MISCELLANEA

MISCELLANEA
Cara sorella,
in ordine alla domanda che mi ponevi,
devo precisarti che due sono le priorità nell’uomo contemporaneo,
a) quello di una Chiesa pura, non consociata, non compromessa o complice con i poteri di questo mondo, che in rottura con il potere delle tenebre delle banche centrali, non abbia paura di battere monta in proprio e di accreditarla gratuitamente a tutti gli uomini del pianeta e il problema della sicurezza che è legato al fallimento e alla totale inefficienza del sistema giudiziario.

b)Gli uomini non amano tanto la verità, poiché la ricerca di LEI è troppo scomoda, ma sono comunque affamati di “pane” e di “Giustizia” e le vogliono in bocca, dai martiri e dai santi (cioè dai fessi), poiché loro non osano pagarne il prezzo.

LE PRIORITà:
a) – LE ESIGENZE VERE DELLA CHIESA?
PUREZZA AL DI FUORI DELLA COMMISTIONE CON I POTERI FORTI!<

br />a dirlo è addirittura il CARDINALE MARTINI di MILANO.
Anche l’arcivescovo Martini sogna una chiesa lontana dai potenti e dice:
“Bisogna affidare la propria speranza a Dio e credergli. Io spero di poter pronunciare nella morte questo SI a Dio. – è stato un tempo – racconta – in cui ho sognato una chiesa nella povertà e nell’umiltà (ora, ne ha perso la speranza?), che non dipende dalle potenze di questo mondo.” — “la Repubblica” di lunedì 19 maggio 08.

b) – PAURA NELLA Città, ECCO L’ITALIA DELLE RONDE”.
— Sempre in “la Repubblica” di lunedì 19 maggio 08 a p. 4. il dossier:
Volontari e vigilantes, da Padova a Bari, dilaga la sorveglianza fai-da-te.
L’intervista è a: Vincenzo De Luca, sindaco di Salerno, del Pd, dice:
“Smettiamola di fare i poeti, la gran parte dei ROM delinque”
Domanda:
Sindaco, il pugno di ferro dimostra che si può difendere una città anche senza lo Stato?
Risposta: “La drammatizzazione estrema di oggi è causa dei ritardi di uno Stato inesistente…. Questa la realtà.
Uno Stato che non c’è.
Una diffusione della violenza a livelli mai visti, una sensazione di impotenza del cittadino
normale in un clima di frustrazione delle forze dell’ordine, per inadeguatezza dei mezzi rispetto agli obiettivi (e comunque di una giustizia inefficace).
………………………..
COMMENTO:
………………………….
*** Sempre più uomini politici e non, escono dai ranghi istituzionali e denunciano l’assenza dello Stato e lo “svuotamento” delle istituzioni democratiche e la perdita di credibilità di tutte le istituzioni!
*** Il sospetto e più che il sospetto è che uomini istituzionalmente determinanti si stringano la mano in patti segreti all’interno della massoneria. Ma noi sappiamo la causa vera di questo vuoto democratico, di credibilità e funzionalità delle istituzioni si chiama:
SIGNORAGGIO BANCARIO!
————-
Caro amico, mi chiedevi di affrontare il problema della fede.

IL PROBLEMA DELLA FEDE
Contrariamente a quello che si pensa, credere o non credere in Dio non è affatto la scelta definitiva di un momento, ma coinvolge tutta la vita, in scelte, a volte così drammatiche che ti condizionano il destino…
L’egoismo porta ad invecchiare rendendo rigide (sclerotiche) addirittura le arterie.
L’egoista accartoccia (incartapecorisce) il suo cervello, poiché vive nella maledizione.

Riguardo alla fede, decidere di credere o di non credere in Dio, non può mai essere un atto assoluto DEFINITIVO E IRREVERSIBILE.

Indiscutibilmente, scegliere di non credere (agnosticismo e relativismo) significa generare attraverso le facoltà interiori il negativo.
Con le potenti facoltà del credere (e non potete immaginare quanto potenti), diamo realizzazione, materializziamo il negativo, rendendolo fisico attraverso la malattia e attraverso tutti i mali che affliggono la nostra società!

Il realtà anche l’ateo positivo (metafisica = mettere la propria vita a servizio dei valori) crede in nobilissimi valori trascendenti e assoluti al cui servizio dispone la sua vita e lotta e soffre perché si compromette.
Per lui, come per il credente, la strada sarà in salita, una purificazione dal negativo delle proprie potenzialità interiori del credere.

Certo, mai potrà dimostrarsi razionalmente l’esistenza o la non esistenza di Dio, ecco che la realtà che noi crediamo è anche quella che noi ci meritiamo.
Un fatto oggettivamente tale sarà interpretato in modi anche incredibilmente diversi.
Si tratta del classico bicchiere di chi lo vede mezzo pieno (giusto e buono) e di chi lo vede mezzo vuoto (egoista e cattivo).

Siamo obbligati a fare un atto di fede!
Allora, perché non farlo in positivo (credere in Dio o nei valori trascendenti) e vivere, invece di scegliere di non credere in Dio o nei valori trascendenti che di fatto lo rappresentano e morire?

Il fatto che sei vivo biologicamente, in uno spazio e in un tempo delimitati, non vuol dire che sei nella vita.
O, il fatto che sei morto biologicamente non vuol dire che sei nella morte.

Forse, con un po di ipocrisia, puoi non comprometterti molto attraverso la tua religione.
Ma, inequivocabilmente, la tua fede positiva è assai compromettente!

[legenda: 1- fede nel male per l’egoista; 2 – fede negativa(primo posto alla ragione) per la religione; 3- fede positiva (primo posto alla Parola di Dio) la relazione personale con Dio.]

Chi decide di credere in qualcosa o in qualcuno, sarà costantemente alla ricerca di un rapporto con lui.
Ora, ogni relazione vera è soggetta obbligatoriamente alla legge della reciprocità e per quanto DIO sia eccezionalmente bravo nel nascondersi ai sensi, sul piano della fede pura è completamente disarmato.
Diventa un amore che scorre con una potenza impressionante, anche se questa potenza non è percepita emotivamente o razionalmente, infatti quando Dio si lega al tuo spirito, non si fonde con la tua anima e quindi tu non te ne puoi accorgere con le tue facoltà umane!
———–[legenda: 1- spirito facoltà del credere(agape), ecc… ; 2 – anima facoltà emotive e intellettive(filia); 3- corpo facoltà sensoriali(eros)] ————–

Il credente cercherà di vivere questa relazione attraverso strade molteplici (ma sempre stimolato da situazioni di bisogno personali, quando arriverà la forma di fede matura o unitiva questa non averrà in relazione ad un bisogno, ma come una manifestazione della propria identità):

A ll’inizio del suo cammino di fede e fino al possesso della fede adulta, cercherà e troverà i “segni” o le tracce “sensibili ai sensi o alle ragioni del cuore” che indichino e confermino la presenza di DIO e la Sua reciprocità amorosa.
Poiché per il credente(innamorato) non esiste il fato, la fortuna, il caso, ecco che lui vedrà tutto il bene o il male solo e sempre inseriti ugualmente nell’unico progetto d’amore che Dio vuole e nel quale vuole incontrarlo.
Ora, è proprio dell’amore essere continuamente dimostrato e confermato, e soprattutto avvolgere sempre più intensamente e con più forti esigenze di geloso possesso.

Itinerario del credente:
1- dall’emozione della “presenza”, passerà
2- all’aridità dei “segni”, e da questi alla
3- consolazione e fortificazione delle facoltà intuitive (come è per me in questo momento).
Ma la fase successiva che già vado assaporando è
4- vivere per fede pura, nel miracolo, camminare sulle acque, violare lo spazio e il tempo e interagire di fronte all’impossibile fidando unicamente di Dio.
Trasformando, addirittura ricreando una realtà ostile, che già ti aggredisce, ma piegandola tuttavia con la forza dell’amore e della fede al tuo volere, cioè asservendola al bene.

Si, questo passaggio è la “manifestazione del miracolo”, dove la ragione non potendo trovare soluzioni razionali, si abbandonerebbe inevitabilmente alla disperazione, ecco che la fede (positiva) ha già operato il superamento è già andata oltre l’ostacolo.

Quando le leggi fisiche e sociali sono superate, da una fede vincente e vengono trovate come per magia soluzioni impensabili, solo allora tu puoi dire di vivere solo per fede!
Ritornando al dinamismo della fede, possiamo sinteticamente concludere:
“Dio stesso, si erge contro i tuoi VALORI e contro la tua fede, li demolisce e aspetta che tu tra le lacrime ne ricostruisci di MAGGIORI, allargando i tuoi confini!
Si, LUI vuol farti salire di livello.
LUI non può ridurre la Sua Santità e quindi, sia pure interiormente ti eleva al Suo Livello, o per lo meno è quello che tenterà di fare.

In realtà LUI è sempre avido e sempre donatore di amore e di felicità “in – per – con” LUI.
Immaginate il marito che vede la moglie sotto il letto e che non può scendere o andare da lei.

Il Suo è un atteggiamento da innamorato.
Dio stesso, si erge contro qualsiasi tipo di fede per “smontarla” e dice:
“Di più, ancora di più; più su, ancora più su; di meglio, ancora meglio”.
Immaginate il marito che vede la moglie sotto il letto e che non può scendere o andare da lei.

Insomma, senza accorgertene, ti trovi più ad amare il Paradiso che la terra.
Il tuo amore per il cielo diventa assai più forte per il tuo amore per la terra e per tutte le sue inutili cose, perché vane.
**** Quando perdi il desiderio e la passione per tutto ciò che esiste in questo mondo, allora vuol dire che hai fatto l’amore con Dio!

Affinché, dalla rigenerazione e ricreazione continua della tua stessa identità (la tua caratterialità non verrà toccata), tu possa avere ed essere continuamente, rapito in un vortice di amore che mai dice “basta”, tu possa essere dinamicamente e continuamente una nuova creazione.
Ogni secondo per te diviene un secondo rigenerativo anche se non percepibile dalla tua anima.

Certo, non sono umane e non sono razionali le categorie spirituali della rigenerazione e della “CREAZIONE”, ma è proprio a queste che LUI ti vuole portare.

Ovvero, LUI ti vuole degno di se. Se lo lasci operare ti renderà “forma” della stessa sua “sostanza”.

Pertanto, dalla credenza religiosa si passa alla fede, cioè dalla religione si passa alla relazione.
Ogni relazione prevede in se una “fede positiva”, cioè l’esercizio di autorità e potere.

La cosa per noi sconcertante è che questo rinascere in DIO è un cammino veramente doloroso, quando inevitabilmente doloroso:
“giungerai infine, alla fedeltà premiata”.
Calunnie e opposizioni al tuo impegno di perfezione anche da parte di chi ha istituzionalmente il dovere di proteggerti.

Io, sto parlando di cose “allucinanti” e incomprensibili umanamente e tu le stai comprendo solo perché lo stesso Spirito Santo di JHWH è sul tuo capo adesso e ti concede di capirmi.

Tutte queste prove e contraddizioni e opposizioni avvengono e tu ti chiedi: “ma Dio dov’è?”. Dio ti fa credere di essere solo, mentre tu devi continuare a credere che non è vero e non può essere vero.

Quando gli chiedi aiuto nella logica umana del tuo ragionamento non lo otterrai! (mi ricordo come la cosa mi scandalizzò quando avevo 14 anni)
Tutto otterrai se saprai credere, anche l’impossibile che LUI indica nel cuore della Sua Parola!

ECCO, la TRASFORMAZIONE è COMPIUTA!
Dalla fede positiva si passa alla fede esplosiva frutto della “fusione”.
Ora, non hai bisogno di nessuna autorità terrena o religiosa che ti debba riconoscere, NON CERCHI Più NEANCHE AI TUOI SENSI O ALLA TUA LOGICA RAZIONALE UN Perché, TUTTO SEI ARRESO A DIO JHWH.
Solo ora, riesci a importi o a dominare la realtà perché sei diventato tabernacolo della Sua Presenza Gloriosa, dove non c’è odio e rancore per nessuno.

Pertanto, chi si mette contro di te, si trova a mettersi contro Dio che ormai rappresenti e incarni in forma umana.

L’obiettivo di Dio è quello di costringerti a vivere miracolosamente e, per questo, ti fa camminare su un sentiero molto stretto, dove (sicuramente) può toglierti quasi tutte le certezze umane.
Ma ti ricolma delle certezze della fede!
Se sei consacrato – VERAMENTE – all’annuncio del Vangelo sei sollevato da qualsiasi forma di necessità o bisogno.
Le malattie e ogni forma di opposizione, in questo momento, se ti vengono a trovare avranno una brutta sorpresa.

Arrivi al punto che Dio ti costringe a fare una scelta senza compromessi:
“vivi miracolosamente e pericolosamente o rinunci al ministero”.
Certo, puoi sempre rinunciare al privilegio di essere elevato al Suo stesso Livello per poter avere con Lui una relazione paritaria e puoi sempre declassarti al livello della religione.

Questo è il momento che l’orgoglio e l’ambizione di poter possedere il SOMMO BENE deve sostenerti. Eppure, l’avidità personale non basta!
Ormai, hai lo stesso Cuore di Cristo, una fiamma brucia per le anime perdute di tutto il mondo.

Riepilogando possiamo dire che, Dio ti “smonta” continuamente e ti costringe a passare dalle facoltà sensoriali, fisiche e razionali a quelle intuitive e spirituali.
Ormai, respiri per fede! Ti muovi in una dimensione divina.
Questa realtà anche se più raramente che per il cristiano può essere di ogni uomo come lo fu di di Gandhi ecc…

Dio, ti costringe a vivere per fede o a rinunciare alla relazione personale con LUI!

* Se rinunci, diverrai un legalista religioso!
Uno che vive di strutture e regole, uno che si “arrampica” alla propria istituzione e che semina tanto dolore intorno a se, da non accorgersene neanche.
• Se rinunci cadrai in depressione e poi finirai per collaborare con la massoneria, o userai la tua istituzione come una massoneria.

Sembra che abbia parlato solo del credente e invece lo stesso discorso vale per l’ateo, infatti, se non vuoi brutalizzarti e degradarti, devi vivere a disposizione dei tuoi valori.

Più essi, sono nobili e grandi e più sei nobile e grande tu.
Più i tuoi valori sono nobili e grandi e più hai un prezzo di lacrime e sangue da pagare.

L’ateo o il credente, ovvero ogni uomo deve scegliere sempre una risposta coerente di fronte alle esigenze (imperativo categorico della coscienza) della “giustizia e della “verità”.
Negare queste esigenze, opporsi e non incarnarle politicamente, significa avere la certezza inconscia della propria dannazione.

Dio non è una religione o un nome, Dio è la stessa Giustizia e Verità fatta PERSONA!

La scelta di una posizione coerente con i tuoi valori ti porterà sempre a ricevere il terribile assalto di Dio, LUI ti costringerà ad andare avanti, avanti, avanti, avanti fino alla fede esplosiva di Gandi.
Ti vuoi fermare ad un certo punto?
“Chi si ferma è perduto!”
Nelle esigenze d’amore non è previsto fermarsi.
Smetterai di comprometterti sempre più per i tuoi valori?
Allora, GLI volterai le spalle e a rinunciare a LUI come amante per declassarti a livello di servitore, come ogni uomo religioso…

Questo bivio è per tutti uguale:

1- cinico, ipocrita, traditore, bugiardo, lussurioso, duro di cuore, pigro, goloso, egoista e crudele.
OPPURE
2- misericordioso, disponibile, leale, umile, compassionevole, vero, giusto, puro, generoso, senso di responsabilità verso tutto il genere umano, ecc…

Non dimentichiamo, che fra i suoi 12 Apostoli uno lo tradì e 10 lo rinnegarono, solo Giovanni rimase vicino al Maestro fino alla fine!
Questa è la stessa proporzione che esiste fra gli uomini di ogni religione: uno è un traditore, uno è un santo e dieci sono degli ipocriti!
Questa proporzione non migliora sicuramente, quando si passa da istituzioni religiose a quelle civili.
Pertanto, non una sola istituzione terrena o religiosa può essere identificata per se stessa come la fonte del “BENE”, mentre ci sono certamente istituzioni demoniche oggettivamente, queste sono:
1- i satanisti,
2- la massoneria,
3- le banche centrali S.p.A., che attraverso il turpe crimine del signoraggio e della doppia truffa del debito pubblico, esercitano un enorme potere a dispetto della democrazie e della sovranità popolare.

La FORZA e la RISURREZIONE di CRISTO che ILLUMINA L’UNIVERSO E DISTRUGGE (in chi sa credere: “fede violenta”) OGNI MANIFESTAZIONE di MALE, ti ha reso LIBERO?

SE CRISTO è L’ALFA E L’OMEGA DELLA STORIA, IL PRINCIPIO E LA FINE DI TUTTE LE COSE, ALLORA, RISPEDISCI LA PAURA AL MITTENTE, ALL’INFERNO DA DOVE è VENUTA, Perché OGNI UOMO ha una SPERANZA di VITTORIA CERTA SU OGNI FORMA di OPPOSIZIONE alla SUA Sovranità…
LA MORTE NON Avrà L’ULTIMA PAROLA PER NOI!
Con l’intimo affetto di questo convincimento ti saluto affettivamente.
Tuo in Cristo Lorenzo Scarola

—————————
CHE TIPO DI POTENZA DIO METTE A DISPOSIZIONE DELLA NOSTRA VITA?
La malattia, la morte e ogni povertà sono l’esatto opposto di DIO JHWH!
DIO JHWH, odia così tanto la malattia che la desta anche nei corpi degli uomini ribelli!
Per questo sulla CROCE, in un impeto d’amore e generosità Gesù disse: “tutto è compiuto!”
Tutti i peccati dell’umanità, tutte le malattie e tutte le difficoltà di ogni tipo, anche finanziarie, sono state spazzate via!
Quando noi chiediamo a Dio di guarirci, LUI non sa come comportarsi, perché in Cristo ci vede già guariti risorti e perfetti!
Ma se noi, in negativo, siamo abituati a pensarci ammalati, peccatori e imperfetti e carenti è come se generiamo in negativo il male attraverso la nostra stessa facoltà del credere!
Se solo avessimo la fede “pura” di un granellino di sabbia, allora, guariremmo e saremmo veramente liberi da ogni condizionamento e bisogno.
Infatti, nel “Tutto è Compiuto” di Cristo sulla Croce, il Padre ha già provveduto perfettamente ad ogni nostra necessità!

Se non hai questo tipo di fede e riconosci in te molte paure e timori incomincia a leggere OGNI GIORNO la Bibbia credendo che è una PERSONA! La Bibbia sembra un libro, ma in realtà è la stessa PERSONA del VERBO.

Allo stesso modo, quando vedrai la malattia tu non la crederai e guarderai solo ad un sintomo, cioè vedrai soltanto il sintomo della stessa, mentre con il tempo anche il sintomo di abbandonerà!

Impara a parlare al tuo corpo e a ordinargli di guarire “nel nome di Gesù”, impara a guardarti guarito!
Ma tu credi già di essere:
? risorto,
? divinizzato,
? santificato,
? trasfigurato,
? guarito,
? liberato?
* Ero diventato tutto buio intorno a me.
Non avevo più speranza.
* Ero come un fiore esposto
a un buio prato.
* Ero caduto nel buio e nel profondo.
* Ero accecato dalla paura;
ma ad un tratto,
una luce, una luce,
che illuminava perfino nei posti più bui,
fino ad arrivare al mio cuore.
Quella era la luce dell’amore,
era la luce di Dio. (poesia di un mio alunno)
ISLAM E DIRITTI UMANI
——-
Pubblichiamo il testo della lettera di Magdi Cristiano Allam al Corriere della Sera del 29 marzo 2008 L’orgoglio della fede in Gesù da spirito libero:

“Basta con le infamie miranti a screditarmi con l’obiettivo di attaccare il Papa. La mia replica ai cristincomunistislamici, adoratori del relativismo e del politicamente corretto, che avrebbero voluto che mi convertissi al cattolicesimo mantenendo una valutazione positiva dell’Islam.”

Senza mezzi termini Magdi Allam dice che non vi è alcuna speranza di coniugare diritti umani e religione islamica:

“Ma scusatemi: se mi sono convertito al cattolicesimo è del tutto ovvio che l’ho fatto perché ho maturato una valutazione negativa nei confronti dell’islam. Se io veramente credessi che l’islam sia una religione vera e buona, perché mai l’avrei abbandonata?”

*************************
Il 18 luglio 1830 la Madonna apparve a S.Caterina Labourè: “Figlia mia, la Croce verrà disprezzata, la getteranno per terra, e allora scorrerà il sangue per le strade”
I nostri mali sociali e personali saranno direttamente proporzionali alla presenza o alla assenza della Croce di Cristo nella nostra vita.

http://sovranitamonetaria.org/video_tv/



<area shape="rect" coords="220,45,379,121" alt="Signoraggio Network" href="http://www.signoraggio.com/" target="_blank"
title=”Signoraggio Network”/>
SovranitaMonetaria.org Aiutaci! e ... sopratutto aiutati!




— NON STARE SOLO A GUARDARE … per la tua vita e per quella dei tuoi figli, fai qualcosa!
Rocco e Lorenzo SI FAI con orgoglio la TUA PARTE! – IBAN :

IT33E0358901600010570347584
senz’altro – [email protected] ti risponderà!
Postepay : 4023-6004-5553-6625

_uacct = “UA-3280479-15”;
urchinTracker();

<
var gaJsHost = ((“https:” == document.location.protocol) ? “https://ssl.” : “http://www.”);
document.write(unescape(“%3Cscript src='” + gaJsHost + “google-analytics.com/ga.js’ type=’text/javascript’%3E%3C/script%3E”));

var pageTracker = _gat._getTracker(“UA-3280479-15”);
pageTracker._initData();
pageTracker._trackPageview();

I commenti sono chiusi.