già dai tempi di Re Salomone una apostasia taldudica
Consideriamo allora come il “Vecchio Testamento” sia un testamento valido efficace salvifico per Davide Elia ecc..
così ancora lo è e lo sarà sempre anche per noi
Poi sentiremo la voce di Dio che dice “giustizia io voglio e non sacrifici!” quindi offri con le tue labbrà un canto di lode
Non avremo più bisogno di uccidere tanti animali al posto nostro ma scioglieremo all’Eterno JHWH un canto di lode
Inoltre chi non si sente pronto a morire martire in questo momento poi se non è ipocrita di cristiano lui e non ha portato ancora la sua testa da fare decapitare in Siria shriah Iraqshriah o in una qualsiasi nazione criminale shariah della LEGA ARABA? poi lui dovrebbe considerare come la sua VERA esperienza spirituale è più simile alla esperienza di un ebreo che non alla esperienza di un cristiano
Anche perché se un cristiano non è morto martire ancora? chi potrebbe dire “io sono un vero cristiano”.
Quindi la Bibbia narra in modo efficace ancora oggi la storia di Israele ed il modo di agire di Dio col popolo giudeo.
E poiché nessuno può dire “la Bibbia è un romanzo!”
Qindi poi lui dice “la Bibbia è Parola di Dio!”
Poi la Parola di Dio non è mai antica perché Dio JHWH è l’eterno presente!”.

Pregate per la pace di Gerusalemme! ] Come cristiani credenti nella Bibbia vediamo in quello che accade ai nostri giorni nello stato di Israele un segno un germe delli adempimento delle profezie dei vecchi profeti del vecchio testamento.
Non tutti hanno ucciso palestinesi per divertimento! Molti sono stati costretti a difendersi
Molti hanno guardato ad Israele come all’adempimento delle profezie ma non per fare del male ai diversi… perché è stata la LEGA ARABA che per colpa della sua shariah ci ha messo odio e violenza
Nessun ebreo avrebbe voluto vedere un risvolto violento dell’adempimento delle promesse bibliche
Gesù stesso dice in Luca 21,29-31 Disse loro una parabola Guardate il fico e tutti gli alberi; quando cominciano a germogliare voi guardando riconoscete da voi stessi che li estate è ormai vicina. Così anche voi quando vedrete accadere queste cose sappiate che il regno di Dio è vicino. Infatti Il fico è il simbolo di Israele come nazione.
Ed io in mezzo a tanto odio? io vedo solo l’AMORE
==================================

Pregate per la pace di Gerusalemme! ] Israele il popolo di Dio
Dio ha avuto e segue ancora la sua via con Israele come popolo. Simone ha riferito come Dio all’inizio ha voluto scegliersi tra gli stranieri un popolo consacrato al suo nome. E con ciò si accordano le parole dei profeti come sta scritto Dopo queste cose ritornerò e ricostruirò la tenda di Davide che è caduta; e restaurerò le sue rovine e la rimetterò in piedi affinché il rimanente degli uomini e tutte le nazioni su cui è invocato il mio nome cerchino il Signore dice il Signore che JHWH fa queste cose a lui note fin dall’eternità. At. 15,14-18.
Con lo stato di Israele vediamo che la tenda di Davide che è caduta è in fase di ricostruzione ai nostri tempi. Così facendo rivelando la sua bontà e la sua fedeltà verso un popolo Dio attira tutti gli uomini per far in modo che lo cerchino. Dio non ha ripudiato il suo popolo anche se non ha accolto Gesù come suo Messia. Rm. 11,1.
Se alcuni rami sono stati troncati mentre tu che sei olivo selvatico sei stato innestato al loro posto e sei diventato partecipe della radice e della linfa dell’olivo. Vs.17. Tutto il vecchio testamento discende dai giudei. Da queste radici e da questa linfa delli olivo possiamo come cristiani tra i gentili ricavare consolazione forza e cibo per la nostra vita di fede. Non abbiamo motivo di temere di insuperbirci sui giudei. Al contrario! Rm. 11 18-21

Pregate per la pace di Gerusalemme! ] Sotto la protezione di Dio
Le promesse di Dio ad Abrahamo erano salde. Lui ricevette il suo Isacco. Le promesse di Dio al popolo di Israele sono anche stabili. Hanno riottenuto il loro paese dopo aver girovagato nel deserto per duemila anni. Il paese è coltivato e il deserto fiorisce. Lo stato di Israele è circondato da molti nemici ma è sotto la protezione di Dio. Is. 41 14 e Is. 32,17-18

Pregate per la pace di Gerusalemme! ] ISRAELE RACCOGLIE TUTTI I SUOI FIGLI SPARSI PER IL MONDO!
Vi farò tornare dalla vostra prigionia; vi raccoglierò da tutte le nazioni e da tutti i luoghi dove vi ho cacciati dice il Signore; vi ricondurrò nel luogo da cui vi ho fatti deportare. Ger. 29 14. Questa è una delle tante scritture che parlano della stessa cosa e vediamo COME TUTTO va a compimento. è ugualmente impossibile cancellare Israele come popolo così come per il sole smettere di splendere durante il giorno o per la luna e le stelle smettere di illuminare la notte. Leggi Geremia 31 35-37.

Pregate per la pace di Gerusalemme! PROSPERITà E PACE MONDIALE SONO IN ARRIVO! BUSH 322 KERRY? NON VINCERANNO! ]
 La cosa migliore che possiamo fare per le persone che vivono nel Medio Oriente oggi siano essi giudei o di altre nazioni è di sostenere lo stato d’Israele e di pregare per la pace di Gerusalemme. Salmi 122 6.

Prime Minister Benjamin Netanyahu ] tu sei testimone! io faccio di tutto per salvare la loro vita maledetta all’inferno.. ma, loro si ostinano in tutti i modi a voler morire! EPPURE IO SONO PIENO DI AMORE PER LORO, COSì COME LORO SONO PIENI DI ODIO PER ME… ED IL motivo? è quello che, loro hanno fatto ammutinamento contro il Regno di Dio!
===============
questo può essere compreso. Arabia SAUDITA, Onu OIC, e USA Spa Fmi, hanno dato le armi alla Galassia jihadista, ma, non hanno pensato al cibo. ecco perché loro sono costretti in nome di Allah e del Corano, di fare i cannibali! .. che per fare il Genocidio ONU Shariah, anche tutta la LEGA ARABA senza reciprocità, non ha niente da imparare dai jihadisti suoi servizi segreti!

è vero, io sono soltanto una autorità politica virtuale.. eppure, io sono l’unica possibilità per il genere umano di sopravvivere alla Guerra Mondiale!

LA SHARIA SE LI MANGIA, MATTATOIO PER CANNIBALI ISLAMICI [ VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI, scene destabilizzanti, lo spettatore si assume ogni responsabilità per questa visione, si! ci sono cadaveri che divengono, in una macelleria organizzata, il cibo il nutrimento dello ISIS shariah ] http://intermatrix.blogspot.it/2014/08/scoperti-veri-mattatoi-islamici-per.html
===================
Top Iranian General Says US Carried Out 9/11
Iran-general-US
Click here to watch: Top Iranian General Says US Carried Out 9/11
One of Iran’s most senior military commanders has claimed that the United States engineered the September 11 terrorist attacks in order to sow Sunni-Shia strife, in the latest variation of a conspiracy theory confined to the fringes in the west but commonly believed in the Muslim world. In an interview with Iran’s official Arabic-language TV network Al Alam, Brigadier-General Ahmad Reza Pourdestan claimed that the US government contrived to attack itself in order to stem the rise of Islam. “These wars (in the Middle East) stem from a comprehensive American strategy,” he opined. “After the fall of the Soviet Union the Americans felt that a new force was beginning to materialize, namely, the union between Sunnis and Shiites.” Pourdestan, who is the commander of the Iranian Ground Forces, claimed it was Iran who led that union – despite its record of antagonism both towards its own Sunni minority and neighboring Sunni Muslim states. “This force is Islam, or the Islamic world,” he added. He asserted that in order to head off this emerging union, “the first thing [the Americans] did was to plan and carry out the events of 9/11 in order to justify their presence in Western Asia, with the goal of ruling it.” Despite the recent overtures to Tehran by Washington – not least the generous framework deal over Iran’s nuclear program – Iranian official rhetoric has remained staunchly anti-American. The US is still referred to as “the Great Satan,” and Iranian officials still lead chants of “Death to America” at official state rallies.
Watch Here
More crucially, the Islamic Republic has upped its support for terrorist proxies throughout the Middle East, many of whom are engaged directly with US allies including Israel, Yemen and Saudi Arabia. Critics of the nuclear deal with Iran – most prominently in Israel – have warned Tehran is taking advantage of the softening of international pressure to increase, to scale back on, its aggression in the region. Moving on from his message of Muslim unity, Pourdestan went on to issue veiled threats against Saudi Arabia for its intervention in Yemen, after Iranian-backed Houthi rebels ousted the Saudi-backed government. He claimed the gulf kingdom would not be able to withstand sustained attacks on its homeland – an eventuality he hinted was possible now that Houthis had seized advanced weaponry from the Yemeni government’s arsenal. “If Saudi cities were targeted by bombings and missiles, it would be difficult for the officials there to withstand this,” he said. “They are capable of dealing lethal blows to Saudi Arabia,” he added of the Houthis. Pourdestan also addressed the rise of ISIS, warning that if the group came within 40 kilometers of the border with Iran “we will confront them.”
Source: Arutz Sheva
CLICK HERE TO FORWARD THIS EMAIL TO YOUR FRIENDS
***
Life is too Short and Here is Proof
poiché l’Onu non condanna il nazismo della sharia? poi, anche la nostra sorte è stata segnata ] NOI MORIREMO TUTTI! [ Centinaia di corpi decomposti, compresi quelli di donne e bambini, sono stati scoperti da un comitato governativo inviato a Damasak, nello stato nigeriano del Borno, dopo che la città è stata riconquistata dall’esercito. Lo riporta il Daily Trust. Si sospetta che le vittime siano state uccise dai jihadisti Boko Haram.
======================
Una delle foto diffuse dall’Isis presumibilmente scattate a Roma e Milano e segnalate su Twitter dal Site di Rita Katz © ANSA FOTO. 27 aprile 2015, Notizie Correlate. In Bosnia attacco terroristico al grido ‘Allah è grande’. ‘Ministro guerra’ dell’Isis ucciso in raid Iraq, Isis rapisce e sgozza intera troupe tv, trovati cadaveri in Libia. isis a Roma e a Milano. “Siamo nelle vostre strade”. Circolano da ieri sul web foto con messaggi minacciosi a firma Islamic State sullo sfondo di alcuni luoghi-simbolo italiani, a Roma e Milano. “Pura propaganda, è jhihad della parola”, dice all’ANSA una fonte dei servizi di sicurezza, secondo cui cui non ci sono “nuovi concreti elementi di allarme” e la vigilanza “è sempre massima”. Le foto – alcune delle quali pubblicate dal quotidiano Il Tempo – circolano su account Twitter di sostenitori dell’Isis, riferisce la direttrice del Site Rita Katz, che le ha rilanciate sul proprio profilo.
 Un account, in particolare, quello di un tunisino fanatico del Califfato, la cui reale pericolosità è al vaglio dell’antiterrorismo. “Siamo nelle vostre strade. Siamo ovunque. Stiamo localizzando gli obiettivi, in attesa dell’ora X”: questi i messaggi, scritti a penna su dei foglietti in italiano, arabo e francese e tenuti in mano probabilmente dalla stessa persona che scatta la foto. Sullo sfondo diversi scorci, dal Colosseo, al Duomo e alla stazione di Milano. Immortalati anche mezzi della Polizia di Stato e della Polizia locale, sempre del capoluogo lombardo, fermate della metropolitana, tratti autostradali (la Milano-Venezia, uscite di Dalmine e Trezzano sull’Adda) e bandiere dell’Expo. Sui foglietti anche una sorta di logo del Califfato. In un caso, sotto alla scritta Islamic State in Rome, appare anche la “firma”: Omar Moktar. E’ questo il nome di un leader di Al Qaida, ma Omar al-Muktar è pure il “Leone del Deserto”, il famoso eroe nazionale libico che condusse negli anni 20 la guerriglia anticoloniale contro gli italiani. Molti si ricordano quando Gheddafi, nel giugno 2009, arrivò in Italia mettendo in bella mostra sulla sua divisa proprio la foto di Al-Muktar, simbolo della resistenza libica impiccato dagli invasori italiani.
====================
poiché l’Onu non condanna il nazismo della sharia? poi, anche la nostra sorte è stata segnata ] NOI MORIREMO TUTTI! [ è INDISPENSABILE pretendere dalla LEGA ArABA il concetto della reciprocità! ] RENZI è un illuso, è proprio ONU il progetto di islamizzazione del mondo [ Vertice Ban-Renzi sull’emergenza immigrazione, punto su misure
Renzi: ‘Per fermare trafficanti contiamo su sostegno Onu’
Immigrazione: Frontex, aumenteremo sforzi per prevenire tragedie. MA, NOI SIAMO IN PIENA TRAGEDIA: FINANZIARIA, MORALE, SPIRITUALE.. siamo messi in piedi soltanto dalla ipocrisia.. questa è una civiltà morente, che crolla e che non può opporre nessuna resistenza alla bomba demografica che lo Islam rappresenta!
 leader della Lega Nord Matteo Salvini sull’immigrazione. “Con gli immigrati – ha detto a ‘Radio Padania’ – “è in corso un’operazione di sostituzione etnica coordinata dall’Europa”. Secondo l’esponente del Carroccio ci sono “padani discriminati, vittime di pulizia etnica, di sostituzione di popoli”.
Il segretario della Lega ha chiamato in diretta il numero antidiscriminazioni del Governo: “Ci stanno chiamando tanti pensionati italiani che si ritengono discriminati perché le Prefetture non mettono loro a disposizione gli alberghi dati a richiedenti asilo, possiamo dare il vostro numero?”.
Poco prima sul suo profilo Facebook aveva fatto sapere che la Lega sta preparando un esposto contro il governo per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. “L’Isis sta organizzando lo sbarco di 200.000 immigrati. Renzi e Alfano collaborano, mettendo a disposizione navi e alberghi. E la Lega presenta un esposto per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina: i confini vanno difesi!”.
======================
fratellanza universale insieme alle 12 tribù di Israele, amore giustizia verità, uguali diritti ed uguali doveri per tutti ] OVVIAMENTE io credo nel multiculturalismo e nella integrazione, ma, è la LEGA ARABA shariah, SENZA RECIPROCITà, che non ci crede, che ci trascinerà nella guerra mondiale, e che ci ucciderà TUTTI, perché, ONU ha tradito tutti i suoi diritti umani universali
=================
27.04.2015. Bechara Rai: La buia notte d’oriente e le sentinelle dell’aurora
Il patriarca maronita è in questi giorni in Francia: oggi incontrerà Hollande.
Reduce dalla canonizzazione di 1,5 milioni di martiri a Etchmiadzin e dalla commemorazione ufficiale a Erevan del centenario dell’inizio del genocidio degli armeni (dove ha rappresentato i patriarchi d’Oriente), il cardinale Béchara Raï è per alcuni giorni ( fino a martedì 28 aprile) sulle rive della Senna. Oggi incontrerà tra gli altri François Hollande, presidente di quella Francia che storicamente si è posta come ‘protettrice’ del Libano. Con lui parlerà sia del perdurante disaccordo sull’elezione del nuovo presidente libanese (che dev’essere secondo il “Patto nazionale” un cristiano maronita) sia della situazione dei cristiani – specie in quella Siria di cui si è voluta distruggere scelleratamente l’unità nel pluralismo delle etnie e delle fedi – e in genere dei milioni di rifugiati causati dalle guerre tanto dissennate quanto sanguinose che scuotono la regione mediorientale.
Sabato 25 aprile invece il patriarca Raï è stato in visita all’Unesco, dove ha pronunciato un discorso molto lucido, vigoroso e nel contempo accorato sulla “presenza cristiana nel Medio Oriente e sul suo ruolo nel promuovere la pace”. Dapprima ha incontrato il direttore generale dell’agenzia onusiana per l’educazione, la scienza e la cultura Irina Bokova, che ha salutato osservando come “la cultura divenga sempre più un’arma di guerra, in nome di un’interpretazione deviata della religione”; con lei ha anche evidenziato come tra i problemi più urgenti del Libano (su quattro milioni di abitanti, due milioni di rifugiati) ci sia quello di far sì che ”i profughi possano ritornare degnamente alle loro terre”.
Davanti all’assemblea il patriarca ha poi svolto un intervento (molti i richiami storici e quelli riguardanti le istituzioni educative e sociali delle Chiese d’Oriente) protrattosi per circa mezz’ora e che nell’ultima parte si è trasformato in un vero e proprio appello veemente. “Bisogna smetterla di sostenere i belligeranti con armi e denaro e di proteggere politicamente loro e le organizzazioni terroristiche”, ha detto Béchara Raï, rilevando che oggi “solo nel Libano i cristiani hanno una presenza politica rispettata in patria e nel mondo arabo”. Del resto proprio “il Libano, grazie alla sua cultura conviviale, resta la sola speranza per la convivenza tra cristiani, musulmani e altri”.
Ha poi proseguito il patriarca maronita, riferendosi alla condizione drammatica dei cristiani in Medio Oriente: “Questa situazione non troverà soluzione se non con la solidarietà della comunità internazionale e con i suoi interventi incisivi per fermare le guerre e per imporre il ritorno degli sfollati nei loro Paesi ma in modo tale che essi possano recuperare i loro beni e i loro diritti”. Con voce incrinata Béchara Raï ha poi affermato davanti all’assemblea: “Io sono venuto qui per dar voce a chi la voce è stata rubata, sono venuto qui per attestare le sofferenze di milioni di rifugiati, di sfollati, di bambini, di anziani, di donne e di uomini cui si sono rubati la propria patria, i propri beni e si è distrutto l’avvenire. Sono venuto qui per testimoniare davanti a voi l’immenso e indicibile dolore di chi è stato perseguitato per la sua fede, di chi si è insultata l’identità in nome di un Dio, ragione invocata da assassini implacabili. Sono venuto qui per sostenere gridando la causa di coloro che attendono la fine della notte e che sperano la loro salvezza da una comunità internazionale che purtroppo tarda a porre fine all’azione di morte di omicidi senza fede e senza frontiere”.
Perciò, prima di congedarsi con un richiamo accorato a “Cristo, principe della pace”, il patriarca Raï ha di nuovo scosso visibilmente l’assemblea: “Dal cuore della notte che ci copre, con le tenebre che ci avvolgono, lancio un appello angosciato a tutte le sentinelle dell’aurora d’Oriente come d’Occidente, d’Europa, del mondo arabo e del mondo intero, della Cristianità come dell’Islam, perché ci aiutino a suscitare la speranza e a confortare popoli abbandonati, sconvolti, perseguitati nella loro tenace volontà di non rassegnarsi alla sventura”.
=======================
28.04.2015. “Sono cristiano e perseguitato”. E i jihadisti ottengono il pass per l’Italia
L’inchiesta della Procura di Cagliari, dopo l’arresto di nove persone colluse con l’Isis.
Così i jihadisti riescono ad avere il pass per lavorare in Italia e coltivare intanto i loro piani terroristici. È questo il quadro che emerge dall’inchiesta della procura di Cagliari che ha portato all’arresto di nove persone con l’accusa di terrorismo islamico (Il Giornale, 27 aprile).
FINTA VITTIMA DEI TALEBANI
Tra questi qualcuno aveva lo status di rifugiato. Come nel caso di Yahia Ben Ridi, arrivato in Italia per gestire i proventi derivati dal traffico degli immigrati per conto di Al Qaeda. Ridi ha ottenuto il permesso di soggiorno spacciandosi per una vittima delle persecuzioni dei talebani di cui invece era un “collaboratore”.
IN ITALIA PER “MOTIVI UMANITARI”
Caso diverso invece per Alì Zuliqar, cugino di Sultan Wali Khan capo della cellula di Olbia. Quando arriva al centro d’accoglienza di Lecce, si legge sempre su Il Giornale, contatta nuovamente il cugino che lo mette in contatto con un uomo dell’organizzazione in Puglia. È questo gancio che gli consiglia di farsi passare per un cristiano perseguitato dai musulmani: l’operazione riesce e nel 2011 Zuliqfar chiede e ottiene un permesso per motivi umanitari. Insomma per restare in Italia e prosperare tra le cellule del terrore basta dichiararsi cristiano.
FINANZIAMENTO A JIHAD E TERRORISTI
Quello che emerge è un altro drammatico aspetto della vicenda relativa alla cellula islamica in Sardegna. Già su Il Sole 24 Ore (25 aprile) era stato ricostruito come il finanziamento al terrorismo internazionale passasse dall’Italia proprio attraverso la cellula di Olbia. Tutto girava attorno al «sistema di trasferimento internazionale di valuta detto Hawala». Attraverso codici segreti le somme erano depositate in vari stati d’Europa e prelevate direttamente in Pakistan. In apparenza si trattava di contributi per missioni umanitarie ma in realtà servivano a foraggiare la guerra del terrore di matrice fondamentalista.
“MOVIMENTI DI MILIARDI”
Il quadro probatorio emerso dall’inchiesta della Procura della Repubblica di Cagliari risulta ben saldo e basato su accurate indagini dell’Antiterrorismo della polizia di Stato. Gli investigatori della Digos hanno ricostruito ogni singolo movimento finanziario della «cellula» radicata a Olbia, nel Nord della Sardegna. Il «grande capo», Wali Khan – «amico del fondatore di Al Qaeda, Bin Laden» – era riuscito a fare «movimenti per miliardi».
=====================
21.04.2015. L’ISIS distrugge la voce del campo profughi di Yarmouk
Brucia gli strumenti del pianista Ayham al-Ahmad, ma lui continua a suonare sui tetti.
La lotta senza quartiere dell’ISIS a ogni espressione culturale continua. Dopo la distruzione di preziosissimi siti archeologici, è la volta degli strumenti musicali, e a farne le spese è stato Ayham al-Ahmad, il pianista che allietava la vita ormai quasi allo stremo del campo profughi siriano di Yarmouk.
Il weekend scorso, infatti, i militanti dello Stato Islamico hanno dato alle fiamme il pianoforte di Ayham, che tuttavia non si è perso d’animo e continua a suonare sui tetti delle case distrutte.
Ayham suonava non potendo sopportare che “le uniche note udibili a Yarmouk, periferia sud di Damasco, fossero quelle dei bombardamenti aerei e delle raffiche dei fucili automatici” (Huffington Post, 19 aprile).
Il campo di Yarmouk è da oltre un anno assediato dalle truppe del regime siriano dopo l’ingresso dei miliziani jihadisti, che da due settimane ne controllano una parte. Quando l’ISIS è entrato in forze nel campo tre settimane fa, Ayham e gli altri 15.000 civili rimasti a Yarmouk potevano solo sperare di sopravvivere.
Con la sua musica, Ayham, ultimo membro della Yarmouk Youth Band a vivere ancora nel campo, dava voce alla sofferenza dei residenti di Yarmouk. Fonti locali hanno rivelato che venerdì il musicista palestinese avevano cercato con alcuni amici di spostare alcuni dei suoi strumenti fuori dal campo per portarli in una vicina città siriana perché correvano il rischio di essere distrutti dai bombardamenti dell’eseRcito siriano (LiveLeak, 20 aprile).
Ora è l’ennesimo esempio di precarietà e di vita sospesa tra le macerie: Mentre cercavano di uscire dal campo, Ayham e i suoi amici hanno raggiunto un posto di blocco presidiato dagli islamisti, apparentemente di Jabhat al-Nusra, con un camion che conteneva gli strumenti. Dopo un interrogatorio sul contenuto del camion, gli islamisti lo hanno cosparso di benzina e hanno bruciato gli strumenti, che valevano circa due milioni di libbre siriane, poco meno di 25.000 euro.
“La musica è proibita, ma quello che ci fanno no”, hanno commentato le fonti locali.
Quando Ayham e i suoi amici sono tornati, hanno riferito fonti di Yarmouk, hanno chiuso il negozio di musica del ragazzo per paura che diventasse bersaglio di attacchi.
“La situazione sta iniziando a terrorizzarci”, hanno affermato le fonti, aggiungendo che vogliono tuttavia continuare a suonare “per far sì che i militanti islamici non portino via la voce del campo. Combatteremo per usare la musica per diffondere la parola della sofferenza nel campo”.
L’episodio è stato riportato dai media all’interno del campo e da quelli affiliati all’opposizione siriana, ma non ha potuto essere verificato in modo indipendente.
Un sito dell’opposizione siriana ha affermato che i criminali dietro l’incendio degli strumenti sono membri del campo che si sono uniti allo Stato Islamico. Una fonte locale ha riferito che due mesi fa uomini di al-Nusra avevano avvertito il gruppo musicale di non suonare in strada, dicendo che la prossima volta non avrebbero dimostrato alcuna pietà.
Ayham, nato e cresciuto nel campo di Yarmouk, ha iniziato a suonare il pianoforte a cinque anni.
In un’intervista dello scorso anno, aveva raccontato “il silenzio e l’assenza di vita” di Yarmouk, situato 8 chilometri a sud di Damasco, denunciando “epidemie che si diffondono e assenza di acqua, cibo, medicinali ed elettricità” (Now, 1° agosto 2014), per non parlare degli attacchi delle forze del regime, dei raid aerei, degli ingenti bombardamenti su edifici civili e del fatto che medici e operatori sanitari venivano presi di mira.
Per Philip Luther, direttore del programma per il Medio Oriente e l’Africa del Nord di Amnesty International, le truppe siriane stanno riducendo alla fame i civili come arma di guerra. In una dichiarazione del marzo 2014, ha dichiarato che “gli atroci resoconti di famiglie che devono ricorrere a mangiare cani e gatti e di civili attaccati dai cecchini mentre vanno in cercadi cibo sono diventati dettagli fin troppo familiari della storia dell’orrore che si è materializzata a Yarmouk”.
In questa situazione a dir poco drammatica, Ayham aveva spostato il proprio pianoforte in strada “per ridare un po’ di speranza al campo”.Prima che l’ISIS gli bruciasse il pianoforte, con il suo strumento era un’oasi di normalità in un campo devastato ma Ayham non si arrende.
sources: ALETEIA
http://www.aleteia.org/it/dal-mondo/articolo/isis-distrugge-voce-campo-profughi-yarmouk-pianista-video-5886907162558464
=======================
non possiamo negare che è con metodi brutali, che la LEGA ARABA shariah ha fatto il genocidio dei popoli precedenti! .. e i suoi complici: ONU SPA FMI BCE FED, NATO, UE, USA, Bildenberg, Banca Mondiale, Talmud, OCI e tutti i suoi componenti, stanno per pagare i loro crimini certamente!
LA SHARIA SE LI MANGIA, MATTATOIO PER CANNIBALI ISLAMICI [ VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI, scene destabilizzanti, lo spettatore si assume ogni responsabilità per questa visione, si! ci sono cadaveri che divengono, in una macelleria organizzata, il cibo il nutrimento dello ISIS shariah ] http://intermatrix.blogspot.it/2014/08/scoperti-veri-mattatoi-islamici-per.html
fratellanza universale insieme alle 12 tribù di Israele, amore giustizia verità, uguali diritti ed uguali doveri per tutti ] OVVIAMENTE io credo nel multiculturalismo e nella integrazione, ma, è la LEGA ARABA shariah, SENZA RECIPROCITà, che non ci crede, che ci trascinerà nella guerra mondiale, e che ci ucciderà TUTTI, perché, ONU ha tradito tutti i suoi diritti umani universali
========================
circa il DONBASS, NON HA PIù NESSUN SIGNIFICATO PER STATO DI POLIZIA: NATO CIA BILDENBERG REGIME MASSONICO, CHE IL POPOLO SI SIA ESPRESSO IN MODO COSTITUZIONALE E PLEBISCITARIO! … VANNO CAPITI SENZA GUERRA? POI, ADDIO SOLDI FINANZIAMENTI USA UE!
==================
Papa FRANCESCO ] [ non credo che, su di me, si possa costruire qualcosa sulle calunnie, o, che si possa dire di me: “che, io sono la pecora nera della famiglia” … lol.. infatti, noi due siamo gli unici a non essere vestiti di nero, da queste parti! .. ora è SERIAMENTE: ” noi PREGHIAMO noi due in accordo: PER TUTTI I CONSACRATI A DIO, DI OGNI RELIGIONE, IN TUTTO IL MONDO!

https://forum.termometropolitico.it/5993-come-il-sistema-mondialista-favorisce-la-distruzione-dell-europa-e-l-islamizzazione.html
Grecia: i vertici della Comunità Europea cominciano a perdere la pazienza, Atene “confisca” le riserve delle autorità locali. Nuova Cipro?
Il governo Tsipras deve pagare stipendi e pensioni, oltre a dover far fronte al debito contratto con il Fondo Monetario Internazionale (FMI). Per affrontare la situazione, il primo ministro ha emanato un decreto con cui ordina alle autorità locali (regioni, comuni ma anche le università) di trasferire le proprie eccedenze alla banca centrale. Da Atene puntano a ottenere un tesoretto di 2 miliardi e mezzo di euro cioè l’indispensabile per tenere il paese a galla.
L’intervento sulle riserve dei governi locali è stata giustificata ufficialmente come “una forma morbida di controllo dei capitali”, tuttavia in queste ore i piccoli debitori greci si stanno vedendo sequestrati i loro depositi. Non si conoscono i margini dell’intervento ma, stando alla stampa greca, tra i destinatari ci sarebbe persino un cittadino con un debito di 200 euro. Se l’intervento dovesse acquisire maggiore consistenza potrebbe innescarsi una “corsa agli sportelli” dalle proporzioni “cipriote”.
La sconfitta di Varoufakis
L’ultimo incontro tra il ministro delle Finanze greco e l’Eurogruppo è andato molto male: “un perditempo, un giocatore d’azzardo, un dilettante” è stato definito dai partecipanti in un impeto di esasperazione Varoufakis. Quest’ultimo d’altronde non ha risparmiato la propria staffilata ai vertici delle finanze europee; su Twitter giusto domenica ha scritto citando Roosvelt “sono unanimi nel loro odio verso di me e io accolgo con favore il loro odio”.
Per il governo greco la questione del salvataggio è una questione esclusivamente politica: la Grecia non vuole ritornare sulla strada dell’austerità per questo si tenta di “soffocarla” privandola della liquidità necessaria a evitare il default. Neanche tanto velatamente il concetto è stato espresso da Nikos Filis, capogruppo di Syriza al parlamento greco: “il problema è politico, non è solo una trattativa economica, hanno detto apertamente che non vogliono il nuovo governo greco che non li soddisfa”.
=========================
Come il sistema mondialista favorisce la distruzione dell’Europa e l’islamizzazione
    Come l’Europa è diventata complice del Califfato in arrivo
    Alla Fiera del Libro di Torino (14-18 maggio 2009) l’editore Lindau presenta il nuovo libro di Bat Ye’Or, ” Verso il califfato universale “, come l’Europa è diventata complice dell’espansionismo musulmano ( venerdì 15 maggio, ore 19, spazio Autori B). Sarà presente la stessa autrice, presentata da Ugo Volli. Quale introduzione al libro, Bat Ye’Or ci ha inviato questo articolo, che pubblichiamo con grande piacere.
    La maggior parte degli europei non ha ancora compreso che le loro strutture nazionali e sovrane si sono già disintegrate nel multilateralismo e il multiculturalismo. Essi credono ancora di poter agire sul proprio destino nazionale restando nella sfera democratica che si sono creati. In realtà, il potere decisionale a livello nazionale relativo alla politica interna ed estera è sfuggito loro di mano. Oggi le popolazioni dell’UE sono gestite da organizzazioni internazionali, come le Nazione Unite, la Fondazione Anna Lindh, l’Alleanza delle Civiltà, l’Organizazione della Conferenza Islamica (OCI) e la sua filiale l’ISESCO, interconnesse in reti che diffondono la governance mondiale in cui predomina l’influenza dell’OCI sull’ONU. Il trasferimento del potere fuori dai confini nazionali dei singoli stati membri dell’Unione Europea verso le organizzazioni internazionali avviene attraverso strumenti detti «dialogo» e «multilateralismo» legati a reti designate dagli stati: Dialogo Euro-Arabo, Medea, Processo di Barcellona, Unione per il Mediterraneo, Fondazione Anna Lindh, Alleanza delle Civiltà, Parlamento Euro-Mediterraneo (PEM) ecc. Queste reti trasmettono direttive a delle sottoreti, a miriadi di ONG e ai rappresentanti delle «società civili» che scelgono essi stessi, attivisti dell’immigrazione e del multiculturalismo. La rete delle istituzioni politiche, i cosiddetti «think tank», spesso finanziata dalla Commissione europea, trasforma tali direttive in opinione pubblica mescolandole sulla stampa, nelle pubblicazioni, nei film, veri e propri inghiottitoi di miliardi. Le popolazioni europee sono chiuse in un gioco di specchi che si rinviano, a tutti i livelli sino all’infinito, le opinioni prefabbricate in base ad agende politiche e culturali che esse ignorano e spesso disapprovano. Questa trasformazione «di un’Europa delle Nazioni» in un’Europa unificata e integrata alle organizzazioni internazionali, come l’ONU, l’UNESCO, l’OCI, ecc., risponde alla strategia dell’UE in particolare nella sua dimensione mediterranea. Una tale ottica motiva le politiche sia dell’UE che dell’OCI, che si oppongono entrambe – per interessi diversi – ai nazionalismi culturali e identitari locali in Europa. Questo movimento promuove il multiculturalismo e l’internazionalismo di una popolazione europea destinata a trasformarsi e a sparire in virtù dell’unione delle due rive del Mediterraneo e di una immigrazione dell’Africa e dell’Asia incoraggiata dalla Dichiarazione Durban 2. Questa Dichiarazione è in conformità alla politica dell’OCI in riguardo all’emigrazione. A tale scopo, la nozione stessa e la coscienza di una civiltà europea peculiare e specifica, nel corso di millenni, si dissolve mentre si continuano a combattere con accanimento le identità culturali europee assimilate al razzismo. L’OCI segue un percorso simile all’Unione europea, organizzandosi come forza transnazionale, ma, contrariamente all’UE, si afferma grazie al radicamento della ummāh nella sfera della religione, della storia e della cultura coranica. Cosa è l’OCI? Questa è un’organizzazione centrale creata nel 1969 per distruggere Israele. Essa riunice 56 stati membri (musulmani o a maggioranza musulmana) e l’Autorita Palestinese. Questi stati sono in Asia, Africa et Europa con l’Albania, la Bosnia Herzegovina e il Kossovo. L’OCI è la seconda organizzazione intergovernativa dopo le Nazioni Unite e rappresenta un miliardo trecento milioni di musulmani. Al l’11° Vertice islamico svoltosi a Dakar il 13 e 14 marzo 2008, l’OCI ha adottato una Carta che ne sancisce i principi e gli obiettivi, il primo dei quali consiste nell’unificazione della ummāh (la comunità islamica mondiale) attraverso il suo radicamento nel Corano e nella Sunna, e la difesa solidale delle cause e degli interessi musulmani sulla pianeta. Questa politica spiega la recrudescenza di religiosità musulmana in generale, inclusa l’Europa, e di odio contro Israele e l’Occidente. I suoi organi principali sono: 1) il Vertice islamico, che rappresenta l’istanza suprema di decisione ed è composto dai re e dai capi di stato; 2) il Consiglio dei ministri degli esteri; 3) il Segretariato generale, che costituisce l’organo esecutivo dell’OCI e 4) la Corte islamica internazionale di Giustizia, che diventerà l’organo giuridico principale dell’organizzazione (articolo 14) e giudicherà in conformità con i valori islamici. (art. 15). L’OCI è dotata di una struttura unica fra le Nazioni e le società umane. In effetti, il Vaticano e le varie Chiese non hanno un potere politico, anche se in concreto fanno politica, poiché nel cristianesimo come nel giudaismo funzioni religiose e politiche devono restare rigorosamente separate. Lo stesso vale anche per le religioni asiatiche, i cui sistemi non riuniscono in un’unica struttura organizzativa religione, strategia, politica e sistema giuridico. Non solo l’OCI gode di un potere illimitato grazie all’unione e alla coesione di tutti i poteri, ma a questi aggiunge anche l’infallibilità conferita dalla religione. Riunendo sotto un solo capo 56 paesi, alcuni fra i più ricchi del pianeta, l’organizzazione controlla la maggior parte delle risorse energetiche mondiali. L’OCI è un’organizzazione religiosa e politica che appartiene alla sfera di influenza dei Fratelli Musulmani con cui condivide in tutti i casi la visione strategica e culturale di una comunità religiosa universale, la ummāh, ancorata al Corano, alla Sunna e all’ortodossia canonica della shari’a. Che la religione sia un fattore prioritario per l’OCI si evidenzia dal suo linguaggio e dai suoi obiettivi. Così la conferenza di Dakar (marzo 2008) prende il titolo di Conferenza del Vertice islamico, Sessione della ummāh islamica del XXI secolo. Nel preambolo della Carta dell’OCI, gli stati membri confermano la loro unione e la loro solidarietà ispirate dai valori islamici al fine di rafforzare nell’arena internazionale i loro interessi comuni e la promozione dei valori islamici. Essi s’impegnano a rivitalizzare il ruolo di pioniere dell’islām nel mondo, a sviluppare la prosperità negli stati membri e, al contrario degli stati europei, ad assicurare la difesa della loro sovranità nazionale e della loro integrità territoriale. Dichiarono che la vera solidarietà implica necessariamente il consolidamento delle istituzioni e la profonda convinzione di un destino comune in base a valori comuni definiti nel Corano e nella Sunna (§ 4) che stabiliscono i parametri della buona governance islamica. Essi raccomandano che i mezzi di informazione contribuissero a promuovere e sostenere le cause della ummāh e i valori dell’islām mentre l’OCI si impegna in forme di solidarietà con le minoranze musulmane e le comunità di immigrati nei paesi non musulmani e collabora con le organizzazioni internazionali e regionali per garantire i loro diritti nei paesi stranieri. L’OCI si impegna inoltre a stimolare i nobili valori dell’islām, a preservarne i simboli e la loro eredità comune e a difendere l’universalità della religione islamica, in termini più chiari, la diffusione universale dell’islām (da‘wah). Si impegna a inculcare i valori islamici nei bambini musulmani e a sostenere le minoranze e le comunità di immigrati musulmani all’esterno degli stati membri al fine di preservarne la loro dignità, identità culturale e religiosa e i loro diritti. Affermano il loro sostegno alla Palestina con capitale Al-Quds Al-Sharif, il nome arabizzato di Gerusalemme. L’OCI sostiene tutti i movimenti musulmani di lotta come quello del popolo turco di Cipro, in Sudan, in Cina, dei Palestinesi, condamna l’occupazione dell’Armenia in Azerbaigian, del Jammu e Kashmir, l’oppressione dei musulmani in Grecia, in Myanmar, in Caucasia, in Thailandia, in India e nelle Filippine. Sulla scena della politica internazionale, l’OCI ha creato vari comitati per coordinare le iniziative e la politica in campo politico, economico, sociale, religioso, mediatico, educativo e scientifico sul piano interstatale degli paesi musulmani e internazionale. Gli obiettivi strategici della Carta sono tesi a: «Assicurare una partecipazione attiva degli stati membri [dell’OCI]al processo mondiale di presa di decisione nei campi della politica, dell’economia e del sociale, al fine di garantire i loro interessi comuni» (I-5); e a «promuovere e difendere posizioni unificate sulle questioni di interesse comune nei forum internazionali». Fra i suoi obiettivi, la Carta dell’OCI elenca la diffusione, la promozione e la preservazione degli insegnamenti e dei valori islamici, la diffusione della cultura islamica e la salvaguardia del patrimonio islamico (I-11); la lotta alla diffamazione dell’islām, la preservazione dei diritti, della dignità e dell’identità religiosa e culturale delle comunità e delle minoranze musulmane negli stati non membri (I-16). Questo punto indica la tutela sugli immigrati musulmani all’estero e le pressioni esercitate dall’OCI, attraverso il canale dei dialoghi e dell’Alleanza delle Civiltà, sui governi dei paesi di accoglienza non musulmani. Essendo un’organizazione musulmana religiosa, come lo dice pure essa stessa, l’OCI dichiara essere l’organo rappresentativo del mondo musulmano. Rivendica la sua solidarietà con tutte le minoranze musulmane che abitano negli stati non membri dell’OCI (vale a dire i paesi non musulmani). Per queste minoranze, l’OCI domanda il godimento degli diritti dell’uomo elementari, fra cui la protezione dell’identità culturale, il rispetto delle loro leggi in modo da proteggersi contro qualsiasi forma di discriminazione, oppressione ed esclusione, il salvataggio del patrimonio culturale dei musulmani negli stati non musulmani. L’OCI considera suo compito proteggere il diritto alla cultura, alla religione e all’identità culturale degli immigrati musulmani e di promuoverli nelle sfere del potere, di autorita e di influenza. Onde assicurare la protezione delle minoranze musulmane immigrate e stabilite in Occidente, e preservarne l’identità, l’OCI ha deciso di internazionalizzare la lotta all’islamofobia attraverso la cooperazione fra l’OCI e le altre organizzazioni internazionali come le Nazioni Unite, l’Unione Europea, il Consiglio d’Europa, l’OSCE, l’Unione africana e così via. Anche in questo caso la politica dell’Unione Europea intesa a sostenere «la legalità internazionale» dell’ONU rinforza in realtà il controllo mondiale dell’OCI che predomina in tutte le istituzioni internazionali. Ma la priorità politica dell’OCI è naturalmente la distruzione di Israele e l’islamizazione di Gerusalemme. L’OCI prevede di trasferire la sua sede da Gedda (Arabia Saudita) a al-Kuds, la Gerusalemme islamizzata. Come l’OCI ha i caratteri di uno califfato universale, la Gerusalema ebraica e cristiana diventata al Kuds e sarà la sede dove la sharia governerà, come a La Mecca, Gaza e i luoghi tenuti dai Talebani. Questa strategia si sviluppa in associazione con molte chiese e l’Europa. L’OCI vuole che l’eliminazione di Israele sia fatto come un atto di profondo odio dall’insieme del pianeta, ma specialmente dagli Occidentali. In altre parole vuole che siano i Cristiani che destruggano la radice della loro spiritualità. Questo sarebbe un altro parricidio dopo la Shoah. La propaganda globale di odio contro Israele che si manifesta nei canali occidentali con l’argomento della vittimologia e l’innocenza palestinese provienne dell’OCI. L’Europa palestinizzata, e volontariamente colpevolizzata, continua a dare sostegno, finanziario, diplomatico, politico e mediatico alla Palestina e a promuovere l’emergenza del Califfato universale a al-Kuds sulle rovine dell’antica Gerusalemme.
    Bat Ye’or
========================
eih Bush 322, MI DISPIACE! TU NON PUOI UCCIDERE TUTTI I POPOLI DEL MONDO, SOLTANTO PERCHé, IL TUO SISTEMA BANCARIO HA PRODOTTO BOLLE FINANZIARIE, CHE SUPERANO DI: 100 VOLTE: IL PRODOTTO INTERNO LORDO DEL PIANETA, TUTTI TITOLI CHE, NON POTREBBERO MAI ESSERE MONETIZZATI, REALMENTE! cosa, TU hai fatto della nostra sovranità monetaria? TU CI STAI AMMAZZANDO! ] [ Anche dall’UE confermano: “abbiamo ceduto la nostra sovranità” 15/11/2014 di Marco Mori ] SE, TU NON DISTRUGGI IL SISTEMA BANCARIO? POI, TU DOVRAI DISTRUGGERE I POPOLI! quindi non potrai mai dire: “non è stata colpa mia!”
============

Video Boko Haram, decapitate due spie
La sequenza è intitolata ‘Caccia alle spie’
Nuovo orrore dai fondamentalisti islamici nigeriani Boko Haram. Secondo il Site, il sito di monitoraggio del jihadismo sul web, i jihadisti “cinque giorni dopo avere lanciato un avvertimento, hanno diffuso un video dal titolo “Harvest of spie” (‘Caccia alle spie’) che mostra la decapitazione di due uomini”. Il Site riferisce che il video, caricato oggi su Twitter dal gruppo fondamentalista, mostra un uomo identificato come Dawoud Muhammad di Baga (città nigeriana) inginocchiato per terra ed alcuni uomini alle sue spalle mascherati. Muhammad dice che un poliziotto lo avrebbe pagato con l’equivalente di 25 dollari per fare la spia e gli avrebbe promesso di farlo diventare ricco. Il secondo uomo decapitato viene identificato come Muhammad Awlu. Nel video non viene mostrato il momento della decapitazione ma i due corpi con le teste mozzate appoggiate sul petto. In passato Boko Haram ha già diffuso un video di una decapitazione: quella di un pilota nigeriano catturato a settembre.
==========
La sottomissione della donna è la causa principale della violenza e dell’arretratezza dell’islam
verità e rivoluzione
La sottomissione della donna è la causa principale della violenza e dell’arretratezza dell’islam
Sono oltre centomila i cristiani uccisi ogni anno per la loro fede. La memoria è in assoluto il dovere etico principale. La memoria della storia e la conoscenza della verità è quello che è successo, quello che è veramente successo, non quello che sarebbe carino che fosse successo, perché così i nostri teoremi tornerebbero e noi potremmo dimostrare che da una parte ci sono i buoni e dall’altra i cattivi come nei film della Walt Disney degli anni ’50 e ’60.
La memoria della storia consiste in una puntigliosa conta dei morti, perché ognuno di loro era una persona, non uno scarafaggio o un cane, ma una persona e se quelli che hanno sterminato quei morti hanno combattuto sotto una bandiera che ha i nostri stessi colori, allora quella conta deve essere ancora più attenta, più fanaticamente puntigliosa. La verità vi renderà liberi, la verità anche quando atroce o scomoda. Solo la conoscenza della storia e della verità ci può fornire le due uniche direttive possibili a qualsiasi azione etica, solo apparentemente in contrasto l’una con l’altra, che sono la fede e il dubbio.
Nel primo periodo della sua vita un bambino fa blocco unico con la madre. Hitler era figlio di madre umiliata e battuta, Osama Bin Laden è il figlio numero 56. È stato un bambino a stento riconosciuto dal proprio padre, che non ne ricordava il nome. Che incredibile odio verso tutti quelli che non sono il figlio numero 56 e che hanno creato società dove non è possibile essere il figlio numero 56!
Un mondo di pace non nascerà mai fino a quando le donne saranno miserabili e schiave. Una donna schiava può diventare madre di un Orco oppure di uno schiavo: il suo dolore diventa la ferocia del figlio oppure la sua acquiescenza alle ingiustizie. Per un mondo migliore non basta l’abbattimento dei tiranni, politici o economici che siano: prima o poi si creeranno altri tiranni. Si creeranno più prima che poi, impareranno ad ammantare i crimini più feroci sotto una bandierina di benevolenza e tutto resterà uguale se non peggiore.
Un mondo libero e giusto può nascere solo attraverso le madri.
I figli di madri libere e forti non diventano né carnefici né schiavi di nessuno. Non è un caso se in Africa i paesi che se la cavano dal punto di vista economico sono quelli dove le donne non sono calpestate e dove la democrazia è rispettata.
La pace del mondo passa dal benessere fisico ed economico delle madri, passa dalla loro alfabetizzazione, dalla loro scolarizzazione, loro diritto inalienabile di scegliere chi sarà il padre dei suoi figli, dal loro diritto inalienabile di non essere battute, vendute, comprate, sfruttate, ripudiate, lapidate, bruciate. Nessun mondo di pace può nascere sulla negazione di questi diritti. Un mondo dove una creatura umana non ha in mano il proprio destino, dove una creatura umana può essere messa a morte per aver voluto sentire il vento sui capelli non può essere un mondo di pace. Nessun mondo di pace sarà costruito sul sangue delle donne lapidate, e sull’educato silenzio che ha commentato la loro lapidazione. Nessun mondo di pace nascerà dove è permesso a una bambina di 9 anni di essere data in sposa e di essere condannata a morte. Nessun mondo di pace sorgerà fino a quando anche solo un’unica bambina potrà essere infibulata, così da ridurre tutta la sua vita a umiliazione e dolore.
Un mondo di pace può nascere solo dalla capacità di non abdicare mai alle idee di libertà e di diritti civili, incluso l’inalienabile diritto di ridere di tutto, incluse le cose più sacre e più serie. Noi osiamo ridere di Dio e della morte: questa è la nostra forza. Chi non vuol essere deriso, si dia da fare per meritare rispetto. Chi usa la condanna a morte per ridurre la derisione al silenzio, dimostra quanto quella derisione sia giustificata.
http://www.ioamolitalia.it/blogs/verita-e-rivoluzione/la-sottomissione-della-donna-e-la-causa-principale-della-violenza-e-dell%E2%80%99arretratezza-dell%E2%80%99islam.html
La nostra libertà non è stata un dono. Il sangue versato non è stato un effetto speciale.
di Silvana De Mari 20/04/2015
==============================
La Boldrini la smetta di assolvere l’islam anche quando gli islamici gettano a mare i cristiani
verità e rivoluzione
La Boldrini la smetta di assolvere l’islam anche quando gli islamici gettano a mare i cristiani
Provo una profonda vergogna come italiana davanti alle ignobili parole della signora Boldrini: “Non credo ci sia stata una discussione teologica sulla barca”, ha detto, in riferimento alla vicenda che ha visto dei clandestini islamici gettare in mare nove cristiani.
Gentilissima signora Boldrini, la discussione teologica c’è stata. La domanda: “Sei cristiano? Dimostrami che sei islamico citando versi del Corano”, è in tutto e per tutto una discussione teologica. La domanda riguarda la fede in Dio, in greco Teo, quindi è proprio una discussione teologica, è una discussione teologica che condanna a morte, circa 100.000 morti l’anno, un numero insufficiente, evidentemente, perché lei abbia un sussulto di indignazione. Lo stesso tipo di discussione teologica che ha condannato a morte i ragazzi in Kenya, i 21 martiri sgozzati in Libia perché il loro sangue tingesse di rosso il Mediterraneo, gli innumerevoli morti della Nigeria, il ragazzo bruciato vivo in Pakistan.
Per la signora Boldrini che riscrive la lingua italiana, si mette lo strofinaccio sulla testa quando va in moschea, il rispetto delle tradizioni islamiche è sacro, quanto sacro è lo spregio di quelle italiane: una posizione accettabile se fosse un privato cittadino, ma è inaccettabile da parte della terza carica dello Stato.
Denuncio la vigliaccheria di innumerevoli giornalisti che spacciano i morti ammazzati per gli effetti di “una guerra di religione” e “le guerre di religione sono tutte sbagliate”. Le guerre sono situazioni dove tutti sono armati, mentre dove le armi sono da una parte sola si tratta di massacro. Le guerre non sono tutte sbagliate, chi combatte perché sta aggredendo e chi combatte perché difende non sono sullo stesso piano, chi li mette sullo stesso piano fa il gioco degli aggressori.
Le verità più elementari sono travolte e annientate.  E adesso visto che su questa pagina FB, periodicamente bloccata, siamo tutti brutti sporchi e cattivi, parliamo di xenofobia. La xenofobia vuol dire letteralmente paura dello straniero ed è la norma di qualsiasi consorzio di creature umane, in realtà di creature viventi. 
Appartenere a un gruppo, a una tribù, a una nazione significa aver riconosciuto il patto sociale, il rispetto della legge comune, non uccidere, non rubare, con commettere stupro sugli altri appartenenti al gruppo.
Chiunque venga dall’esterno non ha riconosciuto questo patto, potrebbe sottoscriverlo o non sottoscriverlo, cioè essere un amico o un nemico e se me ne accorgo tardi, dopo che ne ho permesso l’ingresso, ho un nemico in casa.
L’affermazione: tutti gli immigrati sono cattivi e pericolosi è razzista, tra l’altro tre delle personalità politiche europee che più amo, Magdi Cristiano Allam, Souad Sbai e Ayan Hirsi Alì, sono immigrati.
L’affermazione tutti gli immigrati sono buoni. È altrettanto razzista e follemente pericolosa. 
La xenofobia, paura dello straniero, non è una colpa, ma un elementare diritto umano perché è onere dello straniero dimostrare di essere innocuo. Ed è dovere di ogni popolo difendere la terra ereditata dai propri padri che darà in eredità ai propri figli.
Un popolo che non o fa, si sta candidando a essere un popolo di schiavi oppure di morti.
Grazie signora Boldrini. http://www.ioamolitalia.it/blogs/verita-e-rivoluzione/la-boldrini-la-smetta-di-assolvere-l-islam-anche-quando-gli-islamici-gettano-a-mare-i-cristiani.html
di Silvana De Mari 21/04/2015
================================
Anche la Chiesa si unisce alla sinistra nel giustificare la violenza islamica contro i cristiani
P.S. (Politicamente Scorretto)
Anche la Chiesa si unisce alla sinistra nel giustificare la violenza islamica contro i cristiani
Se il tempo me lo consentisse cercherei di studiare in modo approfondito psichiatria e psicologia, per capire cosa sta succedendo a tante menti italiane (e non solo) apparentemente colte e lucide. Certo, si possono avere differenti opinioni politiche; si possono manifestare differenti sensibilità; si possono immaginare differenti future evoluzioni storiche, ma la negazione dei fatti è un comportamento che ha a che vedere solo con la malafede o, per bene che vada, con la perdita delle capacità cognitive sostituita da valutazioni “di pancia” innescate da tossici condizionamenti ideologici ed umanitaristici. I recenti avvenimenti sui massacri dei cristiani dimostrano quanto in Italia il politicamente corretto impedisca una serena valutazione sulle cause di tali tragedie e sul modo di porvi un qualche limite. L’assassinio di dodici africani cristiani ad opera di pii musulmani su un gommone proveniente dalla solita Libia è l’ultima e più lampante dimostrazione dello stravolgimento dei fatti ad opera di politici e religiosi nostrani. Già senza che si avessero notizie più dettagliate sui fatti, è scattata la gara tra i giustificazionisti. In prima linea, naturalmente, politici e giornalisti di sinistra capeggiati dall’ineffabile lady Boria Boldrini che, a conferma della sensibilità e del buon gusto che da sempre la caratterizzano, ci ha pure ironizzato su (“Uccisi per motivi religiosi? Non penso discutessero di teologia!”). Ma che politici e giornalisti sinistri abbiano un tale comportamento è normale e prevedibile, poiché sulla distorsione delle realtà e sullo sfruttamento di solidarietà ed accoglienza essi costruiscono brillanti carriere mentre i loro amici costruiscono imperi economici senza affrontare la benché minima concorrenza. Ciò che proprio non si spiega, se non ricorrendo agli specialisti della psiche, è il giustificazionismo di taluni religiosi. Essi, infatti, sostengono la teoria secondo la quale, in determinati contesti, l’aggressività aumenta: qualcuno ha addirittura citato, con ammirevole sprezzo del ridicolo, l’effetto “barca a vela”, ossia quel fenomeno che porta alla perdita del controllo dei nervi quando si convive per lungo tempo in spazi ristretti. In pratica, i due gruppi religiosi presenti sul gommone avrebbero litigato solo a causa del contesto nel quale si trovavano, caratterizzato soprattutto dalle avversità cui andavano incontro. Tali affermazioni sono facilmente confutabili, in quanto è proprio nelle condizioni di pericolo che le differenze di varia natura vengono accantonate per dedicare tutte le proprie energie a salvare la pelle, collaborando con chi sta al proprio fianco a prescindere da chi sia e da come la pensi. L’effetto “barca a vela” svanisce quando si rischia di colare a picco. Dal racconto di diversi testimoni sappiamo però che i musulmani si sono inferociti quando qualche cristiano ha cominciato ad invocare l’aiuto di Gesù: ciò è inammissibile per un orecchio islamico, è un atto di sfida a cui rispondere con violenza. Del resto sappiamo che, anche negli stati islamici meno integralisti, i cristiani possono pregare solo nelle (pochissime) chiese colà ancora in piedi o all’interno delle mura domestiche, ma mai all’esterno ed in presenza di sensibili fedeli del credo dominante. La vicenda si è per ora conclusa con dodici cristiani assassinati e quindici musulmani arrestati, che probabilmente verranno condannati (sia pure a pene ridotte dalle attenuanti culturali) e quindi avviati ad una sicura carriera di fondamentalismo all’interno delle patrie galere. Oltre che ad essere mantenuti a spese del contribuente per parecchi anni, a costi decisamente superiori a quelli sostenuti dallo stato italiano per i richiedenti asilo. Ciò che purtroppo non si vuole capire è che quei quindici islamici (probabilmente) responsabili della strage sul gommone non sono criminali incalliti, ma solo persone cresciute con un certo imprinting – ahimè sempre più diffuso – che le ha portate a manifestare ed attuare un comportamento, eccezionale quanto si vuole, ma comunque da esse ritenuto lecito. Sbagliano anche quei commentatori non politicamente corretti che sostengono che tra gli assassini vi fossero anche dei terroristi in arrivo nel nostro Paese. In tal caso, i terroristi non avrebbero scatenato una rissa col rischio di rovesciare il barcone o di farsi arrestare una volta sbarcati: il loro unico interesse, in quei frangenti, sarebbe stato solo quello di approdare in Italia sani e salvi. Al di là dell’ennesima strage di innocenti, l’aspetto terrorizzante della vicenda, come plasticamente dimostrato dai fatti, è che dei normali musulmani in cerca di un futuro migliore, ma culturalmente carichi di astio ed aggressività, possano all’improvviso trasformarsi in feroci assassini per ingiustificabili ragioni di odio religioso. Se ciò succede in mare, nessuno può escludere che lo stesso possa prima o poi ripetersi sulla terraferma. Ma i nostri politici e giornalisti di sinistra continuano a non voler prendere atto della realtà.  I barconi non ottenebrano solo le menti di stranieri disperati. Anche tantissimi cervelli nostrani.
di Pier Luigi Melis 21/04/2015  http://www.ioamolitalia.it/blogs/ps-politicamente-scorretto/anche-la-chiesa-si-unisce-alla-sinistra-nel-giustificare-la-violenza-islamica-contro-i-cristiani.html
===========================
Nazioni Unite ed Unione Europea ci condannano a morte bloccando la natalità e favorendo la nostra sottomissione all’islam
verità e rivoluzione
Nazioni Unite ed Unione Europea ci condannano a morte bloccando la natalità e favorendo la nostra sottomissione all’islam
Noi abitanti del Terzo Millennio siamo sempre in bilico sulla corda, da un lato il baratro, dall’altro la definitiva salvazione. Abbiamo un bel po’ di supereroi, sempre più cupi e ammaccati, e parecchie distopie: il contrario dell’utopia cui abbiamo rinunciato definitivamente. Una volta accomunata la fantascienza al fantasy, il fantastico e l’horror regnano incontrastati, riempiendo da soli più di metà degli scaffali delle librerie e degli schermi cinematografici.
Siamo immersi in una cultura di morte, siamo il secolo del genocidio,  prima questa parola non esisteva. Si comincia un secolo fa con gli armeni, un secolo esatto. Libri, film, serie televisive: tutto pullula di cultura di morte; se non sono ciberterminatori, sono vampiri, o extraterrestri predatori o virus. Persino i film per bambini – la serie di I pirati dei Caraibi del capitano Jack Sparrow – sono infarciti di mostri, fantasmi, creature fatte di dolore e putridume.
Dalla loro ossessiva presenza possiamo capire quello che succede nella mente degli uomini, e nella loro storia. Se non sono Orchi sono Estranei, se non sono licantropi sono fantasmi, se non è Alien è Terminator, o Predator. Voldemort e i suoi Mangiamorte rubano la scena a Sauron e ai suoi Nazgûl, a Saruman con i suoi sterminati eserciti di orchi. Dalle tombe si sono alzati, oltre che gli aristocratici vampiri, ognuno dotato di storia e di nome, eserciti di zombie, la loro versione sottoproletaria e anonima, che film dopo film arrivano con il loro passo claudicante e gli occhi vuoti a mangiare l’anima o più prosaicamente il cervello e le frattaglie dei vivi, che resteranno poi sparse in uno sgraziato disordine. Il piccolo ET che voleva telefonare a casa ha lasciato il posto a extraterrestri cattivissimi in film terrificanti (Alien, La Cosa), involontariamente comici (La guerra dei mondi), o genialmente comici (Men in Black):
K, impassibile: «Ha detto qualcosa prima di buttarsi?»
J: «Che il mondo sta per finire.»
K, sempre senza cambiare espressione: «Ha detto quando?»
Siamo immersi in una ciclopica danza macabra. È l’angoscia per il nostro presente, il terrore per il nostro futuro che abbiamo nascosto nella Terra di Mezzo, tra le aule di Hogwarts, dall’altra parte della Barriera di Ghiaccio, oltre i confini delle terre note. Mentre nemici terrificanti assediano, e all’interno i difensori sono divisi e infiltrati di collaborazionisti e traditori: questo il riassunto estremo della maggioranza delle nostre narrazioni.
Tutta la nostra narrazione fantastica è immersa in una cultura di morte, perché siamo il secolo del genocidio, certo, e poi perché non siamo certi di avere un futuro. Sappiamo che il male assoluto esiste e siamo sull’orlo della fine del mondo.
La regola  della vita è che le società, le civiltà, come gli individui, le famiglie, i gruppi cerchino di sopravvivere. Non è possibile che una civiltà sopravviva se la natalità è inferiore a 2,3 figli per madre: la nostra si aggira attorno all’1,4. Non è pensabile che una civiltà sopravviva se ha una natalità bassa e permette l’ingresso a minoranze con strutture ideologiche e religiose contrastanti e non sovrapponibili, quindi minoranze non integrabili, che per secoli sono state il nemico storico e che nel giro di una generazione o al massimo due diventeranno maggioranza.
Dello sterminio, della cultura di morte, fanno parte le donne che preferiscono che l’ammasso di cellule che portano nel ventre muoia piuttosto che diventare una creatura umana che si rivolgerà a loro dicendo mamma.
Al magnifico atto di sessualità che genera la vita, quello dove lo sperma dell’uomo è nel ventre di una donna dove le due metà si fonderanno in una nuova vita unica  e irripetibile, alla dolcezza del rapporto che tiene insieme in complicità i padre e la madre del nuovo essere, viene equiparato il gesto erotico fine a se stesso, un erotismo usa e getta slegato da qualsiasi possibilità di creare una nuova esistenza nel mondo.
Questa equiparazione vuol dire che la vita non ha valore. È un’affermazione antropologicamente atroce che può venire in mente solo a una cultura che rinnegando Dio non può che diventare cultura  di morte. 
Madre natura non è stupida. Quello che le interessa è la generazione successiva. Il sesso serve per generare la vita, ed è lì che è divertente. L’erotismo fine a se stesso, dove non si genera nulla, sulle lunghe distanze, è di una noia mortale, bisogna farsi di qualche cosa o passare a 50 sfumature di sadomaso per non essere assordati dalla mancanza di senso. Esattamente la stessa differenza che c’è tra mangiare a una tavola imbandita qualcosa di preparato con intelligenza o amore oppure mangiare e vomitare cibo spazzatura.
Il mondo occidentale è immerso in una iper-erotizzazione e in una ipo-sessualizzazione.
La nostra estinzione e conseguente libanizzazione dell’Europa non può essere possibile senza un calo nella natalità. L’aborto è sempre un suicidio differito, una manifestazione dell’odio di sé della donna, spesso è sufficiente un’unica domanda, mi scusi, signora, ci ha pensato bene, questo è il suo bambino, per fermarlo, sempre lascia reliquati, perché l’inconscio della donna vede l’uccisione del figlio come un’autoprofanazione. Non è un caso che gli stessi poteri forti, ONU ed UE, che difendono il diritto della donna a seguire l’impulso dell’aborto fino alla fine senza il rischio di incontrare qualcuno che causi un ripensamento, sono gli stessi che hanno tra i loro scopi ufficiali l’islamizzazione mediante libanizzazione dell’Europa. 
Usciamo dalla cultura della morte adesso. Un uomo e una donna che si amano, che prendono l’impegno di proteggersi a vicenda e di proteggere i figli, lo prendono davanti alla comunità e lo mantengono, fino alla fine.
L’ultima riga delle fiabe: e vissero sempre felici e contenti. Sempre no. Qualche volta hanno litigato, ma non hanno mollato. E quando non si molla i decenni passano e si diventa la coppia illuminata: la tenerezza ha riempito tutti gli spazi. Amo il tuo corpo anche se ha le cicatrici della coronaroplastica o dell’asportazione del cancro, amo il tuo corpo ancora di più di quando era perfetto e forte.
Questo salverà il mondo. di Silvana De Mari 22/04/2015
http://www.ioamolitalia.it/blogs/verita-e-rivoluzione/nazioni-unite-ed-unione-europea-ci-condannano-a-morte-bloccando-la-natalita-e-favorendo-la-nostra-sottomissione-all-islam.html
=======================
Gli arresti confermano la connivenza tra terrorismo islamico e traffico dei clandestini
Sia il vostro parlare sì sì no no
Gli arresti confermano la connivenza tra terrorismo islamico e traffico dei clandestini
La buona notizia è che le nostre forze dell’ordine hanno arrestato 18 terroristi islamici che si nascondevano in Sardegna, al termine di indagini che hanno coinvolto 7 province. Tra loro figurano due guardie del corpo di Osama bin Laden, il fondatore della rete terroristica islamica di Al Qaeda, e gli autori di numerosi attentati terroristici in Pakistan compresa la strage del mercato di Peshawar, Meena Bazar, avvenuta ad ottobre 2009 in cui vennero uccise più di 100 persone.
Altra buona notizia è l’aver accertato che questa rete terroristica islamica era anche impegnata nel traffico di clandestini. Pachistani e afghani venivano introdotti illegalmente in Italia per poi proseguire il loro viaggio verso il Nord Europa. L’ingresso in Italia avveniva attraverso imprenditori compiacenti che fornivano falsi contratti di lavoro. In parallelo i terroristi islamici, evidentemente con la complicità di funzionari delle forze dell’ordine collusi, fornivano documenti falsi da cui i clandestini risultavano vittime di persecuzioni etniche o religiose. La rete terroristica forniva supporto logistico e finanziario ai clandestini, assicurando loro patrocinio presso gli uffici immigrazione e istruzioni sulle dichiarazioni da rendere per ottenere l’asilo politico, apparecchi telefonici e carte Sim.
La cattiva notizia è che tocchiamo con mano per l’ennesima conferma che l’Italia è considerata un porto franco del terrorismo islamico globalizzato. Ci usano come un rifugio sicuro, contando sul lassismo della classe politica, sulla connivenza di una rete di imprenditori e pezzi deviati dello Stato, fino a quando non si decide di intervenire per reprimerli.
La cattiva notizia è che anche quando le istituzioni preposte alla sicurezza decidono di intervenire, lo fanno limitandosi a intercettare e reprimere solo la punta dell’iceberg, ma continuiamo ad avere paura e non scontrarci con l’iceberg, ovvero con la filiera che costituisce la piattaforma sociale, logistica ed operativa senza cui i terroristi islamici non potrebbero nascondersi dentro casa nostra. Se 18 pericolosi terroristi islamici risiedevano nel nostro Paese da anni, è evidente che l’hanno potuto fare solo perché hanno potuto contare sul sostegno di decine, centinaia e forse migliaia di simpatizzanti e militanti islamici radicati ovunque in Italia.
La cattiva notizia è che abbiamo la conferma che il terrorismo islamico è parte integrante dell’attività e del giro d’affari legato al traffico dei clandestini, una realtà che è fin troppo evidente in Libia dove da quattro anni le coste sono controllate dai terroristi islamici che operano in combutta con la criminalità organizzata straniera ed italiana, che realizzano un giro d’affari legato al traffico dei clandestini stimato in 43 miliardi di euro, di gran lunga superiore a quello che frutta il traffico della droga.
Ancora cattive notizie. Chi ci governa in Italia e in Europa conferma che predica male e razzola peggio. Subito dopo le lacrime di coccodrillo esibite a caldo dopo la strage di circa 900 clandestini, dopo aver detto per la prima volta che bisogna impedire che i clandestini salgano su quelle imbarcazioni fatiscenti, dopo essersi addirittura spinti a sostenere che bisogna distruggerle mentre sono attraccate sulla costa libica per impedirne l’uso, ebbene concretamente i capi di Stato e di governo europei si sono limitati a promettere nuovi fondi all’operazione denominata Triton, che attualmente dispone di meno di 3 milioni di euro al mese rispetto ai 10 milioni che spendeva da sola l’Italia nel 2014 nell’operazione Mare Nostrum.
Ma chi ci governa in Italia e in Europa non ha detto una sola parola se e come si procederà a distruggere le barche e i gommoni degli scafisti. Così come nessuno parla del blocco navale che va necessariamente imposto a ridosso delle nostre acque territoriali per porre fine al traffico dei clandestini e procedere alle operazioni di respingimento monitorato delle imbarcazioni.
Cari amici la conclusione è che non dobbiamo più lasciarci ingannare da questa classe politica italiana ed europea. È arrivato il momento di assumere noi l’iniziativa di promuovere ciò che è necessario fare per salvaguardare la nostra sicurezza nazionale e per difendere la nostra civiltà. Andiamo avanti. Insieme ce la faremo! di Magdi Cristiano Allam 24/04/2015
http://www.ioamolitalia.it/sia-il-vostro-parlare-si-si-no-no/gli-arresti-confermano-la-connivenza-tra-terrorismo-islamico-e-traffico-dei-clandestini.html
Gli arresti in Italia confermano la connivenza del terrorismo islamico con il traffico dei clandestini
http://www.ioamolitalia.it/video/gli-arresti-in-italia-confermano-la-connivenza-del-terrorismo-islamico-con-il-traffico-dei-clandestini.html
https://www.youtube.com/watch?v=ud5yeMR5HTY#t=23
Pubblicato il 24 apr 2015

Buongiorno amici. Intervenendo questa mattina su Canale 5 alla trasmissione “La telefonata di Belpietro”, ha denunciato la connivenza tra il terrorismo islamico e la criminalità organizzata che gestisce il traffico dei clandestini. L’arresto di 18 terroristi islamici in Sardegna ha accertato che questa rete terroristica islamica era anche impegnata nel traffico di clandestini. Pachistani e afghani venivano introdotti illegalmente in Italia per poi proseguire il loro viaggio verso il Nord Europa. L’ingresso in Italia avveniva attraverso imprenditori compiacenti che fornivano falsi contratti di lavoro. In parallelo i terroristi islamici, evidentemente con la complicità di funzionari delle forze dell’ordine collusi, fornivano documenti falsi da cui i clandestini risultavano vittime di persecuzioni etniche o religiose. http://bit.ly/1Gq16fK
=================================
Dittatura interna, europea e globalista: ora dobbiamo combattere per liberare gli italiani
Sia il vostro parlare sì sì no no
Dittatura interna, europea e globalista: ora dobbiamo combattere per liberare gli italiani
Buongiorno amici. Dobbiamo prendere atto e avere l’onestà di dire che non tutti gli italiani riconoscono che il 25 aprile 1945, data in cui il “Comitato di Liberazione Nazionale”, formato dalle forze partigiane tra cui spiccavano i partigiani comunisti, annunciò l’insurrezione generale contro le forze nazifasciste, corrisponda alla “Festa di liberazione nazionale”. Da un lato, il peso rilevante svolto dalle forze Alleate nella liberazione dell’Italia e, dall’altro, gli eccidi perpetrati dai partigiani comunisti contro decine di migliaia di italiani denunciati arbitrariamente di collaborazionismo, getta pesanti ombre sul ruolo risolutivo e centrale che a livello ufficiale si continua ad attribuire alla Resistenza.
Ma, al di là di questo legittimo dubbio che condivido pienamente, mi domando se la vera liberazione degli italiani sia una battaglia che dobbiamo ancora combattere. È del tutto evidente che gli italiani oggi devono liberarsi da un regime politico che è sostanzialmente dittatoriale. Così come dobbiamo liberarci da una dittatura eurocratica che si avvale dello strapotere dell’euro e dell’imposizione dell’80% delle leggi nazionali ispirate al relativismo dominante. Infine dobbiamo liberarci da una globalizzazione che promuove l’immigrazionismo incondizionato e ci sta trasformando in semplici strumenti di produzione e di consumo della materialità, uniformandoci all’insegna del meticciato culturale, agevolando il successo della strategia di conquista islamica.
Concludo dicendo che, al di là del legittimo dubbio sulla “Festa della liberazione” dell’Italia per mano di partigiani che sono stati indubbiamente sanguinari carnefici di decine di migliaia di italiani, oggi dobbiamo rimboccarci le maniche per liberarci, come italiani, dalla dittatura interna, dalla dittatura eurocratica e dalla dittatura globalista che si sostanzia dell’immigrazionismo e dell’islamismo.
Cari amici, non c’è comunque nulla da festeggiare. C’è piuttosto da combattere per garantire a tutti noi il legittimo diritto alla vita, alla dignità e alla libertà. Andiamo avanti. Insieme ce la faremo!
di Magdi Cristiano Allam 25/04/2015  http://www.ioamolitalia.it/sia-il-vostro-parlare-si-si-no-no/dittatura-interna-europea-e-globalista-ora-dobbiamo-combattere-per-liberare-gli-italiani.html
=======================
Perché i sinistrorsi contestano la presenza della Brigata Ebraica che ha combattuto con gli Alleati e plaudono ai palestinesi che hanno combattuto con i nazisti? verità e rivoluzione. Perché i sinistrorsi contestano la presenza della Brigata Ebraica che ha combattuto con gli Alleati e plaudono ai palestinesi che hanno combattuto con i nazisti? Perché la bandiera della bandiera ebraica non deve esserci ai cortei del 25 aprile: quella bandiera ricorda la legittimità dell’esistenza dello Stato di Israele..
Nessun paese arabo ha mai sviluppato una ricerca storiografica. Non esistono le facoltà universitarie per farle, non esiste il metodo. Esattamente come non esiste ricerca scientifica: la storiografia in effetti è una scienza. Unica eccezione è un impegno nella ricerca tecnologica di tipo militare (atomica pachistana, atomica iraniana) di seconda mano, però, su tecnologia straniera, in genere russa o cinese.
Vi è in compenso una larghissima diffusione di una metastoria, un’interpretazione fantastica e completamente falsa di quello che è successo ad uso dell’ideologia religiosa e nazionale. Questa fantastica metastoria sta invadendo sempre di più i media e i testi occidentali nelle scuole.
Una lettura deformata dei fatti porta all’accusa dello Stato sionista “creato” da potenze occidentali e USA per levarsi gli ebrei di torno e per i sensi di colpa della Shoah. All’Europa e agli Stati Uniti mai è venuto in mente di muovere un dito per gli ebrei. Gli USA hanno osteggiato la nascita dello Stato di Israele. La potentissima lobby dei petrolieri statunitensi è sempre stata violentemente anti israeliana: per evitare di inimicarsi, con conseguente aumento del greggio, i grandi produttori di petrolio. Gli Usa non hanno nemmeno riconosciuto Israele alla sua nascita. La lobby del petrolio impedì a Truman di farlo. Solo un vecchio Churchill senza più potere, che pure anche lui per antisemitismo si era fatto sentire, ormai senza alcun potere parlò a favore dell’esistenza dello Stato di Israele.
La nascita di Israele non fu dovuta alla “benevolenza” nei suoi confronti degli Stati europei per compensare la Shoah: la benevolenza degli Stati europei era zero e della Shoah non fregava niente a nessuno. De Gaulle non voleva nemmeno sentirne parlare. Non fregava niente a nessuno dal punto di vista politico, non fregava niente a nessuno dal punto di vista intellettuale: “Se Questo è un uomo” fu rifiutato dalla Einaudi esattamente come libri analoghi furono rifiutati da altri editori.
Fu solo negli Anni ’50 e ’60, quando l’URSS dovette spostare l’attenzione dai suoi Gulag, che si scoprì la Shoah. Piangere la Shoah, tanto non era un problema, ormai erano morti, permetteva inoltre di aggredire Israele, che invece proteggeva ebrei vivi, evitando l’accusa di antisemitismo. La Shoah inoltre permise e permette di separare ebrei perbene, quelli in coda davanti alle camere a gas con i loro bambini, che ci hanno dato la possibilità di fare tanti bei film, ed ebrei cattivi, quelli che i loro figli li difendono a mitragliate. Inoltre questa fantastica metastoria trasforma Israele in uno Stato coloniale, uno Stato quindi formato da una madrepatria occidentale che sposta i suoi cittadini su un luogo non occidentale.
La nascita di Israele fu il premio per essersi schierato al fianco agli Alleati, così come la Dalmazia, che era italiana, fu data alla Jugoslavia perché aveva combattuto al fianco agli Alleati e fu tolta all’Italia che era stata una potenza dell’Asse. La città dove è nato Kant non è più un pezzo della Germania perché sempre, all’insegna del diritto internazionale, chi combatte dalla parte sbagliata perde il territorio.
La verità è che Israele non è stato “regalato” dalle potenze europee, ma conquistato dal valore della Brigata Ebraica, 60.000 uomini su una popolazione di mezzo milione di abitanti, un israeliano su 10, calcolando anche donne, vecchi e bambini, un israeliano su tre calcolando solo gli uomini validi, ha combattuto contro il nazifascismo. I palestinesi all’opposto hanno combattuto con il nazifascismo, titolari anche con i bosniaci di una divisione delle SS, la Tredicesima. Negli Anni ’40 la bandiera palestinese era una svastica.
È stato un patto rispettato. Israele l’hanno conquistato gli israeliani con il sangue della Brigata Ebraica.
La tragedia è che a quel punto si è inventato il popolo palestinese, e l’invenzione del popolo palestinese è verbalizzata in questo senso anche dai capi di Al Fatah e di Hamas: noi siamo in tutto e per tutto arabi, non appena Israele sarà distrutto torneremo a fonderci con la grande Nazione araba.
Se gli italiani avessero rifiutato di accogliere i profughi dalmati (sono stati riassorbiti nel giro di una decina di anni) e li avesse rinchiusi in campi profughi al confine di Trieste, ci sarebbe una questione dalmata.
La tesi di Israele quale Stato coloniale fatto dall’Europa e dagli USA è la fantastica geopolitica su cui sono fondati i deliri di Iran, palestinesi, Al Qaida, Isis, ma anche di tutti i paesi arabi cosiddetti moderati, semi-moderati, molto moderati che di più non si potrebbe, moderati un pochino ma non toccatemi la sharia.
Libri Consigliati. “Fascismo Islamico”, di Carlo Panella (Rizzoli)
“Il complotto islamico”, di Carlo Panella (Lindau)
“Eurabia”, di Bat Ye’or (Lindau)
Nel frattempo ricordiamoci chi ha combattuto e dove
Oriana Fallaci, staffetta partigiana di Giustizia e libertà.
Primo Levi, Giustizia e Libertà.
Dario Fo: repubblica di Salò (ma non lo sapeva: con tutte quelle divise credeva fossero i boy scout, per questo non lo ha mai detto. La cosa mostruosa è che Dario Fo abbia denunciato i primi giornalisti che hanno osato dire la verità su di lui: il coraggio di fare il disertore non l’ha avuto, quello della libertà nemmeno. Dario Fo, fascista combattente, ha guidato mostruosi cortei che hanno festeggiato il 25 aprile bruciando bandiere degli Stati Uniti e di Israele. A tutte le famiglie delle migliaia di uomini morti sul suolo italiano il ringraziamento del fascista Dario Fo e dei fascisti dei centri sociali).
Gunter Grass: SS (ma non lo sapeva: con tutte quelle divise credeva fossero i boy scout, per questo non lo ha mai detto).
Guido Pasolini, fratello di Pier Paolo, partigiano, massacrato nel ’44 con tutta la sua brigata a Porzius da partigiani comunisti. I partigiani comunisti cominciarono a sterminare gli oppositori già nel ’44, soprattutto altri partigiani: persone coraggiose, che sapevano combattere e che non si poteva accusare di connivenza col fascismo.
Le frasi storiche, tanto per chiarire chi era da una parte e chi da un’altra
“Il nazismo ha due anime: tedesca e islamica”, in “Io Adolf Hitler” (Adolf Hitler, 22 novembre 1941, Berlino). In tale occasione fu fondata la XIII Divisione delle SS, la divisione islamica bosniaco-palestinese, che si contraddistinse per la sua ferocia contro cristiani e ebrei. L’anima islamica era quella del Gran Mufti di Gerusalemme, Haj Amin Al Husseini, che dichiarò che il nazismo e l’islam avevano gli stessi valori e gli stessi nemici. Gli stessi nemici: gli ebrei, il cristianesimo, il concetto di democrazia e di libertà. Gli stessi valori: l’odio e la volontà di sterminare gli ebrei, di annientare o asservire scienza e cultura, di sommergere la civiltà europea in un mare di sangue così da farne tabula rasa.
Fino al novembre 1941 il progetto era la pulizia etnica, espulsione degli ebrei. Dopo questa data, nel febbraio 1942 arriva il progetto detto soluzione finale: lo sterminio. Non abbiamo prove certe, ma non è inverosimile che lo sterminio, assolutamente antieconomico, delirante e contrario alla civiltà tedesca, fosse una richiesta del Gran Mufti per evitare che gli ebrei espulsi arrivassero in Palestina.
E ora la bandiere dell’inesistente Stato della Palestina, che legittima il terrorismo contro Israele, sventolano alla Festa del 25 aprile. Una democrazia può vivere ed essere fiera di sé stessa anche se ha la sua inevitabile quota di venduti e cretini. Tranquilli: ce la faremo. Ricuperiamo la storia, e la storia è quello che veramente è successo. Non può essere reinventata.
di Silvana De Mari 25/04/2015
=========================
Come si fa a festeggiare la liberazione senza esporre le bandiere degli Stati Uniti e della Gran Bretagna?
verità e rivoluzione
Come si fa a festeggiare la liberazione senza esporre le bandiere degli Stati Uniti e della Gran Bretagna?
Torniamo al 25 aprile.
Il nazifascismo è stato battuto sul suolo italiano dalle seguenti armate:
ESERCITI REGOLARI:
Esercito degli Stati Uniti d’America, senza i quali marceremmo a passo dell’oca, perché senza di loro gli altri sarebbero stati travolti. Quindi se amate la Liberazione tenete una bandiera degli Stati Uniti alle vostre finestre o almeno nei vostri cuori.
Esercito Inglese, quelli che da soli hanno resistito, mentre gli Stati Uniti ci stavano pensando su. Non marciamo a passo dell’oca perché Winston Churchill ha sprofondato il suo popolo nel sangue, nel sudore e nelle lacrime perché Winston Churchill non ha mai mollato. Quindi bandiera inglese e già che ci siete nella vostre case potete sempre tenere una copia della Storia della Seconda guerra mondiale con la quale W. Churchill ha vinto il premio Nobel per la letteratura nel 1953 e che può sempre far comodo da avere sottomano una di quelle domeniche pomeriggio quando fuori piove e non c’è niente alla tele.
Esercito Francese. Preferiamo dimenticarcelo. L’esercito francese aveva con sé le truppe marocchine, che si sono coperte di disonore. Le truppe marocchine hanno lasciato alle proprie spalle 60.000 donne violentate. Donne, vecchia, bambine di sei anni, violentate decine e decine di volte. Sono state ufficialmente chiamate “le marocchinate”. L’episodio è ricordato nel libro La Cioaciara di Moravia. Perché i marocchini non avrebbero dovuto? Nell’islam è permesso, anzi raccomandato. L’islam è stato fondato da Maometto, il quale, autore della frase gli ebrei sono maiali, sterminò gli ebrei dell’Arabia ammazzando tutti i maschi e facendo schiave le femmine, cioè violentandole. Quando Maometto II e i suoi entrano e distruggono Costantinopoli, la terza città santa della Cristianità, violentano donne e ragazzini e questo è trionfalmente scritto sui libri di storia su cui i bambini turchi studiano. Però c’è il sangue dei partigiani della Corsica torturati a morte dall’Ovra, la polizia segreta fascista e quindi: bandiera francese.
Brigata Ebraica: i loro soldati avevano come simbolo la bandiera con la Stella di David e hanno versato il loro sangue per la libertà dell’Italia. Chi manca di rispetto alla bandiera con la Stella di Davide sta mancando di rispetto non solo alle vittime del nazifascismo ma anche a chi ha versato il suo sangue per liberarne l’Italia. Non mi ricordo se ho già accennato che sono ferocemente filo-sionista. Per quelli che non lo sapessero, sono ferocemente filo-sionista. Quindi faccio parte del “sostieni Israele comprando i prodotti israeliani”.
Brigata Polacca: gli uomini della Polonia hanno combattuto per noi e versato il loro sangue per noi. La Polonia è lo Stato martire della Seconda guerra mondiale. L’invasione tedesca della Polonia è cominciata il 1 settembre del ’39, quella sovietica il 23 settembre. In quei 23 giorni, un tizio chiamato Togliatti Palmiro, pubblicò 4 articoli sulla Pravda su quanto era bello Hitler e su che gioiello era il nazismo. Nei quattro articoli Togliatti scrisse la verità: il nazismo e il comunismo hanno moltissimi punti in comune, il vero irriducibile nemico di entrambi è il capitalismo democratico. La Polonia è stato l’osso che i due mostri si sono spolpati. Gli ebrei polacchi sono i martiri che i due mostri hanno fatto a gara a sterminare. I nazisti non sparavano sugli ebrei che scappavano verso la frontiera sovietica: sarebbe stato uno spreco di pallottole visto che gli ebrei crollavano abbattuti dal fuoco dei sovietici. In omaggio al sangue della Polonia, quindi, andiamo a vedere il film Katyn, il film sulla strage ordinata da Stalin: 15.000 ufficiali polacchi massacrati. Gli ufficiali sono i laureati. Un popolo senza laureati, cioè senza classe borghese è più facile da tenere sottomesso e da spolpare. Far parte del “Patto di Varsavia” voleva dire sottomissione, dittatura e miseria, miseria e miseria. La strage è raccontata in un film difficilissimo da vedere perché il comunismo è morto, ma i comunisti sono vivi e vegeti e sempre raggrumati attorno alla mummia luetica e psicotica di Lenin. Katyn è sotto censura, come sotto censura è la storia. Quanti film sui gulag avete visto? Un paio. Possibile che dei milioni e milioni e milioni di morti nei gulag nessuno abbia una storia che ci si possa fare un film? I registi italiani, così intelligenti, così astuti, così sprezzanti dal basso delle loro ville faraoniche per lo schifo di democrazia capitalista in cui sguazzano infelici, un accidenti di film sui un gulag non lo fanno mai? Questi geni di registi americani che fanno film su film su quanto è cattiva la Cia, sanno a che cosa la Cia si opponeva? Allora guardiamo almeno Katyn, film sullo sterminio degli ufficiali polacchi ammazzati dai sovietici che per decenni ne danno la colpa ai nazisti, e sarà una cosa meravigliosamente anti-nazista, guardiamoci Katyn e avremo difeso la dignità dell’uomo dalle dittature che sono tutte sorelline tra di loro.
ESERCITI IRREGOLARI:
Resistenza Italiana
Sono stati degli eroi, tutti, perché la guerra è già terribile a farla da esercito regolare, figuriamoci da irregolare, da soli, senza ordini, senza collegamenti, con la paura che i familiari a casa vengano presi per rappresaglia. Churchill nella sua Storia della Seconda Mondiale sbaglia e sottovaluta la Resistenza Italiana (ha sbagliato. Certo tutti sbagliano, resta un grande, ma sulla Resistenza italiana ha sbagliato). La Resistenza ha avuto meriti militari grandi e ha avuto grandissimi meriti “psicologici”: il nazismo si è sentito franare la terra sotto i piedi. Ha avuto il grandissimo merito di fare in maniera che l’Italia potesse alla fine, al tavolo di trattative, sedersi come alleato e non come nemico sconfitto. Ci ha permesso di riscattare il nostro onore.
Non tutti i partigiani sono stati onorevoli.
E i partigiani che hanno combattuto il nazifascismo si sono divisi in tre colori, gli stessi della nostra bandiera: i rossi (Stella Rossa), i verdi (Giustizia e Libertà, Oriana Fallaci, Primo Levi) e i bianchi. I bianchi erano gli ex militari. Erano i realisti badogliani, cioè quelli che tenevano per il re e per Badoglio, che all’epoca erano la norma. Fermo restando che il re era un cialtrone e Badoglio un criminale di guerra (l’Etiopia ne sa qualcosa), questi partigiani sono stati i migliori dal punto di vista militare, perché erano quelli che le armi ce le avevano e le sapevano usare. Tra le imprese più importanti: la Repubblica partigiana della Val dell’Ossola. Il comandante Di Dio non era di sinistra ed è quello che in Val dell’Ossola ha tenuto testa ai tedeschi per un periodo più lungo a quello necessario a invadere la Polonia.

Se la gloria va divisa tra le tre formazioni, l’ignominia (assassinio di ex fascisti, assassinio di innocenti, assassinio di partigiani bianchi) è di una formazione sola, la rossa, la fazione comunista, quella che prendeva gli ordini da Stalin, il simpatico lazzarello che con Hitler aveva firmato a suo tempo un patto che più che di non aggressione era di alleanza. I partigiani comunisti sono responsabili di tutte le azioni militarmente insulse, prive di importanza militare che causavano rappresaglie sulla popolazione civile (Sant’Anna di Stazzema) perché c’era un preciso ordine di Stalin di causare il massimo dolore al popolo italiano così da spingerlo verso il comunismo.
Ai partigiani rossi dobbiamo il linciaggio senza processo di Mussolini e della sua amante (colpevole di cosa?) e in quell’occasione sparì anche la riserva aurea della Repubblica di Salò. I partigiani comunisti a Porzius e in innumerevoli altri casi sterminarono partigiani e antifascisti perché avrebbero costituito un problema certo dopo. Uccisi furono anche ex fascisti, senza processo e tutti condannati a morte, ma insieme a loro furono uccisi tutti quelli che erano anticomunisti, sacerdoti e seminaristi, il più giovane appassionato antifascista di 14 anni. Il simpatico lazzarello Stalin e i suoi successori sono quelli che hanno pagato i decenni di martellante propaganda, per cui le persone sono attualmente convinte che la guerra di liberazione sia stata rossi contro neri.
Particolarmente bizzarro è il film Novecento di Bertolucci, dove in questo simpatico rimaneggiamento della storia, squisitamente stalinista e quindi orwelliano, gli Alleati non ci sono più, esattamente come gli Alleati non ci sono alle colorate processioni che il 25 aprile festeggiano non si sa bene che cosa, perché un ammasso di gente senza bandiere degli Stati Uniti e della Gran Bretagna, non può stare festeggiando la vittoria sul nazifascismo.
Bianca, rossa o verde che fosse, la Resistenza è stata la ciliegina sulla torta. La torta erano i soldati di Roosevelt, che sono arrivati armati fino ai denti con armi pagate dai contribuenti statunitensi. Senza quei soldati e senza quei contribuenti, la resistenza non sarebbe nemmeno stata possibile. Signori, non riscrivete la storia.
di Silvana De Mari 26/04/2015
============================
L’Europa usa i nostri soldi per ingrassare i burocrati anziché risolvere l’emergenza immigrazione
http://www.ioamolitalia.it/video/l%E2%80%99europa-usa-i-nostri-soldi-per-ingrassare-i-burocrati-anziche-risolvere-l%E2%80%99emergenza-immigrazione.html
https://www.youtube.com/watch?v=jHzD4cyz0PY
Pubblicato il 27 apr 2015
Buongiorno amici. Più della metà dei soldi stanziati dall’Unione Europea per far fronte all’emergenza immigrazione, pari a 1,3 miliardi di euro all’anno, vengono bruciati in stipendi, affitti, spese di rappresentanza e relazioni esterne. Solo Frontex, l’agenzia dedicata al controllo delle frontiere, butta via 37 milioni di euro per i suoi euroburocrati. Smettiamola di sperperare i nostri soldi dandoli all’Europa ed essere poi costretti a elemosinare i nostri soldi.
==============================
Metà dei soldi europei per l’immigrazione vanno agli stipendi dei burocrati
Editoriale
Metà dei soldi europei per l’immigrazione vanno agli stipendi dei burocrati
Buongiorno amici. Più della metà dei soldi stanziati dall’Unione Europea per far fronte all’emergenza immigrazione, pari a 1,3 miliardi di euro all’anno, vengono bruciati in stipendi, affitti, spese di rappresentanza e relazioni esterne. Solo Frontex, l’agenzia dedicata al controllo delle frontiere, butta via 37 milioni di euro per i suoi euroburocrati. Al pari di tutti gli organismi delle Nazioni Unite, di tutti gli apparati burocratici dello Stato, anche l’euroburocrazia di Bruxelles ci costa più di quanto si investe per risolvere i problemi reali.
Marco Ventura sul Messaggero, denuncia che “il personale delle agenzie europee decentrate, che 15 anni fa erano 12 e oggi sono 32 con sedi nei diversi Paesi, è passato da 1.486 unità nel 2000 a 6.050 nel 2013”. Ebbene pensate dei 1,3 miliardi di euro a disposizione, per pattugliare la frontiera meridionale nel contesto della cosiddetta operazione Triton, l’Europa concede appena 2,9 milioni al mese.
Gran parte di questi soldi viene spartita a pioggia a un’infinita lista di Ong e organismi internazionali. Tra queste c’è anche Frontex che conta uno staff di 317 persone. Ebbene, limitatatamente a Frontex, “la spesa relativa al personale nel 2014 ammonta a 20 milioni e 472 mila euro, a cui vanno aggiunte le altre spese amministrative, 12 milioni e 590 mila (comprensivi di oltre 5 milioni di affitto, sede in un grattacielo di Varsavia, 1 milione più che nel 2012)”, e oltre 4,5 milioni di euro per non meglio precisate “relazioni esterne”. Se si spulcia il bilancio di Frontex, che nel 2015 ci costerà ben 114 milioni di euro, troviamo anche 615 mila euro spesi per le “riunioni non operative” e 675mila euro per “informazioni e trasparenza”.
Frontex non è certo la pecora nera delle agenzie europee decentrate che, in soli quindici anni, sono passate da dodici a trentadue. Tra queste c’è anche l’Ufficio di supporto all’asilo europeo (Easo) con sede alla Valletta. Qui lavorano appena 51 persone che, però, ci costano oltre 6 milioni di euro. All’esborso per lo staff vanno aggiunti altri 2,5 milioni di euro per le infrastrutture. Nel giro di un anno gli affitti sono, infatti, passati da 385mila a 765mila euro. A spiccare tra queste agenzie c’è, poi, il Fondo europeo per i rimpatri che tra il 2008 e il 2016 ci è costato ben 60 milioni di euro. Di questi 26 milioni sono stati messi a disposizione dall’Italia. Dove sono finiti? L’esempio fatto dal Messaggero è emblematico: per rimpatriare 60 nigeriani a Lagos il Fondo europeo per i rimpatri ha speso 424 mila euro, più di 7.000 euro a testa, neanche avessero viaggiato su un aereo privato superlussuoso!
Cari amici, questi dati e questi fatti ci confermano che quest’Europa è intrinsecamente marcia e irriformabile. Smettiamola di sperperare i nostri soldi dandoli all’Europa ed essere poi costretti a elemosinare i nostri soldi. Utilizziamo direttamente i soldi degli italiani per soddisfare in primo luogo le necessità degli italiani. 
di Magdi Cristiano Allam 27/04/2015
===============================
tutti gli amici di Obama: il sistema massonico islamico, in Siria ]  [ CALIFFATO MONDIALE ISLAMICO E SHARIA: LA LEGGE A CUI TUTTI DOVRANNO CHINARE IL CAPO IN UN MODO O NELL’ALTRO? Pubblicato da BOJS – LION OF YAHUDA venerdì 8 agosto 2014. “No, per il tuo Signore, NON SARANNO CREDENTI FINCHE’ non ti avranno eletto giudice delle loro discordie e FINCHE’ NON AVRANNO ACCETTATO SENZA RECRIMINARE quello che avrai deciso, SOTTOMETTENDOSI COMPLETAMENTE.”  Sura IV An-Nisâ’ (IV,65). Lâ ilâha illâ Allah. “Sahih Bukhari (il piu sacro dopo il Corano) Volume 4, Libro 52, Numero 260, narra: Ali bruciò alcune persone e la notizia giunse ad Ibn ‘Abbas, che disse: ‘Fossi stato io al suo posto non li avrei bruciati’. Perché il Profeta (pbsl) ha detto: ‘Non punite (nessuno) con la Punizione di Allah.’ Ma non c’è dubbio che li avrei uccisi, poiché il Profeta ha detto: ‘Se qualcuno (Musulmano) abbandona la sua religione, uccidetelo’.”
=======================
tutti gli amici di Obama: il sistema massonico, in Siria ]  [ CALIFFATO MONDIALE ISLAMICO E SHARIA: LA LEGGE A CUI TUTTI DOVRANNO CHINARE IL CAPO IN UN MODO O NELL’ALTRO. Agenda LEGA ARABA, nazi sharia, da tutti è conosciuta?? Prima, si fa il genocidio di tutti gli israeliani, e poi, si conquista ROMA e il mondo!” QUESTO E’ IL VERO SCOPO DELL’ISIS E DELLA JIHAD ISLAMICA E’ UNA PROFEZIA CHE TROVERETE SPIEGATA  CLICCANDO SUL LINK QUI SOTTO: L’ANTICRISTO, IL CALIFFATO UNIVERSALE E LE PROFEZIE
Chi vuole capire cosa stiamo affrontando per davvero oltre ciò che dicono i media non può fare ameno di dedicare una serata, invece che ai soliti insulsi programmi televisivi, a questi documenti in cui viengono chiarite molte cose che riguardano la situazione internazionale e cosa ci dobbiamo aspettare dall’autunno in poi e per i prossimi anni.
Buona visione.
http://intermatrix.blogspot.it/2014/08/no-per-il-tuo-signore-non-saranno.html
2014 CHIAMATA ALLA SOTTOMISSIONE ALLE GIUSTE LEGGI DI ALLAH
COSA SUCCEDE A LONDRA. COME E’ INIZIATO IL CALIFFATO IN SIRIA E COME INIZIERA’ IN ITALIA E NEL MONDO. COSA STANNO FACENDO IN BELGIO SEDE DELL’UNIONE EUROPEA. EUROPISTAN, BREVE DOCUMENTARIO SUL RADICALISMO ISLAMICO IN EUROPA. GUARDATE COME SI SONO INTEGRATI IN EUROPA E CON NOI
BOJS Lion   http://intermatrix.blogspot.it/2014/08/no-per-il-tuo-signore-non-saranno.html
====================
CALIFFATO ISLAMICO: SCOPERTI VERI MATTATOI ISIS-ISIL PER ESSERI UMANI IN SIRIA ] SCOPERTI VERI MACELLI ISLAMICI DI CARNE UMANA IN SIRIA
 di Walid Shoebat e Theodore Shoebat  [  che cosa la politica degli USA ha prodotto nel mondo ]  [ Saif Al-Adlubi ha raccontato di un macellaio egiziano impegnato a ispezionare la fila di persone in attesa di esecuzione. Al-Adlubi è stato testimone di almeno due armeni in attesa del loro turno per essere assassinati poichè nessuno aveva pagato il loro riscatto, una somma di 100.000 dollari ciascuno. “L’egiziano ha afferrato il collo di un anziano cristiano armeno” dice Al-Adlubi, che era in procinto di assassinare. Il macellaio egiziano ha tastato il collo del cristiano armeno dicendo “sei un uomo anziano e il tuo collo è morbido. Non ho bisogno di affilare la mia lama per te”. Altri potrebbero risultare più difficili da uccidere, a seconda della loro corporatura. Saif Al-Adlubi racconta della sua fuga miracolosa dalla Siria fino al villaggio turco di Rehaniyeh. Egli è stato probabilmente uno dei pochi sopravvissuti che ha reso nota l’esistenza di uno dei più macabri centri di sterminio sistematico di esseri umani gestito dal gruppo Jihadista Takfiri noto come ISIS. Rescue Christians ha tradotto un’intervista fatta ad Al-Adlubi che potete vedere nel video sotto: I centri carcerari sotto il controllo dell’ISIS sono ricalcati sul modello dei campi di sterminio nazisti delle SS, l’unica differenza è che l’ISIS conduce lo sterminio in una maniera molto più orribile. L’ISIS trasforma le prigioni in tribunali sommari con mattatoi e centri di uccisione annessi per sterminare cristiani e musulmani che sono in disaccordo con l’ideologia Takfiri. Non appena riconosciute colpevoli, le vittime vengono trattate alla stregua di bestiame.
http://intermatrix.blogspot.it/2014/08/scoperti-veri-mattatoi-islamici-per.html
ISIS è l’acronimo di Islamic State of Iraq and great Siria. Negli ambienti mediorientali, l’ISIS è noto anche come Daiish. Il problema è nella traduzione corretta del nome arabo del gruppo: al-Dawla al-Islamiya fil-Iraq wa al-Sham. Anche senza conoscere la lingua di Maometto si intuisce come la querelle si crei nell’interpretazione dell’ultima parola, al-Sham. Anch’esso è un termine non univoco, dal punto di vista del significato. In alcuni casi è usato per fare riferimento alla capitale siriana Damasco e ai territori circostanti; in altre contesti si identifica con un territorio molto più vasto, che comprenderebbe non solo la Siria ma anche una parte dell’Egitto, Israele, la Giordania, il Libano e i Territori Palestinesi, fino ad alcune zone della Turchia meridionale. Rescue Christians ha ottenuto il filmato di un altro mattatoio da parte di un cristiano siriano, Kamil Toume, che conferma quanto scoperto. Tutto combacia. Toume ha confermato il racconto di Al-Adlubi ed ha fornito un filmato clandestino che prova questa realtà (che potete vedere sopra). Rescue Christians ha aiutato Toume a sfuggire alla sorte di suo padre e sua sorella, i quali sono stati usati per un sacrificio rituale e poi cremati dai ribelli islamici di Al-Nusra a Duwair vicino Homs.

“Avete mai sentito del mattatoio di Umm Muhammad?” ci ha detto Kamil quando gli abbiamo chiesto di commentare la storia di Saif Al-Adlubi. “Cosa intendi per mattatoio di Umm Muhammad”? Gli abbiamo domandato increduli. Il filmato riguarda due distinti mattatoi, uno a Bayyada e l’altro – vecchio di tre anni – ad Al-Siba’.

Questi mattatoi operano in Siria da 3 anni.

Al-Adlubi è un musulmano fondamentalista che si era unito al Libero Esercito Siriano FSA (Free Syrian Army) come militante e addetto all’informazione. Catturato da Daiish, racconta la sua storia spiegando come non gli era mai capitato prima di sperimentare un simile orrore sotto il regime di Assad. Egli è stato uno dei pochi superstiti riusciti a fuggire quando le milizie siriane hanno finalmente sconfitto i ribelli Daiish in quel particolare centro carcerario.

“Come potrei essere considerato un infedele se prego e digiuno?” ha chiesto al suo carceriere, riportando il suo racconto a molte agenzie di informazione arabe.
“Tu sei “murtad” [apostata]” ha risposto l’ufficiale.
“Allora gli ho chiesto, qual’è la mia sorte. Voglio sapere. Che cosa mi aspetta, uno, due anni in carcere?”
E lui mi ha risposto in arabo: “[Abshir Bithabih], cioè: Rallegrati, sarai sacrificato”.

Secondo la teologia islamica Daiish, sarebbe stato sacrificato come un martire, espiando con la morte il suo peccato. Questa non è la stessa sorte dei cristiani, che invece secondo loro bruceranno nelle fiamme eterne dell’inferno.
Prima di essere liberato, Al-Adlubi ha visto i corpi di giovani uomini che venivano sistematicamente macellati e sbudellati. “Il mattatoio era su una collina. Un posto appartato e privo di abitazioni nei dintorni” dice Al-Adlubi. “Ho visto corpi senza vita appesi a testa in giù come pecore macellate” ha aggiunto. “Nel mezzo del mattatoio c’è un egiziano gigantesco, alto circa due metri. Era lui l’addetto alla macellazione.”
Il macellaio egiziano esamina la fila di uomini, giovani e vecchi, in attesa di essere uccisi: cristiani armeni, cristiani siriani, sciiti e perfino sunniti. Ognuno doveva essere ricevere preventivamente un esame fisico. Essi vengono decapitati alla base del collo, poi gli viene aperto il petto, vengono estratte le interiora e infine vengono appesi per i piedi. Il collo di un anziano cristiano armeno risultava tra i più facili.
Le storie di Al-Adlubi e di Toume coincidono. Toume ci ha mandato dei filmati diffusi nella comunità siriana dopo che il mattatoio umano era stato finalmente fermato, e il resto delle macabre prove è stato rivelato quando la polizia siriana ha fatto irruzione nel mattatoio di Umm Muhammad nel distretto di Siba’ ad Homs, tre anni fa, nell’agosto del 2011. Inizialmente, il mattatoio di Umm Muhammad non non era gestito da Da’ish ma dall’ FSA (Free Syrian Army). Questi mattatoi sono rimasti in funzione per anni, e solo nel futuro conosceremo la reale portata di questi orrori.
Abbiamo già scritto in passato a proposito di una rara malattia (Kuru) che ha infettato i siriani e che può essere contratta solo attraverso il cannibalismo.
=========================
CALIFFATO ISLAMICO: SCOPERTI VERI MATTATOI ISIS-ISIL PER ESSERI UMANI IN SIRIA ] SCOPERTI VERI MACELLI ISLAMICI DI CARNE UMANA IN SIRIA
 di Walid Shoebat e Theodore Shoebat  [  che cosa la politica degli USA ha prodotto nel mondo ] Umm Muhammad era una donna sunnita addetta allo smembramento dei corpi umani. Nel filmato, si vedono i corpi umani fatti a pezzi esattamente come si farebbe in un normale mattatoio con il bestiame. Quello che colpisce è l’estrema cura profusa nel tagliare le parti del corpo senza chiari segni di tortura, il che indica che il potenziale obiettivo era di stoccare le parti per un motivo sconosciuto. Il tavolo è del tipo in uso negli obitori o in medicina forense.

La storia di Al-Adlubi è confermata anche da filmati ottenuti da Al-Bayyada, un altro mattatoio, che Rescue Christians è stato in grado di documentare. E proprio come riferito da Al-Adlubi, i corpi erano appesi per i piedi, privi di teste, come pecore macellate. Le teste venivano rimosse dalla base del tronco, proprio come specificato da Al-Adlubi nella sua descrizione dei metodi meticolosi dell’egiziano, e come riferito da Toume a proposito del mattatoio di Umm-Muhammad nel distretto di Al-Siba’.

L’incubo di Saif Al-Adlubi è terminato quando le milizie siriane hanno finalmente fatto irruzione nella prigione Daiish di Edbana. Riportiamo questi racconti per rompere il silenzio sull’uccisione sistematica in Siria dei cristiani, delle minoranze sciite e degli stessi musulmani sunniti che sono in disaccordo con la teologia Takfirista dei Daiish. La loro storia ricorda quella dello sterminio degli ebrei e di altre minoranze in Europa, quando inizialmente su quei fatti non trapelava quasi nulla.

Nel caso della Siria, la storia si ripete. Rescue Christians rilascerà un comunicato stampa per rendere nota la storia di Toume, la sorte dei cristiani siriani e l’assassinio della sua famiglia per mano delle forze dei ribelli in Siria. La crudeltà espressa dai musulmani nei mattatoi umani siriani ricorda la violenza perpetrata dai Turchi Ottomani. I commenti del macellaio egiziano sulla morbidezza del collo dell’anziano siriano hanno un parallelo nell’odio che i Turchi Ottomani nutrirono verso gli armeni. Oggi abbiamo la documentazione di come lo sterminio degli armeni fu portato avanti. 

Un tedesco, che è stato testimone del genocidio armeno, gestiva un orfanotrofio nella zona di Moush dove i turchi stavano perpetrando i massacri. Quando chiese ad un ufficiale turco se ai bambini armeni sarebbe stato concesso un salvacondotto, il turco rispose: “Puoi portarli con te, ma essendo armeni puoi star certo che gli verranno tagliate le teste lungo la strada.”(1)  Nei mattatoi della Siria, ci sono innumerevoli corpi, tutti severamente mutilati e tagliati a pezzi. Questo è esattamente ciò che i turchi fecero ai cristiani nel loro famigerato genocidio. I contadini turchi catturarono intere comunità di armeni e li fecero a pezzi mentre erano ancora vivi. Una lettera scritta da una fonte anonima riferisce come i contadini turchi fecero a pezzi un gran numero di armeni usando i loro attrezzi agricoli: “Nella valle di Beyhan Boghazi, a sei o sette ore di distanza dalla città, essi furono attaccati da un’orda selvaggia di contadini turchi, e, come ordinato, furono tutti massacrati con mazze, martelli, accette, falci, zappe, seghe – in una parola, con ogni attrezzo che possa causare una morte lenta e dolorosa. Alcuni tagliarono loro teste, orecchie, nasi, piedi con le falci; altri gli cavarono gli occhi.. I corpi delle vittime furono lasciati smembrati nella valle, in pasto agli animali selvatici.” (2)

William Willard Howard, un testimone oculare del genocidio armeno, descrive come i turchi mutilarono e fecero a pezzi i corpi dei cristiani: “le piante dei loro piedi vengono tenute su un falò fin quando la carne non si stacca e cade. Dopo di questo, alle vittime poteva essere strappata la lingua, o potevano essere accecate con ferri arroventati. Se non erano ancora morti dopo tutto questo, venivano fatti a pezzi con i coltelli.” (3)
http://intermatrix.blogspot.it/2014/08/scoperti-veri-mattatoi-islamici-per.html
CALIFFATO ISLAMICO: SCOPERTI VERI MATTATOI ISIS-ISIL PER ESSERI UMANI IN SIRIA ] SCOPERTI VERI MACELLI ISLAMICI DI CARNE UMANA IN SIRIA
 di Walid Shoebat e Theodore Shoebat  [  che cosa la politica degli USA ha prodotto nel mondo ]  Samuel Gridley Howe, un americano che aiutò i cristiani greci a ribellarsi contro l’occupazione turca nel 19°secolo, descrive il massacro dei cristiani greci da parte dei turchi come un’autentica mattanza, con uno spargimento di membra mutilate e teste mozzate. Ecco come descrive un massacro avvenuto in una città greca: “Le truppe turche si raccolsero intorno alla città, poi si lanciarono contro gli abitanti indifesi, e cominciarono a macellare tutti quelli che incontravano. ….E tutto questo si compì in poche ore; poche ore di rapina ed assassinio avevano trasformato quella bella città in una scena di devastazione totale; un mattatoio, ancora fumante del sangue di migliaia di persone di ogni età, di entrambi i sessi, i cui corpi decapitati e mutilati giacevano in ogni direzione in mezzo alle strade.” (4)
I mattatoi in Siria sono in realtà dei centri per compiere sacrifici rituali umani. Rescue Christians ha ottenuto le prove filmate anche di questo fatto. Nel video, che è filmato in un altro mattatoio sconosciuto, il boia declama questa preghiera prima di compiere l’assassinio: “In difesa dei Sunniti, O Signore, O Signore, noi portiamo queste offerte a te, O Signore. Ti preghiamo di accettare queste offerte sacrificali, O Signore. O Signore, accetta questo da noi, accetta questo da noi. Nel nome di Allah. Bismillah (nel nome di Allah). Allahu Akbar (Allah è grande).”
Le vittime possono essere uccise con armi da fuoco o assassinate, ma una cosa è certa, queste sono uccisioni rituali. Questo si può dedurre mettendo in relazione i mattatoi siriani con la concezione dello spargimento di sangue cristiano nell’ideologia islamica, come si può osservare nelle cronache storiche. Ad esempio, Howe, un testimone oculare della violenza turca, riferisce che i turchi musulmani “credono che il sangue di un cristiano sia un’offerta accettevole a Dio.” (5)
Ora, in connessione con questa affermazione, ecco un resoconto di John Eshoo, un reverendo assiro che sopravvisse al genocidio fatto dai turchi, in cui egli si riferisce alla carneficina come ad un letterale mattatoio e descrive il metodo di macellazione usato dai musulmani Turchi sui cristiani come identico a quello usato per i sacrifici animali durante i digiuni islamici:
“Il terrificante luogo divenne letteralmente un mattatoio umano, che riceveva le sue vittime silenziose, in gruppi di dieci o venti alla volta, per essere giustiziate. Questi assiri indifesi marciavano come agnelli condotti al macello, senza aprire la bocca, se non per dire “Signore, nelle tue mani rimettiano i nostri spiriti.” I boia cominciavano con il tagliare le dita delle vittime, una falange alla volta, fino a quando entrambe le mani erano completamente amputate. Poi essi venivano distesi in terra, alla maniera degli animali sacrificati nel digiuno, ma con le facce rivolte verso l’alto e le teste appoggiate su pietre o blocchi di legno. Poi veniva tagliata loro la gola, ma solo parzialmente, in modo da prolungare la loro tortura, e mentre si dibattevano nell’agonia, le vittime venivano prese a calci e bastonate con pesanti mazze che gli assassini portavano con se. Molti di loro, mentre ancora in agonia, venivano gettati nelle fosse e sepolti prima che fossero spirati.” (6)
Tutto questo sadismo e crudeltà venivano praticati secondo il metodo usato per i sacrifici islamici di animali, e nella religione musulmana è permesso sostituire la vittima animale con una vittima umana nei sacrifici rituali. Questa teologia del sacrificio umano si basa sull’antichissima storia di Khalid Abdullah al-Kasri, che compì il sacrificio rituale di Jaad bin Durham al posto di un animale durante la Festa del Sacrificio islamica. Egli trascinò Durham in una moschea, e prima di versare il suo sangue, proclamò: “O popolo, sacrificate, Allah ha gradito i vostri sacrifici. Ora io sto per sacrificare Jaad bin Durham.” La storia è accettata come ortodossa da molti dei più influenti teologi musulmani della storia dell’Islam, come Al-Shafi’, Ibin Tayymiya, Bukhari, Dhahabi, Ibin Al-Qiyam, Darami e Ibin Katheer.
Questa è la realtà di un’Islam che non ha nulla a che fare con Allah, che è una setta satanica all’interno del mondo Islamico [come esistono in tante altre religioni – ndr] incredibilmente depravata, assassina e sadica. Essa prende l’anima di un uomo e cancella dal profondo del suo essere ogni minimo residuo di sentimento umano e/o di vera giustizia.
http://intermatrix.blogspot.it/2014/08/scoperti-veri-mattatoi-islamici-per.html
Come il sistema mondialista favorisce la distruzione dell’Europa e l’islamizzazione]  congiura islamica dei farisei massoni bildenberg l’annientamento di Israele e della civiltà ebraico cristiana ] [ La maggior parte degli europei non ha ancora compreso che le loro strutture nazionali e sovrane si sono già disintegrate nel multilateralismo e il multicolturalismo. Essi credono ancora di poter agire sul proprio destino nazionale restando nella sfera democratica che si sono creati. In realtà, il potere decisionale a livello nazionale relativo alla politica interna ed estera è sfuggito loro di mano. Oggi le popolazioni dell’UE sono gestite da organizzazioni internazionali, come le Nazione Unite, la Fondazione Anna Lindh, l’Alleanza delle Civiltà, l’Organizazione della Conferenza Islamica (OCI) e la sua filiale l’ISESCO, interconnesse in reti che diffondono la governance mondiale in cui predomina l’influenza dell’OCI sull’ONU. Il trasferimento del potere fuori dai confini nazionali dei singoli stati membri dell’Unione Europea verso le organizzazioni internazionali avviene attraverso strumenti detti «dialogo» e «multilateralismo» legati a reti designate dagli stati: Dialogo Euro-Arabo, Medea, Processo di Barcellona, Unione per il Mediterraneo, Fondazione Anna Lindh, Alleanza delle Civiltà, Parlamento Euro-Mediterraneo (PEM) ecc. Queste reti trasmettono direttive a delle sottoreti, a miriadi di ONG e ai rappresentanti delle «società civili» che scelgono essi stessi, attivisti dell’immigrazione e del multiculturalismo. La rete delle istituzioni politiche, i cosiddetti «think tank», spesso finanziata dalla Commissione europea, trasforma tali direttive in opinione pubblica mescolandole sulla stampa, nelle pubblicazioni, nei film, veri e propri inghiottitoi di miliardi. Le popolazioni europee sono chiuse in un gioco di specchi che si rinviano, a tutti i livelli sino all’infinito, le opinioni prefabbricate in base ad agende politiche e culturali che esse ignorano e spesso disapprovano. Questa trasformazione «di un’Europa delle Nazioni» in un’Europa unificata e integrata alle organizzazioni internazionali, come l’ONU, l’UNESCO, l’OCI, ecc., risponde alla strategia dell’UE in particolare nella sua dimensione mediterranea. Una tale ottica motiva le politiche sia dell’UE che dell’OCI, che si oppongono entrambe – per interessi diversi – ai nazionalismi culturali e identitari locali in Europa. Questo movimento promuove il multiculturalismo e l’internazionalismo di una popolazione europea destinata a trasformarsi e a sparire in virtù dell’unione delle due rive del Mediterraneo e di una immigrazione dell’Africa e dell’Asia incoraggiata dalla Dichiarazione Durban 2. Questa Dichiarazione è in conformità alla politica dell’OCI in riguardo all’emigrazione. A tale scopo, la nozione stessa e la coscienza di una civiltà europea peculiare e specifica, nel corso di millenni, si dissolve mentre si continuano a combattere con accanimento le identità culturali europee assimilate al razzismo. L’OCI segue un percorso simile all’Unione europea, organizzandosi come forza transnazionale, ma, contrariamente all’UE, si afferma grazie al radicamento della ummāh nella sfera della religione, della storia e della cultura coranica. Cosa è l’OCI? Questa è un’organizzazione centrale creata nel 1969 per distruggere Israele. Essa riunice 56 stati membri (musulmani o a maggioranza musulmana) e l’Autorita Palestinese. Questi stati sono in Asia, Africa et Europa con l’Albania, la Bosnia Herzegovina e il Kossovo. L’OCI è la seconda organizzazione intergovernativa dopo le Nazioni Unite e rappresenta un miliardo trecento milioni di musulmani. Al l’11° Vertice islamico svoltosi a Dakar il 13 e 14 marzo 2008, l’OCI ha adottato una Carta che ne sancisce i principi e gli obiettivi, il primo dei quali consiste nell’unificazione della ummāh (la comunità islamica mondiale) attraverso il suo radicamento nel Corano e nella Sunna, e la difesa solidale delle cause e degli interessi musulmani sulla pianeta.

congiura islamica dei farisei massoni bildenberg l’annientamento di Israele e della civiltà ebraico cristiana ] [ La maggior parte degli europei non ha ancora compreso che le loro strutture nazionali e sovrane si sono già disintegrate nel multilateralismo e il multicolturalismo. Questa politica spiega la recrudescenza di religiosità musulmana in generale, inclusa l’Europa, e di odio contro Israele e l’Occidente. I suoi organi principali sono: 1) il Vertice islamico, che rappresenta l’istanza suprema di decisione ed è composto dai re e dai capi di stato; 2) il Consiglio dei ministri degli esteri; 3) il Segretariato generale, che costituisce l’organo esecutivo dell’OCI e 4) la Corte islamica internazionale di Giustizia, che diventerà l’organo giuridico principale dell’organizzazione (articolo 14) e giudicherà in conformità con i valori islamici. (art. 15). L’OCI è dotata di una struttura unica fra le Nazioni e le società umane. In effetti, il Vaticano e le varie Chiese non hanno un potere politico, anche se in concreto fanno politica, poiché nel cristianesimo come nel giudaismo funzioni religiose e politiche devono restare rigorosamente separate. Lo stesso vale anche per le religioni asiatiche, i cui sistemi non riuniscono in un’unica struttura organizzativa religione, strategia, politica e sistema giuridico. Non solo l’OCI gode di un potere illimitato grazie all’unione e alla coesione di tutti i poteri, ma a questi aggiunge anche l’infallibilità conferita dalla religione. Riunendo sotto un solo capo 56 paesi, alcuni fra i più ricchi del pianeta, l’organizzazione controlla la maggior parte delle risorse energetiche mondiali. L’OCI è un’organizzazione religiosa e politica che appartiene alla sfera di influenza dei Fratelli Musulmani con cui condivide in tutti i casi la visione strategica e culturale di una comunità religiosa universale, la ummāh, ancorata al Corano, alla Sunna e all’ortodossia canonica della shari’a. Che la religione sia un fattore prioritario per l’OCI si evidenzia dal suo linguaggio e dai suoi obiettivi. Così la conferenza di Dakar (marzo 2008) prende il titolo di Conferenza del Vertice islamico, Sessione della ummāh islamica del XXI secolo. Nel preambolo della Carta dell’OCI, gli stati membri confermano la loro unione e la loro solidarietà ispirate dai valori islamici al fine di rafforzare nell’arena internazionale i loro interessi comuni e la promozione dei valori islamici. Essi s’impegnano a rivitalizzare il ruolo di pioniere dell’islām nel mondo, a sviluppare la prosperità negli stati membri e, al contrario degli stati europei, ad assicurare la difesa della loro sovranità nazionale e della loro integrità territoriale. Dichiarono che la vera solidarietà implica necessariamente il consolidamento delle istituzioni e la profonda convinzione di un destino comune in base a valori comuni definiti nel Corano e nella Sunna (§ 4) che stabiliscono i parametri della buona governance islamica. Essi raccomandano che i mezzi di informazione contribuissero a promuovere e sostenere le cause della ummāh e i valori dell’islām mentre l’OCI si impegna in forme di solidarietà con le minoranze musulmane e le comunità di immigrati nei paesi non musulmani e collabora con le organizzazioni internazionali e regionali per garantire i loro diritti nei paesi stranieri. L’OCI si impegna inoltre a stimolare i nobili valori dell’islām, a preservarne i simboli e la loro eredità comune e a difendere l’universalità della religione islamica, in termini più chiari, la diffusione universale dell’islām (da‘wah). Si impegna a inculcare i valori islamici nei bambini musulmani e a sostenere le minoranze e le comunità di immigrati musulmani all’esterno degli stati membri al fine di preservarne la loro dignità, identità culturale e religiosa e i loro diritti. Affermano il loro sostegno alla Palestina con capitale Al-Quds Al-Sharif, il nome arabizzato di Gerusalemme. L’OCI sostiene tutti i movimenti musulmani di lotta come quello del popolo turco di Cipro, in Sudan, in Cina, dei Palestinesi, condamna l’occupazione dell’Armenia in Azerbaigian, del Jammu e Kashmir, l’oppressione dei musulmani in Grecia, in Myanmar, in Caucasia, in Thailandia, in India e nelle Filippine. Sulla scena della politica internazionale, l’OCI ha creato vari comitati per coordinare le iniziative e la politica in campo politico, economico, sociale, religioso, mediatico, educativo e scientifico sul piano interstatale degli paesi musulmani e internazionale. Gli obiettivi strategici della Carta sono tesi a: «Assicurare una partecipazione attiva degli stati membri [dell’OCI]al processo mondiale di presa di decisione nei campi della politica, dell’economia e del sociale, al fine di garantire i loro interessi comuni» (I-5); e a «promuovere e difendere posizioni unificate sulle questioni di interesse comune nei forum internazionali». Fra i suoi obiettivi, la Carta dell’OCI elenca la diffusione, la promozione e la preservazione degli insegnamenti e dei valori islamici, la diffusione della cultura islamica e la salvaguardia del patrimonio islamico (I-11); la lotta alla diffamazione dell’islām, la preservazione dei diritti, della dignità e dell’identità religiosa e culturale delle comunità e delle minoranze musulmane negli stati non membri (I-16). Questo punto indica la tutela sugli immigrati musulmani all’estero e le pressioni esercitate dall’OCI, attraverso il canale dei dialoghi e dell’Alleanza delle Civiltà, sui governi dei paesi di accoglienza non musulmani. Essendo un’organizazione musulmana religiosa, come lo dice pure essa stessa, l’OCI dichiara essere l’organo rappresentativo del mondo musulmano. Rivendica la sua solidarietà con tutte le minoranze musulmane che abitano negli stati non membri dell’OCI (vale a dire i paesi non musulmani). Per queste minoranze, l’OCI domanda il godimento degli diritti dell’uomo elementari, fra cui la protezione dell’identità culturale, il rispetto delle loro leggi in modo da proteggersi contro qualsiasi forma di discriminazione, oppressione ed esclusione, il salvataggio del patrimonio culturale dei musulmani negli stati non musulmani. L’OCI considera suo compito proteggere il diritto alla cultura, alla religione e all’identità culturale degli immigrati musulmani e di promuoverli nelle sfere del potere, di autorita e di influenza. Onde assicurare la protezione delle minoranze musulmane immigrate e stabilite in Occidente, e preservarne l’identità, l’OCI ha deciso di internazionalizzare la lotta all’islamofobia attraverso la cooperazione fra l’OCI e le altre organizzazioni internazionali come le Nazioni Unite, l’Unione Europea, il Consiglio d’Europa, l’OSCE, l’Unione africana e così via. Anche in questo caso la politica dell’Unione Europea intesa a sostenere «la legalità internazionale» dell’ONU rinforza in realtà il controllo mondiale dell’OCI che predomina in tutte le istituzioni internazionali. Ma la priorità politica dell’OCI è naturalmente la distruzione di Israele e l’islamizazione di Gerusalemme. L’OCI prevede di trasferire la sua sede da Gedda (Arabia Saudita) a al-Kuds, la Gerusalemme islamizzata. Come l’OCI ha i caratteri di uno califfato universale, la Gerusalema ebraica e cristiana diventata al Kuds e sarà la sede dove la sharia governerà, come a La Mecca, Gaza e i luoghi tenuti dai Talebani. Questa strategia si sviluppa in associazione con molte chiese e l’Europa. L’OCI vuole che l’eliminazione di Israele sia fatto come un atto di profondo odio dall’insieme del pianeta, ma specialmente dagli Occidentali. In altre parole vuole che siano i Cristiani che destruggano la radice della loro spiritualità. Questo sarebbe un altro parricidio dopo la Shoah. La propaganda globale di odio contro Israele che si manifesta nei canali occidentali con l’argomento della vittimologia e l’innocenza palestinese provienne dell’OCI. L’Europa palestinizzata, e volontariamente colpevolizzata, continua a dare sostegno, finanziario, diplomatico, politico e mediatico alla Palestina e a promuovere l’emergenza del Califfato universale a al-Kuds sulle rovine dell’antica Gerusalemme.
http://www.informazionecorretta.it/main.php?mediaId=115&sez=120&id=29288
http://www.informazionecorretta.it/main.php?sez=90

Precedente fratellanza universale insieme alle 12 tribù di Israele Successivo SHARIA SE LI MANGIA CANNIBALI ISLAMICI